La Cina è il paese più popoloso al mondo ed è una nazione ricca di contraddizioni. Può anche rivelarsi una destinazione meravigliosa, ma il rischio di ritrovarsi con un gran mal di testa durante il viaggio non è da sottovalutare.

Io ho avuto la fortuna di abitare a Shanghai per quasi un anno, perciò vi voglio offrire qualche consiglio utile affinché siate il più preparati possibile prima di arrivare in Cina.

1. Procuratevi un visto! I cittadini americani o canadesi possono richiedere un visto valido per ben 10 anni. Se non siete tra questi fortunati e avete un passaporto dell’Unione Europea il visto sarà valido per un anno, ma potete ottenere ingressi multipli validi ciascuno fino a 60 giorni (queste le condizioni imposto al momento in cui scrivo questo articolo, per informazioni aggiornate rivolgetevi all’ambasciata cinese del vostro paese). Ricordatevi anche che il visto sarà valido per tutta la Cina, ma per entrare specificatamente a Hong Kong, Macao e Taiwan ai viaggiatori con passaporto dell’Unione non è richiesto alcun visto.

Visto per 10 anni - Cina

2. Procuratevi un VPN (Virtrual Private Network). Ricordatevi che in Cina alcuni siti sono bloccati, tra cui Facebook, Twitter, YouTube, Google (compresi Gmail, Google Maps, Google docs e tutti gli altri servizi Google) e Dropbox. Se volete (o dovete) accedere a questi siti vi servirà un VPN. Può sembrare un problema, invece è piuttosto semplice. Una breve ricerca su Google (o Bing se siete già in Cina) vi fornirà diverse opzioni utili. Se prevedete di restare in Cina per un lungo periodo potreste comunque andare incontro ad altre complicazioni, ma per un breve periodo un VPN sarà sufficiente.

Palazzo Tulou - Cina

3. Comprate una mascherina per filtrare l’aria. Soprattutto per viaggiare senza pensieri. Mentre viaggerete in Cina probabilmente l’inquinamento non sarà molto grave nella maggior parte dei casi (Pechino è l’eccezione più ovvia), ma è comunque meglio partire preparati. Basta andare in una qualsiasi farmacia e chiedere una maschera con il filtro.

4. Segnatevi l’indirizzo di Shanghai Air Pollution. Vi fornirà informazioni aggiornate sull’inquinamento della vostra prossima destinazione, così saprete con anticipo se dovrete utilizzare la vostra mascherina oppure no.

Esercito di terracotta - Cina

5. Rilassatevi. La popolazione cinese è unica al mondo e potreste aver sentito storie di turisti imbrogliati dalla gente del posto per far loro pagare un prezzo eccessivo per il servizio ottenuto. Nel corso della mia esperienza ho ritenuto che, come turisti, è meglio accettare tale situazione. Di tanto in tanto mi capitava di pagare più del necessario per i miei acquisti o per il taxi, ma sinceramente si trattava di piccole cifre in cambio di aneddoti divertenti da raccontare agli amici (e della possibilità di imparare dai miei sbagli). Inoltre i soldi persi hanno probabilmente molto più valore per chi ve li ha spillati che per voi. Perciò rilassatevi e godetevi il viaggio, solo così riuscirete ad apprezzare pienamente una nazione che è unica al mondo sotto molti aspetti.

Nanjing - Cina

A proposito dell'autore

Robert Gebhardt

Sono italo-americano, nato a New York, cresciuto in Argentina e Svizzera. Ho vissuto in Italia, Stati Uniti e Corea del Sud, ma ancora non mi sono stancato di viaggiare. Dopo aver passato un anno a Shanghai ora mi sono trasferito a Taiwan, e ne sto approfittando il più possibile per viaggiare in questa parte del mondo.

Post correlati

1 risposta

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: