L’arcipelago di Bocas del Toro si estende al confine fra Costa Rica e Panama.

Nove grandi isole e oltre 200 isolotti tra mangrovie, lussureggianti isole tropicali e barriere coralline immerse in acque turchesi. Isole scoperte dal turismo solamente da pochi anni.

Le isole principali sono tre tutte abitate dalla popolazione nera. L’unico mezzo di trasporto da un’isola all’altra sono i taxi boat.

L’isola principale è Isla Colon dove si trova il capoluogo che è Bocas, lì è situato anche l’areoporto ma io vi consiglio di soggiornare nelle altre due isole che sono molto più tradizionali!

Isla bastimento è un parco marino in cui gli abitanti parlano ancora la lingua locale, il gali-gali.

Le spiagge sono bellissime, una delle più belle è Playa Primera (o Wizard Beach) sabbia finissima spalleggiata da una fitta giungla inestricabile.

Camminando da questa spiaggia si può raggiungere Playa Segunda e Red Frong Beach.

Quest’ultima, chiamata anche Playa Rana Roja, è la spiaggia più famosa dell’isola e deve il suo nome alle piccole rane rosse che popolano la foresta retrostante.

Il sentiero prosegue poi per Playa Larga, una distesa sabbiosa di ben 14 chilometri dove le tartarughe marine depongono le uova tra aprile e agosto. In quest’isola non c’è vita serale e non ci sono divertimenti di alcun tipo: solo natura, mare e sole.

Cayo Coral è il posto più famoso di tutto l’arcipelago per fare snorkeling o immersioni. I coralli sono impressionanti, l’acqua è cristallina e si possono osservare una varietà impressionante di pesci tropicali. Si trova anche un ristorante su palafitte per poter pranzare o bere qualcosa.

L’isola più vicina a Bastimento è Isla Carenero. La spiaggia è bianchissima ed è anche sede di uno stupendo ostello, dalla cui banchina su cui c’è anche una piccola piscina è stupendo sorseggiare un aperitivo al tramonto. Questa isola si raggiunge in tre minuti da Bastimento.

Insomma l’arcipelago di Bocas è un vero e proprio Paradiso.

Ci sono accomodation per tutti i gusti dalla semplice gust house all’hotel quasi di lusso.

Le tre isole principali su cui soggiornare si differenziano in base a ciò che si cerca e i ristorantini sono spettacolari (ne ricordo uno dove ogni tavolo era su una palafitta idipendente direttamente sul mare collegate fra loro da passerelle davanti ad un mare cristallino e con un panorama mozzafiato).

Andateci, vi assicuro che non ve ne pentirete!

Post e foto a cura di miprendoemiportovia

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata