Dimenticatevi i paesaggi da cartolina con le casette bianche e blu tipiche delle Cicladi. A parte questo, qui non farete fatica a trovare spiagge meravigliose, lunghe distese di sabbia bagnate da un’acqua cristallina. Ma anche paesaggi di montagna, ripidi dirupi e scenari da kanyon. E poi, graziosi paesi con porticcioli che la sera si illuminano di mille lucine, locali dove tirare fino all’alba e ristorantini romantici.

Tutto questo è Creta. Un’isola che è tra le più grandi del Mediterraneo, un’isola che nasconde infinite sorprese e meraviglie, in un’atmosfera che ricorda quella della Grecia continentale.

La parte nord-occidentale nasconde luoghi incantevoli, perfetti come meta sia per giovani alla ricerca di divertimento e baldoria, sia di famiglie in cerca di relax. Una meta che mette d’accordo un po’ tutti grazie alla sua versatilità.

Partiamo dal viaggio: la città principale della parte occidentale, Chania, è collegata a gran parte delle città europee da comodi voli diretti e low coast, molto frequenti in alta stagione. Per girare all’interno dell’isola le alternative sono molte: noleggiare un mezzo proprio, oppure usare la rete degli autobus che ben collegano le varie località di mare e nell’interno. Infine, in alta stagione c’è anche un trenino (turistico) che corre lungo la costa.

Chania si sviluppa intorno all’antico porto veneziano con un intricato intreccio di vicoli dove si nascondono negozi di artigiani e taverne. La zona del porto vecchio è molto suggestiva di notte, quando si illumina di luci, ma viene putroppo svilita dall’atmosfera eccessivamente turistica delle numerose trattorie a menu fisso. Negli stretti vicoli intorno a Zambeliou e Kondiliaki si inizia già a respirare un’aria più autentica, anche se affogata in piccoli negozietti di souvenir…se cercate un ricordo da portare a casa, qui non avrete che l’imbarazzo della scelta!

Molto più particolare e meno affollata è invece la nuova zona che si sviluppa tra Daliani e Sarpaki: un quartiere recentemente riqualificato, dove si incontrano negozi di design e locali trendy, decisamente lontani dal turismo di massa. In Daliani, non vi mancherà certo la scelta tra i vari ristoranti, uno più carino dell’altro; perdetevi nelle stradine che si diramano lì intorno e finirete in piccole piazzatte dove potrete cenare in tutta tranquillità, o in edifici senza tetto dove potrete gustare piatti tradizionali in terrazze di tufo.

La movida, invece, si concentra intorno alla graziosa e verdeggiante Platia Slantzia: potete iniziare qui con un aperitivo e poi proseguire la serata in uno dei numerosi bar tra Kalergon e Sarpodonos, verso il porto.

Per quanto riguarda le spiagge, non c’è che l’imbarazzo della scelta: la soluzione migliore vicino alla città è quella di Agia Marina con un litorale lungo, attrezzato sia con ombrelloni che con spiaggia libera. Qui potrete trovare strutture più tranquille adatte alle famiglie, così come fitti ombrelloni movimentati da musica a tutto volume e party all-day-long.

Più avanti, anche nella località di Platanias incontrerete una lunga spiaggia di sassi, più tranquilla e riservata.

Se siete alla ricerca di qualche angolo di paradiso, in questa zona non potete mancare queste due rinomate spiagge: Balos, purtroppo raggiungibile solo via mare o con una lunga camminata via terra, e Falasarna, ampia insenatura tra le distese di olivi dove l’acqua è di un colore azzurro incredibile. Sarà per il vento che attira qui i patiti del windsurf, sarà per il bar che organizza molti concerti e dj-set in stagione, ma Falasarna ha un fascino davvero particolare e molto cool.

Sicuramente non semplice da raggiungere, ma tappa assolutamente immancabile, è la meravigliosa Elafonissi: non la si può definire solo spiaggia, perchè qui si viene a creare una piscina naturale con l’isolotto di sabbia che sta a poca distanza dalla costa. Lo potete raggiungere anche a piedi, dato che l’acqua non è mai più profonda di 1 metro. La strada per arrivarci è lunga e tortuosa, ma ne vale la pena: le sue acque cristalline vi faranno dimenticare tutta la fatica!

Infine, se siete amanti del trekking, la gola di Samaria offre uno scenario degno del gran kanyon; ci sono numerosi tour che organizzano delle gite in giornata: si parte con le jeep, si prosegue a piedi e quando si giunge al mare, viene in aiuto la barca che riporta al porticciolo più vicino da cui si ritorna in autobus al punto di partenza.

[divide]

MINI GUIDA

Dove dormire

Se ricercate una sistemazione fronte spiaggia, potete scegliere tra un appartamento o una pensione in zona Agia Marina. E’ ben collegata anche con i mezzi pubblici a Chania e potrete raggiungere il mare direttamente a piedi con tutte le comodità dei servizi a portata di mano. Se, invece, preferite godere della movida cittadina, a Chania ci sono numerosi boutique hotel in pieno centro.

Dove mangiare

  • Tanam, a Zambeliou: un ristorante ricavato in un vecchio hammam, dove i piatti mescolano i sapori greci a quelli turchi. Ottime pietanze, sopratutto il Tas Kebab (vitello con spezie e yogurt) ed il Beyendi di vitello (spezzatino con purè cremoso di melanzane). Ottima anche selezione di vini locali, il tutto a prezzi medi.
  • Taverna Ela, a Kondilaki: nell’edificio senza tetto, che un tempo era una vecchia fabbrica di saponi, si trovano tradizionali piatti greci ben cucinati. Ottimo il polpo alla griglia, prezzi medi.
  • Mesogeiako, in Daliani: in questo grazioso bistrot mediterraneo si gustano piatti che combinano i gusti e gli aromi del mediterraneo. Buona cucina, con un pizzico di creatività ed a pressi ragionevoli.
  • Il gelataio: per chi non può fare a meno di un gelato all’italiana, nella piazza del Duomo, questa gelateria ha gusti davvero ottimi. Un po’ caro, ma la qualità è buona.
  • Sebastian’s, Agia Marina: questo bar-ristorante che affitta anche ombrelloni ha una cucina davvero ottima a prezzi onestissimi. Dall’insalata greca, alle polpette di carne e verdure, dal souvlaki all’hamburger, è una soluzione ideale per uno spuntino veloce sulla spiaggia.
  • Falasarna: il bar sulla spiaggia principale, ha una buona cucina con griglia ed un menù ricco e vario.
  • Elafonissi: il chiosco di palme sforna a pieno ritmo pie di foraggio e spinaci, hot-dog e baguette, ma anche insalate fredde e pizze a taglio. Niente di speciale, ma non troverete altra alternativa!

A proposito dell'autore

forchettinagiramondo

Chiara, alias Forchettinagiramondo, si definisce una acrobata, continuamente in bilico tra un lavoro nel marketing, un bambino meraviglioso ed una inesauribile serie di interessi che non trovano mai fine. Adora la cucina, cucinare, conoscere ed imparare su tutto ciò che riguarda il mondo food. E viaggiare: appena può, mette tutto in una valigia e parte per una nuova avventura alla scoperta di nuovi sapori, immagini, luoghi e colori. Forchettinagiramondo è il suo primo blog personale dove si uniscono nel racconto e nelle immagini le sue passioni più grandi: la cucina ed i viaggi.

Post correlati

3 Risposte

  1. Francesco Ripanti

    La costa occidentale di Creta è fantastica! Però direi che Balos fortunatamente non è raggiungibile facilmente, altrimenti diventerebbe troppo turistica, così come sta diventando Elafonisi. Balos comunque si può raggiungerla affittando una jeep e percorrendo uno sterrato di una decina di chilometri che parte dopo Kissamos, evitando così le gite organizzate in barca e vivendo Balos come un’avventura…
    Amo Chanià, secondo me è la città più bella di Creta, ma andrebbe evitata tra metà luglio e metà agosto, quando la banchina del porto è strapiena di turisti e di ristoratori che fanno a gara per accaparrarseli… Ad ogni modo, viva Creta, vale decisamente un viaggio di due settimane!

    Rispondi
  2. Daria

    Anche noi siamo stati a costa occidentale di Creta . Abbiamo preso una macchina noleggio e via. E stato bello . Prima notte a Chania camera di fronte al vecchio porticiolo con spiaggia. Ristorantelli con la vista su spiaggia. Era il 1° maggio del 2012. Perfetto.! Pochissima gente . Abbiamo fatto il bagno l’acqua era calda. E poi siamo ripartiti per Haraclion, visita a Labirinto di Cnosso . Abbiamo preso una guida 10 euro a persona. Quando ingresso era solo 4 euro. Una bella esperiienza. Gita adatta ai bimbi di 5°lementare perche studiano queste cose. Da fare assolutamente. E poi man mano si viaggia viene voglia di continuare, dovunque ti muovi trovi cose da vedere , da esplorare…
    Prima o poi li ci tornerò a fare vacanza.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: