Ciao Marco, ho letto il tuo articolo sul RTW ticket e non riesco a pensare più ad altro.

Stavo cercando informazioni su come fare il giro dell’Europa in un anno. Ma questo cambia la prospettiva e ne apre di nuove!

Periodo di lunghe riflessioni e, per fartela breve, io e la mia fidanzata Maddalena (che ci legge in copia) abbiamo deciso che è inutile aspettare chissà quando per fare quello che si desidera fare e che il momento giusto per prendersi un anno e partire è proprio questo.

Ti scrivo perché non ho idea di quanto possa costare fare un’esperienza del genere. Costo del biglietto a parte.

Rifletteremo ovviamente sull’itinerario come tu consigli. Ma l’idea è di vedersi parte del sud est asiatico, la Cina, il Giappone, l’Australia, uno stato del Sud America, New York e tornare (se ci infiliamo anche il Canada non lo so).

Per girare internamente costi e mezzi cambiano a seconda del paese ovviamente. Quando ho visto il Messico l’unico modo di muoversi era il pullman. Negli States se non hai una macchina non ti puoi muovere.

Il Giappone sarà carissimo? La Cina economicissima? Quanto costa dormire oltre a spostarsi?

Insomma…se hai dei consigli, degli itinerari che hai già fatto, un’idea di quanto puoi vedere di un posto con un mese e mezzo circa a disposizione per visitarlo prima di ripartire…batti un colpo.

Se hai blog o letture da suggerirci, consigli su visti, vaccinazioni, problemi con i passaporti ecc, da darci in base alla tua esperienza, te ne saremmo veramente grate!

Secondo te, spendendo 10.000 euro a testa (contando di trovare dei lavori quando soggiorniamo a lungo in alcune città) e compreso il costo del biglietto aereo, ce la si fa?

Grazie per il supporto e scusa le tante domande…ma come puoi immaginare per me questo è il “momento del panico”!

A presto,

Chiara

A proposito dell'autore

Redazione

Notizie, offerte di viaggio, proposte, eventi, spettacoli, itinerari e molto altro ancora scelti per voi da Marco e Felicity

Post correlati

21 Risposte

  1. Marco
    Marco

    Ciao Chiara,

    innanzitutto mi fa davvero molto piacere che il post sul RTW abbia inspirato in voi la voglia e la necessità di esplorare il mondo, e non solo l’Europa.

    Per le zone da voi scelte, e cioè sud est asiatico, la Cina, il Giappone, l’Australia, uno stato del Sud America, New York, con un budget di €10.000 ce la si può fare: ovviamente non potrete permettervi di passare molto tempo in Giappone e New York. Inoltre dovrete stare attente alle spese, ovvero viaggiare con bus locali, dormire in ostelli o guest houses, valutare bene se fare o meno escursioni costose, e cose simili. Nulla di estremo, solo fare un po’ d’attenzione al budget.

    Evitate anche di cercare di vedere troppo in poco tempo: Cina e Australia sono enormi e ci vorrebbero mesi solo per visitare anche solo una di queste nazioni. Magari lasciate perdere la Cina e in Australia concentratevi solo sulla costa sud per esempio. In sud America la Bolivia è la nazione più economica, ma anche Perù, Ecuador e Colombia hanno un costo di vita relativamente basso. In Bolivia, per esempio, potreste viverci per mesi spendendo 300€ al mese e anche meno..

    Quando avevate intenzione di partire?

    Rispondi
  2. Giovy Malfiori
    Giovy

    Ciao Chiara,
    sono la Giovy, guest blogger per NST.
    Ti consiglio qualcosina, a seconda di alcune esperienze di viaggio che ho fatto.
    Messico: i pullman diventeranno i tuoi migliori amici perché sono economici, prenotabili e, malgrado i miliardi di km, si viaggia più che degnamente. Tieni sempre in mente anche la possibilità di voli interni.
    Il costo è circa il doppio di quello del pullman ma comunque affrontabile (Puerto Escondido- Città del Messico costa circa 60€ ed è un’ora e mezza di viaggio contro 15 di pullman).
    Dormire in Messico è molto economico e mangiare anche. Io sono riuscita a fare 20 giorni con circa 500€.
    Cina: cambia di giorno in giorno.
    Viaggiare a volte sembra problematico soprattutto per la lingua, se si esce dalle grandi città. In piena Manciuria io mi esprimevo con i disegnini su di un foglio di carta. Considera anche il treno, che è davvero una bella avventura.
    Marzo è un buonissimo mese per la cina dove molti posti per dormire hanno mille offerte.
    Sud America: ti consiglio il Brasile. Anche qui, come per il Messico, vale la legge del pullman e dei voli interni.
    New York: vivi Harlem, se puoi … se ti vuoi fermare molto cerca un appartamente in quelle zone.
    Affittare un appartamento nella grande mela è la soluzione più economica che puoi avere.
    Canada: ti consiglio di andare a Toronto perché è bellissima (o almeno a me è piaciuta molto).
    Il mio sogno sono i territori del Nunavut ma sono luoghi alquanto impervi.

    Vaccinazioni: per esperienza personale ti consiglio colera, epatite, febbre gialla, tifo. La febbre gialla è richiesta per moltissimi visti africani. E comunque è sempre meglio un vaccino in più che uno in meno.

    Complimenti per la scelta di affrontare un viaggio così. Sarà grandioso! 🙂

    Rispondi
  3. Chiara

    Ciao a tutti e grazie per la pubblicazione e le prime deitte! Intanto noi abbiamo definito un po’ meglio le tappe principali del nostro viaggio. Partenza da Parigi e poi New York, sud America (Brasile, Costa Rica, Nicaragua o Belize dobbiamo ancora deciderlo, in Messico sono gia stata a lungo Giovy,grazie del consiglio peró), Australia, Giappone, Cina e infine ritorno a Parigi.
    Per le città abbiamo pensato di fare uno scambio di casa,una pratica che amo molto e ho gia fatto piu volte!
    Se qualcuno è andato negli altri posti dell’itinerario ameremmo ricevere consigli. Per esempio cosa vedere in Cina ecc.
    A.A.A. Assistenza cercasi soprattutto per la parte burocratica (servono visti? bisogna farli in Italia? per lavorare nei paesi indicati servono permessi o iscrizioni alle ASL locali ecc).
    Grazie in anticipo
    Chiara

    Rispondi
  4. Girandoliere
    girandoliere

    ciao mi inserisco anchio in questo discorso
    anche perchè prima o poi vedro di farlo anchio…accipiccchia che voglia!!
    per quanto riguarda il sud america ( nicaragua, belize e messico sono centro-america attenta)
    c’è solo il bus.( più comodi dei nostri, sopratutto quelli a lunga percorrenza, più economici
    rispetto ai costi: dipende dalla capacità di adattamento tua
    per il centroamerica e sudamerica la formula migliore è:
    -dormire in ostello camerata nei paesini andini(peru-bolivia) e in messico-nicaragua
    -colombia-equador-costa rica ( un po’ ostello un po’ tenda)
    -mangiare: in tutti i paesi latinoamericani c’è un grande mercato all’aperto con frutta meravigliosa,
    pane e verdura fresca. un pasto al giorno lo puoi fare così. altrimenti, se vuoi mangiare caldo
    nei paesi latini di lingua spagnola c’è SEMPRE il ristorante-trattoria da menu del giorno ( in peru per es: 1.5€
    in colombia 2€). insomma mangia locale
    – FATTORE TEMPO: a me piace andare piano, lento…per cui non ti consiglio di prendere voli interni..ma dipende da quanto tempo hai…resta il fatto che meglio vedersi un paio di nazioni bene che saltellare di qua e di là

    Rispondi
  5. chiara

    Grazie Girandoliere e scusa se nella fretta di scrivere ho accorpato troppi stati! Vorrei chiederti un consiglio sul Brasile, se ci sei stato, per capire se ci sono itinerari autentici e non turistici che conosci. Sarebbe un viaggio tranquillo secondo te per due donne? Idem vale per l’ipotesi Costa Rica. Ho sentito opinioni discordanti, c’è chi ne parla coe di un paradiso di natura incontaminata e chi come di un ritrovo di Americani e surfisti che ha perso il suo carattere spontaneo e ha visto i prezzi innalzarsi.
    Grazie per avermi scritto! Mi hai fatto venire una gran voglia di frutta fresca e mercati. Ottimo modo di pranzare in modo naturale e risparmiare.

    Rispondi
  6. Girandoliere
    girandoliere

    ciao,
    brasile: no non ci sono stato. da quel che so ( racconti di altri viaggiatori indipendenti) non è economicissimo…cioè i prezzi si sono alzati negli ultimi anni ( d’altronde l’economia sta tirando tantissimo).
    costa rica: a me piacerebbe andarci. ma ho scarse info rispetto al costa rica. e più o meno ho sentito gli stessi discorsi tuoi…probabilmente i yankee li trovi nei posti più conosciuti e turistici ( e questo vale anche per messico vedi acapulco o cancun che per il belize).
    se vuoi info su argentina/cile/bolivia/ peru ce le ho di prima mano….e su colombia ed ecuador posso procurarmele…ciau

    Rispondi
  7. chiara

    ciao,
    Argentina! mi piacerebbe davvero molto…ma ho sempre temuto i prezzi e il costo della vita. Visto che ci sei stato approfitto dei tuoi consigli “dalla fonte”! Il periodo in cui potremmo arrivarci è, più o meno, maggio/giugno, abbiamo un mese e mezzo di tempo a disposizione.
    Grazie per la tua disponibilità, in fase decisionale e nel guazzabuglio delle idee sentire le opinioni di chi è stato nei posti con uno spirito simile è fondamentale!
    Se ti serviranno dritte sul Messico, invece, posso parlartene io 😉
    ciao ciao

    Rispondi
  8. Eletrotter
    Eletrotter

    Ciao Chiara, mi inserisco anche io nella conversazione visto che sono stata sia in Brasile che in Argentina (trovi alcuni miei post nella sezione diari) per cui ti posso dare qualche dritta. Io sono stata in Brasile nel 2009 e in Argentina quest’inverno e ti posso dire che l’argentina è più economica del Brasile, che già non era economico 3 anni fa, ma che mi hanno detto essere diventato molto più caro in questi ultimi anni. Sono entrambe nazioni meravigliose che consiglierei caldamente. Se scegli il Brasile raccomando la parte nord, quella del Maranhao per intenderci. I lencois Maranhenses sono uno spettacolo unico in natura. Dell’argentina ho fatto invece la patagonia che è una terra sensazionale, da fare rigorosamente on the road. Se hai bisogno di info specifiche non esitare a chiedere!

    Rispondi
  9. chiara

    Ciao Eletrotter,
    grazie mille, vado subito a leggermi i tuoi diari! Secondo te, a occhio e croce,
    qual’è il budget di spesa per un mese e mezzo/due in Brasile e quale in Argentina?
    Secondo te il viaggio in Brasile sarebbe sicuro per due donne?
    Ora leggo i tuoi post per capire qual’è il modo migliore di viaggiare e dormire.
    Grazie delle dritte 🙂
    a presto!

    Rispondi
  10. Girandoliere
    girandoliere

    allora chiara,
    per l’argentina dipende dalla zona ( il nord è più economico, buenos aires ci si arrangia,la patagonia e la tierra del fuego sono molto care).
    tendenzialmente cibo e dormire non sono un grosso problema. sono i trasporti che sono rincarati tantissimo.
    per darti un’idea al giorno/a persona
    cibo (una volta mercato/una volta trattoria da lavoratori con menu del dia): 6-7€)a salta e 6-8€ a BsAs
    dormire: 10-13€ in camerata; 20 a testa per doppia
    trasporti: dipende dalla tratta….in tratte lunghe conviene SEMPRE un autobus notturno ( sono delle regge….poltrona gigantesca, posto per i piedi, stai larga e comoda e dormi a meraviglia)

    per farti un’idea dei diversi luoghi:
    http://girandoliere.altervista.org/fotodiviaggio-eireann/fotodiviaggio-un-sueno-argentino/

    Buenos Aires
    http://girandoliere.altervista.org/un-sueno-argentino-la-boca/

    Patagonia
    http://girandoliere.altervista.org/un-sueno-argentino/

    Terra del Fuoco
    http://girandoliere.altervista.org/282/

    Rispondi
  11. Eletrotter
    Eletrotter

    Chiara, secondo me non avrete nessun problema a viaggiare in 2 donne. io proprio in Brasile ho fatto i primi 15 giorni di viaggio solo con un’amica ( Rio, Salvador de Bahia, Recife, ecc.) e non abbiamo mai avuto nessun tipo di problema o abbiamo avuto sensazione di pericolo. In Argentina poi avreste ancora meno questo problema. In Brasile sicuramente dovete stare attente ai piccoli borseggiatori, ma questo aspetto è indipendente dall’essere 2 donne o uomo e donna. Sul budget di spesa faccio un po’ fatica proprio perchè so che i prezzi sono aumentati. Io sono stata un mese e, volo a parte, ho speso sui 2500€ ma ho preso dei voli interni (voi potreste viaggiare tutto via terra – confermo che i pullman sono comodissimi) e ho fatto tutte le escursioni possibili e immaginabili. Come posti dove dormire ho invece sempre scelto tra gli economici della lonely. Ti giro un link dove puoi calcolarti tempo e prezzo degli spostamenti con gli onibus brasiliani così riesci afarti un’idea di costo del trasporto.
    http://www.buscaonibus.com.br/

    Rispondi
  12. WYW

    Ciao Chiara, non sono qua per darti consigli perché per le zone che hai richiesto ne siamo sprovvisti per il momento!! ma anche noi come voi a fine anno partiremo per un giro del mondo di qualche anno e mi fa piacere vedere che anche voi sarete a girovagare, dunque chissà magari conoscendoci il destino ci porterà ad incontrarci aldilà del nostro bel paese!! 🙂 in bocca al lupo e buona programmazione, noi stiamo impazzendo tra cartine e consigli ihhiihih!!!

    Rispondi
  13. chiara

    Rgazzi, che bello, quanti consigli 🙂
    @ girandoliere: utilissime le dritte e le idee di spesa per l’Argentina. La parte nord è bella secondo te o vale la pena spendere di più ed andare a sud? Ora sono in ufficio ma dopo mi leggo tutti i tuoi post! Grazie
    @Eletrotter: Ele ho letto il tuo diario, obregada 1 e 2..ma non trovo il seguito, forse cerco male io. Comunque complimenti per le descrizioni, molto emozionanti e dettagliate. Grazie mille!
    @WYW: Beh, in bocca al lupo anche voi allora! quando partirete? Noi stavamo pensando di partire a Febbraio in modo da finire il viaggio a febbraio 2014 in Cina in concomitanza con il capodanno!

    Rispondi
  14. chiara

    Dunque, ricapitolando, le tappe dovrebbero essere queste:
    Partenza febbraio 2012

    2 mesi a Parigi
    1 mese a New York
    3 mesi tra Brasile e Argentina (qui si accettano consigli su dove fare in Brasile una sosta di mare calmo e corallino)
    2 mesi in Australia
    2 mesi in Giappone
    2 mesi in Cina

    Chiunque avesse diari di viaggio da consigliarci o informazioni sulle spese, i visti e le assicurazioni necessarie per cure mediche ovunque e per poter lavorare in Francia, NY e Australia, ci farà felici!

    Rispondi
  15. WYW

    Noi partiremo intorno a Novembre 🙂 iniziando dall’Asia. Appena riordiniamo le idee, se abbiamo qualche dritta scriviamo. Altrimenti in diretta quando saremo via…. poi facci sapere come va! Ottimo itinerario!

    Rispondi
  16. Eletrotter
    Eletrotter

    Chiara, non hai cercato male tu. Per ora hanno pubblicato le prime due parti ma sono già pronte le prossime puntate che verranno pubblicate man mano. posso anticiparti che per fare mare in Brasile ti consiglio 2 zone: 1- Praia da Pipa e Canoa Quebrada 2- jericoacora. Entrambe meravigliose. A Praia da Pipa hai la possibilità di fare il bagno con i delfini tutti i giorni, a Jericoacora puoi ammirare il tramonto dalla duna più famosa del brasile e fare escursioni in posti meravigliosi.

    Rispondi
  17. Girandoliere
    girandoliere

    @chiara: il sud ha una natura di foreste laghi e ghiacci per la terra del fuoco; patagonia andina idem, patagonia atlantica è vento e nulla per migliaia di chilometri. detto questo
    1. la differenza sta nei costi ( il sud è caro rispetto al nord) e nei tempi di spostamento.
    2. guarda le foto nel blog e decidi in base a cosa ti interessa vedere di più e/o alle info economiche
    ciau

    Rispondi
  18. Deborah

    Ciao Chiara,sono una ragazza che ha avuto la tua stessa idea,fare il giro del mondo.La partenza e’ prevista per gennaio con un mio amico.La nostra partenza sarebbe per la Patagonia e via verso l’avventura ! Teniamoci in contatto se ti va buona serata!

    Rispondi
  19. Diana

    Scusate, anch’io sto organizzando il mio giro del mondo (ma in quanti siamo??).
    Sono già stata in Giappone e ti garantisco che un mese è sufficiente!! Anche perchè è caro.
    Importantissimo: prima di partire, quindi DALL’ITALIA (dall’estero non puoi farlo) fai il Japan Rail Pass, che ti permette di prendere tutti i treni che vuoi per un lasso di tempo (eccetto il Nozomi). E’ caro, ma indispensabile. Fai conto che te lo ripagheresti anche solo facendo Tokyo-Kyoto e ritorno. Fai una settimana a Tokyo, un giorno a Yokohama, uno a Nikko, tre a Kyoto, tre ad Osaka, due ad Hiroshima (di cui uno all’isola Miyajima), uno a Himeji, uno a Nara. Se vuoi stare di più, aggiungi uno a Nagasaki ed uno-due a Beppu per le Hot Springs.

    Rispondi
  20. Diana

    Dimenticavo: io vorrei nel mio viaggio passare per diversi paesi in cui non necessito di visto (tipo tra argentina e brasile), o comunque possono farmi il visto alla frontiera (es. passare dal vietnam alla cambogia), il problema è che leggo che per farti passare è obbligatorio il biglietto di uscita dal paese. Ok, ma se io volessi farmela in autobus, come la mettiamo?? Devo per forza farmi il biglietto in anticipo?? Per entrare in Argentina è obbligatorio il biglietto che testimoni la tua uscita dal paese, ma io volevo farlo una volta arrivata a Buenos Aires, dopo aver valutato le varie compagnie di autobus che ti portano ad Iguazu Falls, per poi prendere un autobus da lì per Rio de Janeiro… Ergo non posso?

    P.s. e cerco compagni di viaggio per Transiberiana e Transmongolica, partenza da Mosca, arrivo a Pechino.
    Data di partenza sicuramente ad agosto 2013 o 2014, ma comunque ad agosto. Qualcuno interessato? 😀

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata