Il dilemma di ogni viaggio per molti ha inizio con la preparazione della valigia; deve essere non troppo ingombrante ma avere anche tutto il necessario per potersi godere al meglio i giorni lontani da casa. La scelta tra oggetti utili e oggetti non indispensabili, a volte va in contrasto con lo spazio disponibile e il rischio di dimenticare qualcosa di fondamentale è sempre dietro l’angolo.

Personalmente ad ogni partenza, quando sono già in auto o sul treno, passo in rassegna mentalmente tutto ciò che ho inserito in valigia assicurandomi solo di avere lo stretto necessario e rasserenandomi dicendo, come la nota pubblicità, che per tutto il resto c’è la carta di credito!

Strumenti utili al viaggiatore

Ogni vacanza ha un tipo di valigia a sé, in base al clima o allo scopo del viaggio si prepara un bagaglio mirato; è chiaro che un viaggio d’affari a Milano avrà una valigia diversa rispetto ad una luna di miele ai Caraibi, per restare negli stereotipi. Indipendentemente da tutto ciò, ci sono alcuni elementi sempre presenti come il beauty case con gli accessori per l’igiene personale e la biancheria intima e altri che possono tornare molto utili seppur non indispensabili come un paio di scarpe per tutti i giorni e un paio eleganti per eventuali occasioni particolari, uno zaino per escursioni e gite giornaliere, una mantella o k-way per le scongiurate giornate di pioggia piuttosto che l’ombrello se non si vuole rinunciare all’eleganza o un buon libro per i momenti di relax. E a proposito di relax, tra gli oggetti personali, i tappi per le orecchie possono essere un salvavita in caso di vicini di stanza troppo rumorosi o di alloggi situati in zone particolarmente trafficate o chiassose.

Dai vari viaggi ho imparato che in ogni valigia c’è sempre spazio per un costume da bagno poiché la possibilità che l’alloggio abbia una piscina o una zona con sauna inaspettata, vale sempre il rischio di occupare invano qualche centimetro della mia borsa!

Strumenti utili al viaggiatore

Per quanto riguarda l’area tecnologica invece, oggi sempre più risulta fondamentale portare con sé dispositivi quali smarthone, tablet o computer e relativi accessori  per la carica in quanto tendono a scaricarsi sempre troppo in fretta. Quindi ogni valigia che si rispetti ai giorni nostri non può chiudersi senza l’inserimento di strumenti utili al viaggiatore come carica batterie, trasformatori e adattatori dei quali, se si viaggia spesso, è bene averne un doppione da conservare sempre nella valigia per evitare dimenticanze, acquistato magari con qualche vantaggiosa offerta online come i coupon unieuro. Un consiglio è quello di munirsi di una spina elettrica internazionale in quanto anche viaggiando solo all’interno dell’Europa, ci sono paesi che utilizzano delle prese elettriche diverse dalle nostre.

Per chi vuole essere indipendente rispetto alle prese di corrente e al tempo stesso si vuole assicurare un’intera giornata di utilizzo sfrenato dello smartphone, la soluzione migliore è dotarsi di un carica batterie portatile che abbia però un’autonomia di almeno tre o quattro ricariche.

Potente, comodo e bello da vedere, il Lumsing Power Bank da 13000 mAh ha risolto i miei problemi di autonomia della batteria soprattutto in quei viaggi dove l’uso del dispositivo è elevato perché ci sono tante belle cose da fotografare oppure quando la connessione dati è pessima e quindi essere online richiede un maggior consumo di energia. Dotato di due uscite USB e adatto a tutti i modelli di smartphone e tablet, se completamente carico, assicura almeno 4 ricariche complete, ciò significa che in un viaggio breve come un fine settimana, può addirittura sostituire il carica batterie classico. Si ricarica in una notte con una spina con uscita micro USB, nella confezione è contenuto un cavetto usb/micro usb da attaccare al proprio adattatore. Unica raccomandazione: controllare l’amperaggio del proprio adattatore in quanto è necessaria un’intensità della corrente di almeno 1.8A, in genere i comuni adattatori per smartphone arrivano a 1.5A e non sono pertanto sufficienti.

Strumenti utili al viaggiatore

Infine tra gli strumenti utili al viaggiatore soprattutto per i viaggi che durano dalle due o tre settimane in su, c’è senza dubbio la scheda telefonica prepagata internazionale, ce ne sono di diverse compagnie, utilizzabile sia per le chiamate che per la connessione dati evitando così di spendere enormi cifre con il proprio gestore telefonico abituale.

Valigia fatta, pronti per partire?

 

A proposito dell'autore

Sara Perico

Life Coach, mi occupo di crescita personale e di educazione emotiva e il viaggio è la massima espressione della crescita. Se non si torna da un viaggio almeno un po' cambiati, vuol dire che si è mai partiti.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: