Il primo assaggio di Olanda l’ho avuto a Natale 2008 quando abbiamo deciso di passare le nostre festività in una fredda ma tersa Amsterdam.

Il mio legame con questa terra però ha radici mentali lontane, nel tempo dell’infanzia. Non ricordo chi mi avesse parlato in famiglia di questo paese come ovviamente si può raccontare ad una bambina, ma io esattamente lo immaginavo come il luogo delle fiabe ed i tulipani sono, da allora, diventati i miei fiori preferiti.

image

Non poteva così mancare, da adulta, il ricordo dell’Olanda fiorita, quasi una promessa mantenuta, un desiderio esaudito. Per visitarla ho aspettato fino ad aprile 2011 ma la lunga attesa è stata ripagata da un sole ed un calore per nulla scontato per i paesi bassi, che hanno reso i colori dei campi fioriti un acquerello delicato ed unico.

La mia Olanda è stato un fly&drive di una settimana in cui ho toccato cittá, paesi, spiagge e campagna. È stato un viaggio allegro, fresco e che non mi ha mai deluso, su autostrade e ponti avveniristici, vie secondarie e dighe.

image

Queste le tappe che più ho amato:

1- Rotterdam: una città moderna, giovane, economicamente attiva.
I suoi edifici restituiscono linee delle più moderne architetture. Puoi camminare per ore con il naso in su divertendoti a fare scatti a grattacieli e sezionare particolari geometrici fatti di acciaio e cielo. Dai palazzi del potere economico alle case cubiche Rotterdam trasuda modernità, slancio e futuro. Pochissimi gli edifici storici perché rasa al suolo nell’ultima guerra e ricostruita grazie ai progetti dei maggiori architetti.

Sotto l’ombra dei grattacieli e nelle piazze, un succedersi di locali e vita all’aperto. Vale la pena passeggiare fra le vie e arrivare nella zona del porto dove, secondo il tempo a disposizione, visitate la zona commerciale marittima piu grande del mondo.

image
2- Leida- Delft- Doretrech

Olanda cosa fare cosa vedere
Tre cittá dove vale la pena trascorrere del tempo perché restituiscono il sapore del nord Europa in una dimensione piccola ed accogliente. Chi le visita si affretterà a raggiungere il centro dove in ciascuna, pur nelle peculiarità, ritroverà i canali, il duomo, le bici legate alla catena, i locali con la birra servita, le case con le forvelle sulle facciate che raccontano il commercio dell’antico proprietario. Camminando ho osservato i giovani vestiti alla moda o non moda del nord, mi sono imbattuta in mercatini del riuso, mulini e artisti di strada tutto sotto un sole che induceva alla vita all’aperto e a sognare spiagge improvvisate davanti ai locali

image
3- Hoge Veluwe: un parco museo all’aperto dove poter pedalare per km fra boschi, dune, paludi e brughiere ed avvistare animali percorrendo ciclabili con bici a disposizione. Fra paesaggi rarefatti e dune improvvise puoi fermarti a sostare nei sentieri, ammirare opere d’arte e visitare il Muoseonder di scienze naturali dove poter osservare un albero dalle sue radici. In questo luogo arte, scienza, cultura, natura e paesaggio sono in dialogo fra loro e con il visitatore.

image

4- I campi di tulipani e il parco fiorito Keukenhof.
Non ci sono commenti da fare. Bastano le foto. Km e km di colori e forme che si perdono a vista d’occhio. Canali, cielo, mulini e piste ciclabili la cornice dove queste macchie cromatiche si perdono. Un’ emozione che vale anche da sola questo viaggio. Keukenhof è un immenso parco fiorito visitabile solo per alcune settimane in primavera. Racchiude oltre 7 milioni di fiori da bulbo, piantati ogni anno. Visitarlo è esaltante per la varietà dei colori e delle forme dei tulipani. Si cammina per km passeggiando fra un’aiuola ed un’altra fra famiglie in visita e serre. Molte anche le soste possibili su opere d’arte all’aperto.

image

5- I mulini a vento.
L’architettura di questi buffi edifici accompagnano il viaggio in modo naturale; poi ci sono parchi tematici di Kinderdijk e Zaanse Schans in cui soffermarsi per alcune ore camminando fra i campi ed ammirandoli da vicino o addirittura potendoli visitare. In questi parchi puoi sostare, prendere delle bici e ammirare la fauna.

image
6- Giethoorn credo che sia uno dei paesi del nord fra i più deliziosi. Un incrocio di strade, canali, case-ville con tetto in torba, giardini fioriti, verde intenso del giardino, arredi da giardino e piccoli moli su cui attraccare. Ho visitato questo paese accarezzato dal sole e dall’intensa luce del nord, sostando sui ponti e osservando le piccole imbarcazioni muoversi fra i canali. Architettura, paesaggio e flora sono in completa armonia e gli occhi hanno provato a trattenere non solo i colori e gli scorci quanto la tranquillità di questo che a noi è sembrato un villaggio uscito da una fiaba.

image

7- Utrecht: una cittá viva, giovane sui canali. Puoi sostare nel suo centro passeggiando fra negozi e ponti tra bici e ragazzi e poi terminare la giornata in uno dei locali del centro lungo il fiume che si anima di una piacevole atmosfera del nord alla luce della primavera.

image
L’Olanda fiorita è proprio quel paese che da bambina qualcuno mi aveva portato a sognare al di là di un nome lontano, un luogo fatto di armonia, di colori, di casette con tetto di paglia e di lunghe strade che corrono parallele ai campi colorati e bici sfreccianti. Quell’immagine immaginata e nata da me bambina, si è sovrapposta dopo tanti anni a quella di adulta dell’Olanda reale.

Sono stata felice che quasi tutto, almeno per una volta, sia come avevo immaginato.

A proposito dell'autore

Barbara Ciccola

Insegnante di professione, turista per passione, fotografa per diletto. Amo sognare e progettare i miei viaggi come un modo per conoscere e scoprire me stessa. Parecchi i viaggi fatti, molti di più quelli ancora da fare e da raccontare.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata