Berlino è una delle più entusiasmanti capitali europee, sempre in fermento è difficile da identificare. La città presenta tante identità: c’è la Berlino monumentale, quella storica, quella moderna ma anche quella alternativa e creativa. Berlino cambia e si trasforma in continuazione seguendo i progetti delle grandi archistar. Nonostante sia una grande metropoli rimane comunque per vari motivi una città a misura d’uomo.

Sono tante le opportunità che la città offre per i piccoli viaggiatori e muovendosi con i bambini non bisogna farsi scoraggiare dalle grandi distanze perchè con piccoli accorgimenti si può rendere la vacanza molto piacevole. I bambini ameranno subito questa città che riserva loro grandi sorprese. Ad accoglierli troveranno l‘orso, la mascotte di Berlino che si trova praticamente dappertutto anche nelle hall degli hotel, impossibile non notarlo, e Ampelmann, il mitico omino dei semafori dell’est.

Come raggiungere Berlino?
Berlino ha due aeroporti, Tegel, servito dalle compagnie di bandiera, e Schoenefeld, dove atterrano le compagnie low cost. Le principali low cost che collegano le città italiane alla capitale tedesca sono Air Berlin, Easyjet e Ryanair.  E’ quasi pronto l’aeroporto Berlino Brandenburgo che, una volta inaugurato, dovrebbe sostituire i due precedenti.

Come  muoversi a Berlino?

La città è molto grande, consigliabile quindi acquistare la Welcome Berlin Card che permette di viaggiare liberamente su autobus, tram, U-Bahn(metro) e S-Bahn(metro di superficie) per 2, 3 o 5 giorni. La Welcome card per 5 giorni per le zone ABC costa 35,90 Euro per adulto più eventuali bambini. La si può acquistare online prima di partire o in aeroporto all’ufficio turistico. La carta dà diritto a tanti sconti su musei, attrazioni varie, ristoranti, negozi, il tutto ben documentato in un libricino che viene consegnato contestualmente all’acquisto della card. Se si trasportano passeggini è preferibile evitare la metro e prendere l’autobus e il tram. Consigliatissimi  gli autobus 100 e 200 che partono da Alexanderplatz e attraversano nel giro di mezzora i luoghi più caratteristici di Berlino. Il primo si ferma alla Porta di Brandeburgo, il secondo prosegue fino allo Zoo di Berlino.

Dove soggiornare?

Consigliabile alloggiare al Mitte, il cuore della città dove si concentrano musei, negozi e ristoranti. E’ il quartiere più costoso ma se si prenota con largo anticipo si riesce a spuntare un ottimo prezzo.

Che cosa vedere con i bambini?

Berlino offre molte opportunità e luoghi divertenti per i bambini. Delle varie attrazioni turistiche,  suggerisco quelle che potrebbero catturare maggiormente l’attenzione dei piccoli viaggiatori.

La Porta di Branderburgo assieme alla Pariser Platz è una meta imperdibile. E’ piacevole sostare in questa piazza elegante e animata dove si affacciano ambasciate, musei e banche. Qui si respira la monumentalità e la grandiosità della città. Molto spesso nella piazza si può assistere a spettacoli organizzati da artisti di strada che stregheranno i bambini che vorranno sicuramente fare anche qualche foto ricordo con le finte sentinelle in divisa.

Per immergersi nel clima berlinese non c’è niente di meglio che andare ad Alexanderplatz, il cuore della vecchia Berlino est, una piazza gremita di gente a tutte le ore; se ci si siede da qualche parte si può  assaporare il chiacchiericcio dei giovani, lo sferragliare dei tram, la musica di sottofondo degli artisti. I bambini saranno sorpresi di vedere aggirarsi venditori ambulanti di currywurst e magari vorranno assaggiarne uno. Da non perdere la Weltzeituhr, l’orologio che segna gli orari di tutto il mondo e la Fernsehturm, la torre della televisione, la struttura più alta della Germania che svetta in alto per ben 368 metri. Salendo con l’ascensore si arriva ad una piattaforma dove si può godere un magnifico panorama della città magari gustando un gelato acquistato nel ristorante girevole.

Se vuoi far restare a bocca aperta i tuoi bambini portali all’Aquadom, il famoso acquario contenente migliaia di pesci tropicali dentro il quale si muove un ascensore subacqueo cui si accede gratuitamente entrando nell’hotel Radisson Blu Hotel.

D’obbligo una visita all’East Side Gallery, ovvero ad una lunga parte del muro che divideva in due parti la città decorata da numerosi artisiti che lo hanno reso un’opera d’arte a cielo aperto e forse il modo migliore per esplorarlo può essere percorrerlo in bicicletta.

 Altra tappa obbligatoria per il divertimento dei piccoli, per quanto un po’ cara (il costo del biglietto è di 16 Euro) è  il Legoland Discovery Centre all’interno del Sony Center in Potsdamer Platz. All’ingresso una giraffa di 7 metri, fatta interamente con i mitici mattoncini Lego, accoglierà i vostri piccoli. che una volta entrati potranno divertirsi a creare ogni forma suggerisca loro la fantasia. All’interno del centro si può trovare  un caffè dove fare una sosta golosa e un negozio in cui fare provviste di mattoncini. Per girarlo tutto ci vogliono all’incirca due ore e si rivela l’ideale soprattutto se è una giornata piovosa o fredda. La nota amara per i genitori è il prezzo un pò eccessivo, il costo del biglietto è di 16E,  l’ingresso è gratuito solo per i bambini sotto i 3 anni. Ma i bambini una volta entrati dentro non vorranno più andarsene e non finiranno di ringraziarvi.

Un’altra meta imperdibile è  lo Zoologischer Garten, ossia lo Zoo di Berlino, un parco immenso che ospita animali provenienti da ogni angolo del mondo. Per visitarlo bene occorre almeno una mezza giornata e il costo del biglietto è di 13E per adulto e 9E per bambino. C’è una grande varietà di animali e le riproduzioni degli ambienti sono ben mantenute. Tantissime le specie ospitate, leoni, elefanti, giraffe, orsi, lupi, scimmie, bufali, panda, ippopotami, etc. All’interno ci sono dei caffè dove pranzare, vari distributori di gelato e un negozio di souvenir. Inoltre ci sono delle aree espressamente pensate per i bambini. Ad esempio c’è una fattoria per bambini dove si possono accarezzare le caprette e dar loro da mangiare. Oltre a questo i bambini possono correre e giocare a piedi nudi in una avventurosa playground. Sicuramente per i piccoli viaggiatori sarà un’esperienza indimenticabile.
Uscendo dallo zoo di fronte al famoso centro commerciale Europa Center ci si trova dinanzi Breitscheidplatz, una piazza molto animata e un punto d’incontro di giovani, turisti, suonatori di strada e venditori di souvenir. Qui i genitori stanchi possono fare uno spuntino tra i vari chioschi con currywurst e patatine e i bambini possono cimentarsi con i giochi più spericolati.

Dove mangiare?

Se si va a Berlino non si può non assaggiare il mitico currywurst, il wurstel speziato servito a fettine sottili e accompagnato da una salsa al pomodoro con l’aggiunta di curry. Il currywurst lo si può comprare nei tanti chioschi sparsi per la città, addirittura ad Alexanderplatz si trovano venditori ambulanti che li preparano sul momento al costo di 1,35E. Ma se si vuole fare un pranzo o una cena più sostanziosa il consiglio è di recarsi in uno dei tanti ristoranti in zona Hackescher Markt dove si repira un’aria quasi mediterranea e ci si può rilassare in uno dei tanti tavolini all’aperto.

Se vi trovate nella zona ovest per pranzo si può andare al reparto gourmand del KaDeWe, famoso centro commerciale corrispondente a harrods di Londra; salendo su fino al 6° e ultimo piano si trova il reparto gastronomia che vende prelibatezze da tutto il mondo. Inoltre è possibile sedersi in uno dei tanti ristoranti e consumare il cibo sul posto. Occorre solo scegliere cosa assaggiare se cibo tedesco, cibo asiatico, crostacei, cucina francese, etc. Senza dimenticare che c’è anche un reparto fornitissimo di golosità, lecca lecca, cioccolatini e torte per cui i vostri bambini potrebbero perdere la testa.

Se vi trovate in zona Mitte, precisamente nei pressi di Friedrichstrasse e i vostri bambini sono amanti del cioccolato non potete perdere una sosta golosa alle due cioccolaterie più famose della città.

Da Fassbender und Rausch si trova ogni tipo di leccornia a base di cioccolato, dalle tavolette ai cioccolatini, dalle praline ai biscotti, impossibile uscire senza aver comprato qualcosa. A fare da contorno a tutto questo ben di Dio ci sono sculture rigorosamente di cioccolato che riproducono le attrattive salienti della città. Se si è fortunati addirittura si può vedere come un maestro cioccolataio modella la sua opera. Al piano superiore c’è un ristorante dove si possono assaggiare cibi il cui ingrediente principe è ovviamente il cioccolato.

Al Ritter Sport Schokowelt oltre a fare provviste a prezzi convenienti delle famose tavolette quadrate(0,80E l’una) ci si può preparare la propria tavoletta di cioccolato scegliendo tra decine di ingredienti e portarsela via al costo di 3,50E. Al piano superiore si può andare a vedere un’esposizione che racconta il viaggio dal fagiolo di cacao al prodotto finito.


Dove si trova Berlino?

A proposito dell'autore

gabriella

Vivo a Padova, amo ogni forma d'arte e soprattutto adoro viaggiare. Quando viaggio non ho fretta, cerco di assaporare lentamente la città e di coglierne l'essenza autentica. Mi piace immergermi nell'atmosfera che una città sa regalare e scoprirne gli angoli più segreti.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata