A Savigliano, in provincia di Cuneo, c’è un luogo dove arte contemporanea, tecnologia e laboratori guidano alla scoperta dei profumi e delle essenze del territorio. Si chiama Múses – Accademia europea delle essenze e da alcuni mesi è uno spazio in cui territorio, arte e tecnologia si coniugano per insegnare i segreti dei profumi e delle essenze.

Il Múses ha fatto rinascere il prestigioso Palazzo Taffini d’Acceglio di Savigliano, edificio rappresentativo dell’ambiente sabaudo sei-settecentesco, riallacciando le fila con la sua storia e con l’antica tradizione che vede la florida cittadina ai piedi delle Alpi Marittime, al centro dell’intensa produzione di officinali del Piemonte meridionale.

Múses - Accademia europea delle essenze

Ai profumi del territorio il Múses dedica le installazioni sensoriali, realizzate da artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo, che invitano i visitatori ad attivare l’olfatto e con questo a lasciarsi guidare in un affascinante percorso. Ci sono le campane olfattive di Maja Smrekar e Andrej Strehovec, che risvegliano le emozioni legate ai ricordi olfattivi con un’immersione nelle essenze: dalla lavanda all’elicriso, dalla menta all’issopo, alla melissa. Ci sono le installazioni sonore di Tamara Repetto, profumate alle rose, le creazioni floreali di Špela Volčič, omaggio al luogo che le ospita. La corte d’onore ospita il giardino dei sensi realizzato con le erbe officinali e i fiori tipici del territorio che stupisce con la fontana di Franz Stähler, profumata con sentori differenti a seconda delle stagioni.

Múses - Accademia europea delle essenze

Dopo il tuffo estatico nell’arte, il Múses accompagna con video installazioni, strumentazioni d’epoca, personaggi che hanno innovato le tecniche produttive, nei segreti dell’arte profumiera nei secoli: dall’origine della distillazione all’incontro tra Venezia e Bisanzio, dalle rotte veneziane verso Oriente allo sviluppo della profumeria in Europa grazie a Caterina de’Medici, fino all’elaborazione di un prodotto molto specifico, quale l’acqua di Colonia. Si scopre, per esempio, che l’origine della famosa acqua di Colonia è piemontese e il suo inventore, Giovanni Maria Farina, nato nel 1685 a Santa Maria Maggiore in Valle Vigezzo, rivisitò la ricetta segreta dell’Aqua Mirabilis, ereditata da Giovanni Paolo Feminis, dedicando l’inedita eau de Cologne alla nuova patria d’adozione.

Il Múses è anche occasione per imparare attraverso laboratori che guidano alla creazione di un proprio profumo personalizzato, di un unguento, di un cosmetico naturale e non solo. L’aula polifunzionale composta da 18 postazioni multimediali tra le più innovative in Italia per qualità tecniche e prestazioni nell’analisi sensoriale, propone momenti di formazione, didattica e laboratorialità per il grande pubblico ma anche per un’utenza specializzata. Particolare è dedicata ai più piccoli, con percorsi e iniziative che educano alla sensorialità.

Múses - Accademia europea delle essenze

Una visita guidata al Múses, infine, può essere accompagnata dalla scoperta dei luoghi e dei produttori che, grazie a filiere come Bottega Reale Saperi del Piemonte, trasformano le materie prime in prodotti per la cosmesi di grande originalità. Al Múses è anche presente l’antica tradizione da cui nasce la profumeria artistica veneziana, rappresentata dal prestigioso marchio The merchant of Venice.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata