Parigi, città dalle ampie strade e dalle viuzze strette, è una di quelle metropoli europee nella quale ci si perde riscoprendo di volta in volta un’infinità di centri urbani, dagli stili artistici e architettonici più disparati.

Tra i punti di interesse più famosi, compaiono di fama mondiale, come gli Champs Élisées, Notre-Dame, l’Arco di Trionfo, la Torre Eiffel, il Louvre e il Musée d’Orsay. Al tramonto una passeggiata lungo la Senna la rendono una delle città più romantiche e sognanti d’Europa.

Tuttavia, la capitale francese non favorisce solo lo sbocciare dei sentimenti amorosi. Da una parte alletta i buongustai con le sue specialità enogastronomiche e incanta i professionisti in cerca di spunti tratti dal design di abiti e beni di lusso mentre, dall’altra parte attira letterati, artisti e giovani avventurosi che desiderano vivere la parte meno nota di Parigi e far parte di essa.

Notre Dame_Parigi_Rui Pereira

Le insolite mete turistiche parigine comprendono il cimitero di Père-Lanchaise al XX Arrondissement, più volte ricordato da Daniel Pennac nei suoi romanzi e dove riposa tra gli altri anche Jim Morrison. Nel cimitero di Montparnasse giacciono invece i resti di Jean-Paul Sartre e Simone de Beauvior. Artisti e letterati che abitavano in appartamenti di fortuna, adeguati per le tasche perennemente vuote degli intellettuali che fecero la storia della città e che ruotavano soprattutto attorno a Montmartre. È su questa collina che si trova ancora il Moulin Rouge, il locale dove ci si riuniva per ballare e divertirsi.

Interessante anche il Quartiere Latino, sulla riva sinistra della Senna, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Per chi apprezza la musica e volesse trascorrere una serata in un luogo originale, il Caveau de l’Huchette, è un bar molto interessante. Lo si trova 5 rue de la Huchette, nei sotterranei di Saint-Michel.

Una visita a Parigi quindi offre l’opportunità sia di visitare i monumenti più famosi e riprodotti nei libri di storia dell’arte, che di andare alla scoperta del lato più nascosto e affascinante della città.

Parigi_Roberto Ventre

Come alternativa all’hotel si può scegliere di soggiornare, anche se per pochi giorni, in appartamento, ciò consente di vivere una Parigi più urbana e coinvolgente lasciandosi ad esempio inondare dal profumo di caffè, croissant e macaron del bar vicino, situato magari a due passi dal Café de Flore, dove un tempo sedevano Hemingway o Sartre o Salvador Dalì.

Calarsi nella vita parigina e nella sua quotidianità potrebbe essere un’esperienza a tutto tondo. Il sito Only-Apartments offre una vasta scelta di appartamenti provvisti di tutto il necessario e per tutte le tasche, senza i vincoli di orario di un albergo e vicinissimi ai luoghi di interesse, più famosi e meno, di una delle città più visitate al mondo.

Foto di copertina: Parigi, di Moyan Brenn

A proposito dell'autore

Redazione

Notizie, offerte di viaggio, proposte, eventi, spettacoli, itinerari e molto altro ancora scelti per voi da Marco e Felicity

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata