La Toscana è una delle regioni più apprezzate del nostro paese, sia per i suoi splendidi quanto variegati paesaggi, sia per la sua tradizione enogastronomica. Tuttavia la Toscana è anche una cornice impagabile per fare attività fisica e offre percorsi e splendidi scenari anche per numerose discipline sportive.

Toscana

Gli amanti del trekking troveranno in Toscana pane per i propri denti: questa regione offre infatti moltissimi percorsi ed escursioni di tutti i livelli e le difficoltà. Chi è alle prime armi può cimentarsi con il trekking urbano di Siena, un itinerario podistico di facile livello che permette di passeggiare nel senese alla scoperta del paesaggio di questa città e delle sue bellezze naturalistiche.

Decisamente più impegnativa è la Grande Escursione Appenninica, un percorso di trekking di 25 tappe che con i suoi 400 chilometri collega la regione con l’Umbria e con le Marche.

Trekking urbano - Siena, Toscana

Gli amanti delle immersioni in Toscana non hanno che l’imbarazzo della scelta. In corrispondenza dell’Isola di Giannutri, in provincia di Grosseto, immergendosi si può vedere un suggestivo relitto di nave affondato negli anni Sessanta adagiato su un fianco e cirdcondato da auto d’epoca che al tempo erano imbarcate sulla nave. Presso l’isolotto di Cerboli – tra Follonica e Piombino – si possono vedere invece gogonie rosse, numerosi pesci, aragoste e una gigantesca ancora di epoca medievale.

immersione giannutri_SImone Carletti

Gli appassionati di golf potranno invece sperimentare un’esperienza unica di questa pratica sportiva al Toscana Resort Castelfalfi. Questa tenuta infatti è stata riqualificata attraverso un importante progetto di recupero volto alla valorizzazione del territorio e alla conservazione del paesaggio. Il campo da golf è stato ottenuto dalla bonifica di un campo agricolo in disuso e si inserisce in un paesaggio da sogno, circondato da dolci e verdi colline, uno scenario campestre da cartolina.

Per i ciclisti uno dei percorsi più suggestivi è quello che collegando Siena e Firenze attraversa tutto il Chianti: un circuito di 65 chilometri che permette di attraversare una delle zone di collina più apprezzate al mondo attraverso i suoi paesaggi mozzafiato e i suo borghi medievali come Castellina, Panzano e Greve in Chianti. Pedalare tra queste strade collinari è un’esperienza unica di comunione con la natura e di vera folgorazione estetica, inoltre i piccoli borghi chiantigiani offriranno dei piacevoli luoghi di ristoro dove poter apprezzare la cucina genuina e i vini di questo territorio dopo una faticosa e appagante giornata in sella.

Cicloturismo - Chianti, Toscana

Infine i runner possono provare l’ebrezza di correre in una delle città d’arte più belle al mondo: Firenze. Qualora non vengano colti dalla sindrome di Stendhal – anche detta sindrome di Firenze perché scatenata talvolta dalla vista di numerose opere di straordinaria bellezza – potranno cimentarsi in un percorso di 12 chilometri per il centro del capoluogo toscano. Tuttavia è consigliabile una corsa all’alba, prima che i turisti affollino le strade e si riversino davanti ai monumenti della città.

Firenze, Toscana

Il percorso è circolare, parte e si conclude a Santa Croce e tocca tutti i luoghi più famosi della città come Ponte Veccchio, Piazza della Signoria, Piazza del Duomo, Palazzo Strozzi, San Lorenzo, San Marco e i giardini di Piazza d’Azeglio.

Foto di copertina: trekking in Toscana, di Luigi Mengato

A proposito dell'autore

Giulia Menicucci

Laureata in filosofia, copywriter di professione, curiosa per vocazione. Viaggiare per me non significa visitare nuovi posti, ma viverli attraverso paesaggi, territori, sapori e tradizioni. Significa spogliarmi della mia cultura e del mio punto di vista, aprirmi e lasciarmi contaminare.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: