7MML coinvolge professionisti dell’immagine e della comunicazione in un viaggio ispirato dal cuore e guidato dal desiderio di conoscere altre realtà, finalizzato all’aiuto umanitario, alla valorizzazione etica ed estetica del viaggiare consapevole, alla sensibilizzazione ecologica nei confronti dell’ambiente.

Le tappe precedenti:

Ora la nuova squadra di avventurieri ha preso in carico i veicoli e le attrezzature ed è pronta per la traversata dal Sudamerica fino in Kenya. Le offerte raccolte da questa tappa verranno destinate alla campagna “Operazione donna” a cura del Centro aiuti per l’Etiopia. L’area del Wollaita, dove il Centro Aiuti per l’Etiopia intende sviluppare il progetto proposto, è una delle zone della regione SNNP (Nazioni Nazionalità e Popoli del Sud). La città principale attorno cui ruotano la maggior parte delle attività è Sodo (circa 100.000 abitanti), capoluogo della Regione. Collocata a circa 380 chilometri a sud di Addis Abeba, è una delle poche città della regione dotata di un buon sistema di infrastrutture, collegata ad Addis Abeba da una strada asfaltata. Sodo ospita l’unico ospedale pubblico del Wollaita, struttura costruita circa 40 anni fa e oggi assolutamente sottodimensionata per fare fronte alle esigenze della popolazione.

Acquista miglia e partecipa anche tu all’impegno di 7MML!

Dal diario di Akis Temperidis

Le metropoli africane sono solitamente luoghi strani e Nairobi è uno di loro . Ci sono più ragioni per le quali i viaggiatori indipendenti evitano la capitale del Kenya: gli ingorghi che demoliscono i nervi , i piccoli furti , i reati più gravi , gli attacchi terroristici precedenti e condizioni igieniche precarie, sono alcuni buoni motivi per starvi lontano.

Dall’altra parte uno stop a Nairobi è d’obbligo: per ottenere la Visa per uno stato vicino – come deve fare il team Africa #7 con il visa per il Sudan – per comprare un po’ di viveri per i giorni a venire, per aggiustare gli strumenti rotti oppure andare negli ospedali privati.

A parte le difficoltà della vita di tutti i giorni, le metropoli africane sono di solito brutte e difficili da interpretare. Nairobi non è un’eccezione, nonostante la città sia circondata da verdi colline e un parco nazionale inglobato con giraffe, leoni e rinoceronti neri. Non vi è in realtà alcuna altra città al mondo con un parco safari accanto.
Il centro della città di Nairobi è moderno, ha uno skyline piuttosto impressionante di nuovi grattacieli in costruzione, ma, sebbene tutto ciò, l’anarchia domina la città per quanto riguarda il traffico e l’architettura .

Il centro della città , dove abbiamo fatto una passeggiata per ore oggi senza un preciso motivo, è un teatro di vita dura , non è un posto accogliente. Le strade sono sature di persone provenienti dai quartieri poveri che cercano duramente di guadagnare 1 euro al giorno vendendo qualsiasi cosa: un arnese di legno, una Sim card, un parcheggio gratuito o anche niente se non comprare un po’ della vostra pietà. Nairobi è piena di mendicanti, è una città di occhi affamati e arrabbiati, che trasmettono un’energia negativa.

Leggi la puntata successiva: injera e caffè… ecco l’Etiopia

A proposito dell'autore

7 Mila Miglia Lontano

L'associazione culturale 7MML è diretta da Giuliano Radici (presidente) e Marco Bariselli (tesoriere).

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: