Quando ci si trova in viaggio, non sempre va tutto per il verso giusto e capita di trovarsi in situazioni sfavorevoli in cui dover riposare o addirittura trascorrere la notte. Può darsi che il proprio volo venga cancellato oppure che il servizio autobus che porta in città sia meno frequente di quanto si creda; gli hotels della zona sono troppo cari e il più vicino ostello si trova a decine di chilometri di distanza.

Per questi o altri motivi capita di essere bloccati in un luogo pubblico per diverse ore (in alcuni casi anche giorni), con nient’altro a disposizione del proprio zaino e una sensazione di ansia che attanaglia lo stomaco. In aggiunta a tutto questo ci si sente esausti, a pezzi, senza energie.

Cosa fare in questi casi?  Non molto se non cercare di passare la notte o alcune ore di riposo nel migliore dei modi.

Se si decidesse di coricarsi per la notte, è meglio tenere presente due punti fondamentali: sicurezza e confort.

Sicurezza: non si sarà mai comodi se non ci si sente prima sicuri.

  • Avere con sè uno spry qualunque (come un deodorante per esempio) è sicuramente un’ottimo deterrente nel caso capiti qualche male-intenzionato
  • Dormire vicino ad altre persone è un ottimo modo per sentirsi più tranquilli e sicuri.
  • Se ci si trova in un aeroporto per esempio, una buona idea è quella di coricarsi vicino ad un negozio o chiosco, luoghi quasi sempre sorvegliati (o video sorvegliati)
  • Cercare di trovare un luogo luminoso e non troppo appartato: da evitare angoli bui, nascosti, lontano da altre persone
  • Usare il proprio zaino come cuscino o tenerlo a stretto contatto con il proprio corpo, avendo cura di stringere un laccio attorno al proprio braccio (o gamba), in modo da capire immediatamente se qualcuno cerca di rubarlo
  • Se possibile, spostate gli oggetti di maggior valore sul fondo dello zaino
  • Avere un piano d’emergenza è fondamentale: meglio sapere esattamente dove ci si trova e dove scappare in caso di bisogno.

Confort: riposarsi in modo adeguato, anche in luoghi di fortuna, è fondamentale per la buona continuazione di un viaggio.

  • Un cuscino è essenziale: se non se na ha uno da viaggio a disposizione si può sempre utilizzare il proprio zaino come sostituto oppure alcuni indumenti, preferibilmente morbidi (per evitare di svegliarsi con il mal di collo)
  • Evitare di avere freddo: utilizzare un sacco a pelo oppure coprirsi con indumenti caldi nel caso la temperatura si abbassi durante la notte
  • Usare tappi per orecchie per eliminare, anche se parzialmente, rumori esterni che potrebbero disturbare il sonno
  • Un cappellino o una visiera para occhi sono utili contro la luce accecante degli aeroporti e sale d’attesa in genere

Avete mai passato una notte in bianco durante un viaggio? Aggiungete le vostre esperienze e consigli nello spazio qui sotto: le vostre testimonianze potrebbero essere d’aiuto a molti viaggiatori.

Foto flickr.com

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

4 Risposte

  1. Cool

    Una volta hp dormito all’aeroporto di copehnagen, scomodo, perchè almeno nella zona pre-checkin i sedili erano duri e con i braccioli.
    Non mi andava di sdraiarmi a terra, e facevo a turno, visto che eravamo in due.
    Beh, almeno c’era l’aria condizionata! 🙂

    Rispondi
  2. luka

    Poki giorni fa ha dormito all aeroporto di francoforte hann,solo xk ero esausto ,e sulle sedie d attesa, devo dire che quel sonno mi ha finito per distruggere…cercherò in tutto o modi di non dormire mai piu in zone pubbliche…cmq ottimi consigli

    Rispondi
  3. Vittorio

    Ciao, vi scrivo in diretta dall’aeroporto di Helsinki dove mi hanno appena svegliato. Sono arrivato verso mezzanotte da Oslo e ho la coincidenza per Rovaniemi tra qualche ora.
    A chiunque capita di passare la notte nello scalo della capitale finlandese va di lusso: i divani e le poltrone dello Starbucks sono un’ottima alternativa alle scomode poltrone della sala d’attesa. Inoltre il supermarket interno resta aperto 24 ore, quindi si può avere da bere o da mangiare a prezzi…contenuti (per essere in scandinavia)
    Non è stata la prima volta che ho passato la notte in aeroporto, ma qui a Helsinki è stata la meno traumatica.

    Rispondi
  4. Roberto

    Grazie per l’utilissimo articolo. Anche a me piace moltissimo viaggiare e spesso mi ritrovo a dover dormire in aeroporto, per l’assenza di servizi pubblici o di coincidenze treni-bus ecc. A questo proposito vorrei dire che l’Aeroporto di Fiumicino non è il massimo per quanto riguarda i servizi di trasporto e anche gli hotel. Sono spesso “costretto” a dormire in Aeroporto, perché gli hotel della zona costano da 50,00 Euro in su a notte per persona e il buon servizio bus Terravision dalla stazione di Roma Termini purtroppo non ha coincidenze con i treni provenienti dalla mia città.Trenitalia a mio avviso dovrebbe rivedere molti degli orari dei treni, soprattutto nella fascia oraria 03:00 – 07:00, per chi deve essere in aeroporto entro le 8 o le 9.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: