“Nessun uomo, nemmeno il più felice, può tener testa agli occhi di una vahinè”. Le donne tahitiane sono le protagoniste indiscusse delle opere di Paul Gauguin realizzate durante i suoi lunghi viaggi in Polinesia. Viaggi intesi non solo come esplorazione geografica, ma anche e soprattutto come avventura interiore, ricerca dell’armoniaelogio del piacere e scoperta della sensualità.

Non c’è da stupirsi che Gauguin abbia scelto Tahiti e la Polinesia Francese per esprimere il senso più profondo della sua pittura. L’arcipelago è composto da ben 130 isole, disseminate nell’Oceano Pacifico, suddivise in cinque arcipelaghi minori, ognuno con una forte identità e cultura e con territori assai diversi tra loro.

Esplorare le isole polinesiane vuol dire scoprire le lussureggianti distese di palme da cocco, scalare le numerose montagne vulcaniche, addentrarsi nella fitta giungla o, semplicemente, stendersi al sole sulla sabbia bianchissima dei numerosi atolli, alcuni disabitati, altri che ospitano piccoli villaggi di pescatori.

Gli arcipelaghi più conosciuti sono le Isole della Società, che comprendono TahitiMoorea e Bora Bora, le Isole Tuamotu che ospitano il meraviglioso atollo di Rangiroa e le Isole Marchesi, dove Gauguin trascorse gli ultimi anni della sua vita.

Thaiti, la più grande dell’Arcipelago delle Isole della Società, che veniva chiamata anche “centro dell’amore” dai primi viaggiatori europei, vanta i due maggiori massicci vulcanici. Quest’isola vi offrirà delle piacevolissime sorprese: numerose montagne ricoperte da vegetazione lussureggiante e sovrastate da bianche nubi si alternano a vallate inabitate e rilassanti. Papeete, la capitale amministrativa e moderna metropoli, è famosa per la lavorazione delle perle e per l’imperdibile Paul Gaugin Museum, stupefacente retrospettiva sulla vita e le opere del pittore.

Il paesaggio che offre il cuore pulsante della Polinesia Francese è mozzafiatomonti verdeggianticascate impetuose e maestose vallate, abbracciate dalle acque calme della laguna. Numerose sono le attività che vi terranno occupati durante il soggiorno: immersioni alla scoperta della barriera corallinaescursioni emozionanti, visite organizzate alla scoperta dei numerosi siti archeologici presenti sull’isola, sport acquatici e molto altro. Il tutto immersi in un’atmosfera da sogno.

Con pochi minuti di volo o mezz’ora di traghetto potrete raggiungere Moorea, la “sister island” di Tahiti, il cui nome (Mo’o= lucertola e rea= giovane) proviene da una leggenda secondo la quale un enorme e giovane lucertola avrebbe dato origine con due colpi di coda alle due baie: le magiche e straordinarie Cook’s Bay e Opunohu Bay. Qui scoprirete un paesaggio paradisiaco e rigenerante grazie alle bianche spiagge circondate da palme da cocco, alle meravigliose acque incantate e anche al sapore dei prelibati ananas di cui l’isola è prima produttrice.

Provate l’emozione di vedere da vicino le balene e i delfini o immedesimatevi nella cultura e nelle tradizioni dell’isola visitando il Tiki Village Theatre, accurata riproduzione di un tipico villaggio polinesiano.

Bianche spiagge incontaminateisolotti idilliaci, colorati alberi da frutta e lagune silenziose vi aspettano a Huahine, la più sensuale delle isole polinesiane. Proprio per questo i viaggiatori che l’hanno scoperta le hanno dato il nome di “Hermosa”, “bella” in spagnolo. L’isola dista solo quaranta minuti di aereo da Tahiti, così come Raiatea, che rappresenta la culla della cultura polinesiana. Raiatea è il secondo centro economico più importante della Polinesia e un importante base nautica. Il Monte Temehani, inoltre, è l’unico luogo al mondo in cui cresce un bellissimo fiore bianco molto raro, chiamato Tiare Apetahi. Da non perdere anche Tahaa, un immenso e colorato giardino in cui si produce la famosa vaniglia tahitiana.

L’arrivo a Bora Bora vi lascerà uno dei più bei ricordi della vostra visita: le acque turchesi della più bella laguna del mondo, saranno lo sfondo unico e incantevole per una vancaza romantica all’insegna del romanticismo e della più assoluta tranquillità.

Durante il giorno potrete scoprire i colori dei fondali spettacolari della barriera corallina, fare un giro per ammirare stupendi tramonti a bordo di un catamarano o fare attività più movimentate, come la canoa, il wave running e il jet ski, e, ancora, acquistare prodotti e manufatti della cultura tahitiana.

Scopri qui alcune proposte per la Polinesia Francese.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: