Giustamente detta anche la “regina dell’Adriatico”, Venezia non smette mai di attrarre visitatori da ogni dove che la raggiungono via aereo, via terra e, naturalmente via mare per poi percorrere i suoi canali lasciandosi placidamente condurre dal movimento ondulatorio delle romantiche e affusolate gondole veneziane.

Venezia (foto di EricaAlessia)

Certo, un giro in gondola può essere un pochino oneroso, per questo il vaporetto può essere una valida ed economica alternativa per raggiungere i punti più suggestivi di Venezia come la cosmopolita, per storia e stili architettonici, Piazza San Marco. Attenzione però, una corsa singola equivale a 7 euro e per questo si potrebbe pensare di fare un biglietto valido per almeno 12 ore il cui prezzo complessivo ammonta a 18 euro. A proposito, attraversare il Canal Grande con il vaporetto è conveniente soprattutto per i bambini al di sotto dei sei anni. Per loro il giro turistico è gratis.

Venezia, Piazza San Marco (foto di tmal)

Perché raccontare dettagliatamente tutto quello che è possibile vedere durante un viaggio low cost che ha come protagonista l’elegante Serenissima? In fondo è sufficiente fare un elenco dei luoghi che possono essere raggiunti da ogni via scelta, terrestre o acquatica, come i ponti dell’Accademia, dei Sospiri o della Paglia.

Lo sfarzoso Palazzo Ca’ D’oro, all’interno del quale si può accedere senza spendere più di dieci euro o, se non si vuole spendere nemmeno quelli, la visita al Museo di Storia Naturale e al Museo Diocesano sono gratuiti. Ma, se si vuole lasciare un’offerta libera sarebbe un bel gesto. Sottolineerebbe l’apprezzamento che segue la vista e la contemplazione dei tesori veneziani. Si ricorda sempre che per i bambini l’entrata per la maggior parte dei centri artistici e culturali della città è libera.

Tra una visita e l’altra, si deve mangiare. Di solito ci si porta dietro il pranzo al sacco e si sbocconcella un panino per strada, per risparmiare. Tuttavia, luoghi economici dove assaggiare piatti tipici veneziani, come il baccalà Mantecato, i bigoli e il fegato alla veneziana, ci sono. Basta dare un rapido sguardo a Internet per orientarsi sul ristorante o l’osteria più vicina. Intanto che si decide dove mangiare, uno spritz per aperitivo è bell’è servito. In qualsiasi locale della Serenissima.

Partire per un viaggio low cost, alla scoperta di una Venezia, vista da un’altra prospettiva, diventa ancora più suggestivo se si decide di soggiornare all’aria aperta e quindi di dormire sotto le stelle. Di solito questa esperienza la ricerca chi ama il campeggio e sull’Isola del Lido c’è il terreno giusto per una vacanza alternativa. Terreno sulla quale sorge il Camping San Nicolò, l’unico campeggio nel mezzo della laguna, vicinissimo al mare e al centro storico della regina dell’Adriatico.

Venezia, Camping San Nicolò

Oltre ad essere attrezzatissimo, il Camping San Nicolò è un luogo raccolto, tranquillo e i campeggiatori possono contare sull’assistenza di personale specializzato, pronti ad accoglierli e, volendo, è possibile anche noleggiare una bicicletta per esplorare le spiagge circostanti. È un modo decisamente avventuroso e originale per soggiornare a Venezia, no?

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

1 risposta

  1. Venezia Help

    Per visitare Venezia ci vorrebbe almeno un mese! Noi pensiamo però che con le giuste indicazioni e qualche bella “dritta” qualsiasi persona, che abbia intenzione di passare qualche giorno nella splendida città Lagunare, possa riuscire a vedere tutti i monumenti più importanti, chiese, piazze e palazzi della bella Venezia e anche qualche scorcio di Venezia che solo i Veneziani conoscono. Sul sito http://www.venezia-help.com potrete trovare tutto ciò, oltre a qualche consiglio sui itinerari, ed alloggi per i turisti.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: