Da mercoledì 23 a venerdì 25 giungo mi troverò a Torino per visitare i luoghi d’arte moderna e contemporanea della città di seguito elencati.

Piazza Castello, sulla quale si affacciano alcuni dei monumenti e palazzi più importanti della città, quali Palazzo Reale (che ospita la biblioteca e l’Armeria Reali) residenza sabauda sorta nel XVII secolo ad opera dell’architetto Ascanio Vitozzi e centro della politica piemontese per oltre tre secoli, e Palazzo Madama prima Porta Pretoria romana, poi castello nel Medioevo e reggia signorile nel ‘400.

Il Teatro Regio (teatro lirico della città di Torino, nonché uno dei più grandi ed importanti d’Italia) e la Torre Littoria, realizzata nel 1931-33 da Armando Melis de Villa, la Torre Littoria è il primo edificio torinese costruito con struttura metallica elettrosaldata. Edificio di 10 piani fuori terra, si alza nella torre fino a 19 piani per terminare con una torretta campanaria per un totale di 87 metri d’altezza.

La campana è dedicata ai Caduti Fascisti della Provincia di Torino. I balconi sono eseguiti in vetro-cemento e sono provviste di ribalte luminose disposte sotto i davanzali per l’illuminazione notturna mentre tutta la torre ricoperta da litoceramica di color rosso mattone e da travertino in lastre.
Centro Polifunzionale del Lingotto – la riconversione degli stabilimenti FIAT degli anni ’20 è basata sulla combinazione di differenti destinazioni funzionali, sul mantenimento dell’immagine architettonica e sull’impiego di elementi costruttivi dai contenuti tecnologici avanzati; spiccano parentesi giocose quali la spettacolare bolla in vetro della sala convegni panoramica e il grande Auditorium con soffitto mobile, ricavato all’interno di uno dei preesistenti cortili.
Pinacoteca Giovanni e Maria Agnelli – un’avveniristica struttura architettonica a forma di parallelepipedo sospeso a mezz’aria, sopra il tetto-pista dell’ex stabilimento automobilistico Fiat del Lingotto, è la sede della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli inaugurata nel 2002. Lo Scrigno – così l’ha definito il suo progettista Renzo Piano – accoglie 25 capolavori d’arte antica e moderna che spaziano dal Settecento alla metà del novecento.  www.pinacoteca-agnelli.it

Eataly– l’ex stabilimento Carpano per la produzione del Vermouth Carpano, storica fabbrica attiva dal 1908 fino alla fine degli anni ottanta, a seguito di un accurato restauro è diventato Eataly: un centro di 10.000 mq interamente dedicato a prodotti enogastronomici, segno del cambiamento della città che si impegna e diffondere e a promuovere la cultura enogastronomica della città e del suo territorio. All’interno si trova il piccolo Museo Carpano, dedicato esclusivamente alla storia del vermouth, proprio all’interno di quella che fu la sede della storica azienda torinese

GAM – Galleria Civica d’Arte Modera e Contemporanea – le sue collezioni si compongono oltre 45.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni e fotografie a cui si aggiungono una ricca collezione di disegni e incisioni e una tra le più importanti collezioni europee di film e video d’artista.  Presenti artisti dell’Ottocento italiano, come Fontanesi, Fattori, Pellizza da Volpedo e Medardo Rosso, del Novecento, tra cui Morandi, Casorati, Martini e De Pisis, e opere delle avanguardie storiche internazionali, di cui il museo conserva importanti esempi, da Marx Ernst a Paul Klee e Picabia, con opere delle nuove avanguardie del secondo dopoguerra, attraverso una tra le più importanti raccolte di Arte Povera, tra cui lavori di Paolini, Boetti, Anselmo, Zorio, Penone e Pistoletto, ma anche con la più attuale produzione artistica a cui il museo dedica ampi spazi espositivi. www.gamtorino.it

Sacra di San Michele e della Statua dell’Arcangelo Michele – Dal 2005 la millenaria abbazia della Sacra di San Michele è custodita da una poderosa statua di San Michele Arcangelo (alta oltre 5 m e di circa 3.400 kg) realizzata dallo scultore altoatesino Paul dë Doss-Moroder a rappresentare il Bene che sconfigge il male, in un’interpretazione del tutto originale – www.sacradisanmichele.com

Museo d’Arte Contemporanea – Rivoli – Il Museo ha sede nel Castello di Rivoli, residenza barocca progettata agli inizi del ‘700 Settecento da Filippo Juvarra su incarico del re Vittorio Amedeo II. Considerato una delle più qualificate istituzioni dedicate all’arte contemporanea, oltre alle mostre temporanee di livello internazionale vanta una prestigiosa collezione permanente dagli anni ‘50 ad oggi, con opere di maestri come Sol leWitt e Richard Long, dei protagonisti dell’arte povera e della transavanguardia – www.castellodirivoli.org

Maglione – piccolo borgo rurale posto sulle colline moreniche del basso Canavese – per la visita al Museo a cielo aperto dell’Architettura Moderna – MACAM – Il museo nasce nel 1985 da un’idea di Maurizio Corgnati. Oltre 160 opere (dipinti, sculture, installazioni) da tutto il mondo sono collocate lungo le vie del paese –  www.macam.org

Ivrea, per una visita del centro storico e del ricco patrimonio delle architetture moderne cittadine. www.maam.ivrea.it

Soggiornerò al Grand Hotel Sitea, che nel 2001 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di “Locale storico d‘Italia”

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata