Dimentichiamoci la Cortina dei VIP (o presunti tali): Cortina è adatta per qualsiasi tipo di viaggiatori, anche per coloro che sono alla ricerca di viaggi low costs sulle Dolomiti.

Cortina d’Ampezzo (conosciuta a tutti come Cortina) è sicuramente tra le destinazioni più belle e suggestive delle Dolomiti. Difficile non restare meravigliati di fronte alla maestosità delle Tofane, delle 5 Torri o del monte Cristallo, visibili da ogni angolo della cittadina.

Cortina è una destinazione consigliata in tutte le stagioni: d’estate per i numerosi itinerari ed escursioni che si possono fare sia a piedi che in mountain bike oltre che per le moltissime vie di roccia, meta prediletta dagli amanti dell’arrampicata sportiva. Il verde dei boschi fa da suggestivo contrasto con il bianco calcareo della roccia dolomitica ed il blu intenso del cielo, creando un paesaggio da cartolina.

D’inverno la zona si ricopre di un bianco manto nevoso, che ne cambia radicalmente il paesaggio: lo scenario delle Tofane o delle 5 torri ricoperte di neve lascia letteralmente a bocca aperta. Inutile dire che durante i mesi invernali, lo sci la fa da padrone: chilometri di piste collegate tra loro, per un divertimento assicurato. Non mancano percorsi e tracciati destinati agli appassionati dello sci alpinismo e delle ciaspole: tra questi monti si possono percorrere itinerari nuovi ogni giorno, senza annoiarsi praticamente mai.

Lo scenario cambia di nuovo in primavera e in autunno, stagioni nelle quali è possibile evitare la folla dei turisti estivi ed invernali, per giornate più tranquille all’insegna del relax e della quiete.

Tra i molti itinerari che si possono percorrere durante le stagioni più miti (in estate ma anche in primavera e in autunno) da non perdere assolutamente i percorsi che portano ai “ musei della Grande Guerra” tra i quali spicca il Museo all’aperto delle 5 Torri e il Museo all’aperto del Lagazuoi – Passo Falzarego, quest’ultimo composto da diversi itinerari che permettono di conoscere i retroscena di una guerra drammatica combattuta per la prima volta, nella storia dell’umanità, ad alte quote.

Per un itinerario suggestivo, poco impegnativo e divertente, la Valle di Fanes, offre un percorso facile, accessibile a tutti, tra i verdi boschi della valle fino ad arrivare ai piedi della vertiginosa parete sud del Taé e del Col Bechei.

Esperienza unica ed alquanto suggestiva è il passaggio sotto la Cascata di Fanes e l’attraversamento del Ponte Alto. Durante il percorso è possibile percorrere una breve ferrata, semplice ma molto bella, che prende il nome di Giovanni Barbara. Potete scaricare il documento in PDF dell’intero percorso direttamente qui.

Il Rifugio Angelo Dibona  (a gestione familiare, situato in Vallon di Tofana e raggiungibile sia in automobile che a piedi) è un’ottima base di partenza e snodo per i sentieri del massiccio e per le ferrate della Tofana di Rozes.

Forse l’esperienza più indimenticabile di un viaggio a Cortina, è trascorrere almeno una notte presso il rifugio Scoiattoli di fronte alle 5 Torri: in questo modo si avrà la possibilità d’ammirare sia il tramonto che l’alba in uno dei luoghi più panoramici e suggestivi dell’intera valle.

E non finisce qui: per un relax completo, da provare l’idromassaggio all’esterno del rifugio Scoiattoli, ancor meglio se in una serata fredda e nevosa.

Al rifugio si può salire sia a piedi che in funivia. I prezzi sono affordabili: €55 a notte per un servizio di mezza pensione.

[divide]

Alloggio:

A Cortina c’è una vasta scelta di alloggi: B&B, Hotel, pensioni, camere e campeggi. Ce n’é davvero per tutti i gusti e le tasche: per maggiori informazioni  ->

Un’hotel molto carino e a gestione famigliare, relativamente economico ed in posizione centrale è l’Hotel Cornelio: la proprietaria (signora Mariagrazia) si prende cura dei propri ospiti e garantisce un servizio di prim’ordine ad un prezzo accessibile a tutti.

Ristoro:

A Cortina non mancano di certo i ristoranti: come per gli alberghi, l’offerta è ampia, così come i prezzi. Per trascorrere una serata in compagnia, in un’atmosfera piacevole e rilassata, con un’ottima cucina nostrana, consigliamo il ristorante a gestione famigliare Al Camin.

Escursioni:

Un buon punto di partenza per organizzare le proprie escursioni è il centro delle guide alpine di Cortina: qui si possono trovare mappe, riviste, depliant per pianificare al meglio le proprie gite, oltre che ricevere consigli e suggerimenti direttamente dagli esperti.

Come arrivarci:

In treno con “I treni della montagna” – molti i treni che partono da Roma o Milano in direzione Venezia Mestre: una volta a Venezia si prende uno dei bus speciali Cortina Express. Visitate il sito Trenitalia per maggiori informazioni

In auto, provenendo da sud con l’autostrada A27 da Mestre a Pian di Vedoja (Belluno) con collegamento alla strada statale 51 d’Alemagna. Da Mestre si impiegano circa 2 ore fino a Cortina

Dall’autostrada A22 del Brennero, a nord, all’uscita di Bressanone si imbocca la strada statale in direzione Dobbiaco. Da Bressanone, Cortina è raggiungibile in 1 ora circa. Cortina è attraversata dalla Strada Statale 51 di Alemagna in direzione nord-sud e dalla Strada Statale 48 bis delle Dolomiti in direzione est-ovest.

Quando si giunge a Cortina da sud, si trovano nell’ordine le indicazioni per Passo Tre Croci -Auronzo – Misurina (SS48 bis delle Dolomiti) verso est; Dobbiaco – Bolzano – Brennero (SS51 d’Alemagna) verso nord; Passo Falzarego, Passo Pordoi (SS48 bis delle Dolomiti) verso ovest.

Dove si trova:

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

2 Risposte

  1. Andrea da Bangkok
    Andrea da Bangkok

    Cortina Low Cost? Come cambia il mondo… quando frequentavo il bellunese (anni ’80 e ’90) Cortina era una meta chic e altolocata dai prezzi netatmente più alti (per alloggi e ristoranti) rispetto a paesini nemo noti nelle immediate vicinanze…

    Grazie per avermi fatto rivedere posti che stanno in un angolo del cuore come la Cascata di Fanes e il Passo Falzarego con le sue trincee

    🙂

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      E’ vero, anche cortina è diventata una destinazione aperta a tutti. Per gli amanti della montagna, delle passeggiate e degli sport all’aria aperta Cortina è sicuramente una delle migliori destinazioni delle Dolomiti, ideale anche per famiglie. E poi le persone del posto sono accoglienti ed amichevoli.

      Ci dovresti ritornare un giorno 🙂

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: