Il Montenegro è un paese tutto da scoprire, partendo dalla capitale Podgorica e dirigendosi verso le montagne a nord del paese, dove in inverno le cime innevate dei parchi nazionali Biogradska Gora e Durmitor non hanno nulla a cui inviare alle più prestigiose e conosciute montagne dell’arco alpino.

Montenegro in inverno

Montagne impervie e spettacolari dove praticare numerosi sport invernali quali sci di fondo, sci alpino, ciaspole, e passeggiate nella foresta primordiale più importante d’Europa, dove ci si può imbattere, a seconda della stagione, in animali selvatici come cervi, lupi, cinghiali, orsi e aquile.

Montenegro in inverno

Kolašin è la principale località montana del Montenegro, facile da raggiungere sia in auto che in treno partendo dalla capitale Podgorica. Il viaggio in auto è già un’esperienza spettacolare: 71 chilometri lungo il Canyon di Moraca, con punti profondi tra i 300 e 400 metri.. In inverno l’intera volta delle gallerie lungo la statale è ricoperta di stalattiti, alcune lunghe 50-60 centimetri, belle da vedere ma anche pericolose se si dovessero staccare proprio durante il passaggio in auto.

Canyon di Moraca, Montenegro

Prima di giungere a Kolašin vale la pensa fermarsi al Monastero Morača, uno dei più importanti monasteri ortodossi del Montenegro con alcuni dei più importanti capolavori dell’arte religiosa montenegrina. Un luogo di pace e silenzio, dove fermarsi per qualche minuto (o qualche ora) a contemplare il panorama del Canyon Morača.

Monastero Morača, Montenegro

Dopo meno di due ore di auto si raggiunge Kolašin, graziosa cittadina situata fra i pendii dei monti Bjelasica e Sinjajevina. 

Kolašin, Montenegro

Lo Ski Center Kolašin 1450 è situato a 10 chilometri a est di Kolašin a un altitudine di 1450 metri, nel Parco Nazionale Biogradska Gora: si tratta di un buon centro sciistico con oltre 30 chilometri di piste di varia difficoltà. Evitare i fine settimana quando l’intera zona è letteralmente presa d’assalto da sciatori provenienti da ogni parte del Montenegro e da paesi limitrofi come Serbia e Albania.

Ski Center Kolašin 1450 - Montenegro

Il pass giornaliero ha un costo di 20 euro, mentre sci e scarponi si possono noleggiare al costo di 13 euro. È infine disponibile un servizio navetta da Kolašin allo ski center: 1 euro a tratta con partenza dal Bianca Resort e Spa ogni mattina.

Ski Center Kolašin 1450 - Montenegro

Sciare nella foresta vergine è indubbiamente una delle ragioni per visitare il nord del Montenegro: alberi centenari fanno da cornice alle piste ma per gli sciatori più esperti avventurarsi nei numerosi fuoripista presenti in zona è un’esperienza ancora più indimenticabile. Con gli sci da free ride mi ci sono cimentato per una giornata intera e devo ammettere che è stata una delle più belle esperienze mai provate sugli sci.

Foresta vergine Montenegro

Kolašin è anche conosciuta per i suoi numerosi locali e bar tra i quali spicca il Copj per l’atmosfera rilassata, l’ottima musica e sopratutto per la birra locale Nikšić, l’unica birra nazionale locale, prodotta dal 1896 e venduta a poco più di 1 euro a bottiglia.

Copj bar Montenegro

Ciaspolare sulle sponde del lago di Biogradska, all’interno del parco Biogradska Gora è un’altra esperienza che difficilmente si può dimenticare: circa mezz’ora di auto da Kolasin fino all’imbocco del sentiero per il lago.

Lago di Biogradska - Montenegro

Dal parcheggio si impiegano circa 45 minuti per raggiungere il lago, attraverso una strada sterrata attraverso il bosco costituito da faggi, abeti, ginepri, frassini, aceri e olmi ricoperti di neve, nel silenzio assoluto: non ci sono case, macchine, rumori ma ci si ritrova da soli circondati dalla natura più selvaggia.

Lago di Biogradska - Montenegro

Un sentiero costeggia l’intero perimetro del lago, ghiacciato e ricoperto da un manto nevoso: un bel colpo d’occhio anche in giornate tipicamente invernali con cielo grigio e spruzzi di neve trasportati dal vento.

Lago di Biogradska - Montenegro

Infine, le montagne montenegrine non offrono solo piste sciistiche e paesaggi mozzafiato: la cucina locale vanta tantissimi piatti variegati, quasi sempre a base di carne, e l’immancabile cabbage, il cavolo cappuccio.

Pranzo in rifugio - Montenegro

Informazioni pratiche

Dove dormire: Bianca Resort & Spa in centro a Kolašin, un edificio moderno, dal design curato e con camere accoglienti e confortevoli. Occhio al ristorante: al tempo della mia visita il servizio era a buffet, con piatti non sempre impeccabili. La Spa è piccola, basilare, ma una sauna dopo una giornata passata nel freddo delle montagne fa sempre bene.

Bianca Resort Kolašin - Montenegro

Dove mangiare: Vodenica , ottimo ristorante situato all’interno di un vecchio mulino, con piatti tipici della zona. Bella atmosfera e soprattutto portate di ottima qualità.

Vodenica - Montenegro

Per colazione: Djesko, un locale semplice ma che serve il miglior Bureci del Montenegro.

Bureci - Montenegro

Tutte le foto del viaggio in Montenegro

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: