Il countdown è finito, il giorno X è finalmente arrivato e non resta altro che salire sull’aereo e aspettare 13 orette prima di arrivare a destinazione.

Una volta atterrati avevamo solo voglia di una cosa: la colazione! Ok, io non é che mi aspettassi cornetto e cappuccino, ma alle 7 del mattino ritrovarsi come opzione nuggets di pollo, patate fritte e Nesquik! Questo proprio non me l’aspettavo… Ma non vuol dire necessariamente che non abbia provato il prelibato banchetto. Lí, tra un boccone ad un nuggets e un sorso di Nesquik, ho capito che il nostro viaggio in Asia ce ne avrebbe regalate delle belle (colazioni iper-caloriche incluse).

Con lo stomaco pieno (e un leggero malessere) prendiamo un autobus diretto alla nostra prima meta: Kuala Lumpur.

Sinceramente non ci aspettavamo molto da questa cittá, che conoscevamo solo perché ospita le famosi torri Petronas.

Dopo esserci stata posso dire che, invece, mi piace molto. E non solo perché il suo nome mi ricorda la parola Umpa Lumpa (onestamente, questo ha aiutato essendo una fan del film “La fabbrica di cioccolato”), ma soprattutto perché KLL é probabilmente la cittá piú cosmopolita  e interculturale che io abbia mai visitato: passeggi per Chinatown tra baracchine che offrono noodles e riso per 1€ e all’improvviso un gruppo di ragazzine islamiche ti superano e ti sorridono, quasi dandoti il benvenuto in quel mondo cosí strano e affascinante.

Ti fermi e ti ritrovi di fronte a un tempio indiano e pensi “Wow, che bello, che aria mistica..” pero non é aria mistica! É il profumo che arriva dal ristorante hindu dietro l’angolo con i suoi curry e il pollo tikka masala.

Non sai come, ma ti ritrovi nella zona finanziaria circondata da grattacieli e da loro, le imponenti Petronas.
Sei ormai senza parole, quando decidi entrare in un centro commerciale e succede quello che non ti aspetti: montagne russe, ripeto, montagne russe dentro un negozio! Sogno o son desta?

Esci e ti incammini verso l’ostello quando un rumore acuto ti stordisce. Oddio, la fine del mondo! E invece no: mille uomini con tuniche bianche iniziano a muoversi tutti verso la stessa direzione: la moschea centrale. E quando ormai pensi di averle viste tutte arriva lui, il tipico venditore ambulante di Rolex&co che ti offre… L’orsetto di peluche di Mr. Bean, che qui in Malesia é piú famoso del Presidente Obama!

Quando arrivo all’hotel e mi getto stanca sul letto ho una certezza: Kuala Lumpur é decisamente molto piú che la cittá delle Petronas!


INFORMAZIONI UTILI

Valuta: 1 € = 4 RM

Come muoversi nella cittá

KLL é una cittá relativamente piccola, quindi ci si puó spostare tranquillamente a piedi. Se le distanze iniziano ad essere “preoccupanti” o se il nostro peccato capitale é la pigrizia non preoccuparti:

  • la metropolitana: (Monorrail e LRT) collega i punti piú importanti della cittá con tariffe da 1 a 3 RM;
  • i bus: collegano ogni punto della cittá (non li abbiamo utilizzati, ma sono economici e comodi); le due principali stazioni di bus interurbani sono Puduraya, Chinatown e BTS (terminal Bersepadu Selatan) e sono collegate da un bus-shuttle che costa 4RM (il tragitto se c’é traffico é quasi di 1 ora!);
  • taxi: il primo km costa 3RM (piú o meno 70 cent), dopo il primo km ogni 20 secondi o 100 metri aumenta di 0,10 RM.

Come arrivare dall’aeroporto

Ci sono due aereoporti: KLIA (KL International Airport) e LCCT (Low Cost Carrier Terminal).

Se arrivate nel primo dovete solo prendere il treno che da lí arriva alla stazioe KL Sentral, dove passa anche la metropolitana.

Se come noi arrivate nel LCCT potete comprare il biglietto per l’autobus diretto a KLL nello stand giallo “Aerobus”, costa 8RM andata o 14RM andata e ritorno. I bus partono ogni mezz’ora dalle 4.30am alle 2.00am. Arriva a KL Sentral. Da lí si puó prendere la metropolitana

Dove dormire

se cerchi ostelli low cost, Chinatown é la risposta. L’offerta é amplia e consigliamo non riservare via internet visto che si puó negoziare il prezzo. Noi la prima volta che siam stati a KLL cercavamo stanza doppia con bagno, aria condizionata e Wifi. I prezzi oscillavano tra 50-80 RM la notte. La seconda volta abbiamo cercato un posto piú economico e abbiamo trovato un ostello con stanza doppia, bagno comunitario, ventilatore, Wifi per 30RM

Dove e cosa mangiare

Kuala Lampur é piena di posticini economici per magiare. Il cibo é buonissimo: si puó trovare gastronomia cinese, indiana, thailandese, malese, europea, fast-food, giapponese… Non c’é che l’imbarazzo della scelta! Sí puó mangiare tranquillamente con 4-8 RM (1-2€!). Gli alcolici invece sono cari, essendo la Malesia un paese musulmano:  una birra puó costare 16 RM…come due piatti di cibo!

Dove si trova Kuala Lumpur?

A proposito dell'autore

Letizia

Friulana d'origine, Spagnola d'adozione e backpacker per vocazione.Sono appena tornata da un meraviglioso viaggio di 9 mesi in Asia... speravo questa esperienza calmasse la mia sete di viaggi e avventure, invece mi ritrovo ancor piú viaggio-dipendente di prima! Ma d'altronde, il mondo é troppo bello e grande per non uscire a esplorarlo!!! Se vuoi leggere le mie peripezie asiatiche seguimi anche sul mio blog

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: