Bastano solo pochi chilometri da Roma in direzione sud per trovarsi in un’ambientazione così differente dalla capitale da pensare di esserne molto più distanti: siamo ai Castelli Romani per la terza tappa di #siciliaontheroad.

Lasciato il B&B Martini e il caratteristico Quadraro, ci siamo spostati a Marino, uno dei 14 paesi che costituiscono i Castelli Romani, immersi nella suggestiva e rilassante cornice naturale del B&B Ai Glicini.

B&B ai Glicini di Marino

Tutta la zona è un’area protetta di particolare interesse naturalistico e ha una storia molto antica e turbolenta. La nascita della denominazione Castelli Romani risale a dopo la caduta dell’impero romano quando le famiglie più potenti e importanti si suddivisero il territorio in feudi e ne presero possesso. Si arrivò così ad avere i Colonna a Marino, i Chigi ad Ariccia, gli Sforza a Genzano e Lanuvio e così via.

Dalla nostra postazione di Marino, abbiamo comodamente visitato alcuni punti caratteristici come il Lago Albano, il lago di Nemi, Genzano ed Ariccia.

Il Lago Albano si trova tra i comuni di Marino, Castel Gandolfo, Albano Laziale e Ariccia, è un lago di origine vulcanica ed è il più profondo d’Italia. Considerata la vicinanza con Roma, è una delle mete più frequentate per le così dette gite fuori porta, difatti il litorale è attrezzato con ristoranti, stabilimenti balneari, piscine, bar e ogni altra attrattiva turistica. Dal punto di vista archeologico, lungo la costa sono presenti diversi reperti dell’epoca romana come i resti dell’emissario artificiale, il Ninfeo Dorico e quello del Bergantino conosciuto anche come Bagno di Diana.

Poco più a sud del lago Albano si trova quello di Nemi, molto più piccolo è anch’esso di origine vulcanica. A differenza del precedente si presenta selvaggio e incontaminato, con pochi visitatori dediti principalmente alla contemplazione e all’ascolto della natura. Non ci sono spiagge e anche l’accesso con l’auto non è dei più semplici, ma forse proprio per questi motivi, conserva un qualcosa di magico ed estremamente rilassante. Flora e fauna ne sono i padroni e dall’alto le cittadine di Genzano e di Nemi sembrano sorvegliarne la quiete.

Genzano di Roma è perlopiù famoso per l‘infiorata, un’appuntamento annuale che ricorre dal 1778 e che rappresenta per gli abitanti un motivo di grande orgoglio, più che giustificato, considerata la bellezza delle rappresentazioni artistiche presentate. Tre giornate di realizzazione ed esposizione di un incredibile assortimento di colori, profumi e disegni realizzati con petali di fiori che terminano con lo “spallamento“, ovvero la lunga corsa dei bambini del paese che spargeranno i petali distruggendo i disegni così come avviene per i mandala di sabbia.

Genzano di Roma

Di Ariccia abbiamo apprezzato la maestosità del palazzo Chigi all’ingresso del paese, la magnifica vista di cui si può godere dai grandi ponti che la attraversano e la famosissima e buonissima porchetta di Ariccia. Per questi e per altri motivi, tra cui la presenza di diverse opere architettoniche del Bernini commissionategli dai Chigi, Ariccia è uno dei Castelli Romani più amati e frequentati soprattutto alla sera lungo la vie delle Fraschette.


Di origine antichissima, le fraschette fino a qualche decennio fa mantenevano la loro caratteristica di essere una rivendita principalmente di vino e di offrire la possibilità ai clienti di sostare consumando il vino acquistato accompagnato con cibo portato da casa. Oggi, avendo ottenuto la possibilità di somministrare i pasti, sono dei veri e propri ristoranti che tuttavia mantengono una ruralità che non si trova da nessun’altra parte. Passando davanti alla lunga fila di fraschette, si viene richiamati ad entrare in una o nell’altra senza troppa riservatezza; sta al visitatore essere accorto e fare la scelta migliore, una tecnica che ci piace adottare e che ci da sempre ottimi risultati, è quella di chiedere alle persone del posto: “Scusi lei che è del posto, dove mi consiglia di andare?” Dietro consiglio di una giovane coppia abbiamo cenato all’Hostaria da Sora Lella, ed è stato un ottimo consiglio!

Anche la scelta del B&B ai Glicini ci ha molto soddisfatti; i grandi alberi, la quantità di spazio verde e il solo rumore della natura, ci hanno subito conquistati! Situato in un punto strategico, fuori dal caos urbano ma in una posizione dove si raggiunge in pochissimi minuti l’Appia nuova, ci ha consentito, in soli due giorni, di fare agevolmente diversi giri nei dintorni.

Il comfort della stanza e della zona giorno condivisa che abbiamo ampiamente vissuto, le buonissime marmellate preparate da Antonella con i frutti del giardino e la sua disponibilità a raccontarci un po’ di storia di questa zona, hanno reso la nostra permanenza, seppur breve, molto piacevole e rilassante!

B&B ai Glicini Marino

Per seguire il nostro viaggio: #siciliaontheroad @nonsoloturisti @thereallifelive 

A proposito dell'autore

Life Live

In giro per il mondo alla scoperta del nostro magnifico Pianeta. Viaggi, esperienze, pensieri, emozioni e frammenti di Vita. Viaggiare facendovi viaggiare, dare valore a ciò che di bello che c’è nel mondo, vivere esperienze “reali”, autentiche al di là dei canali turistici di massa.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: