Sabato 23 gennaio a Putignano è cominciato il Carnevale più lungo d’Europa, giunto quest’anno alla 622ª edizione. Domenica 24 gennaio già la prima sfilata con le opere realizzate dai maestri cartapestai, ma sarà giorno di sfilate anche domenica 7 febbraio e martedì 9.

Sette i carri allegorici che sfileranno, sette opere in cartapesta che indagano aspetti profondi e attuali legati alla diversità, il tema scelto per l’edizione 2016 del Carnevale. Protagonisti saranno anche 13 gruppi mascherati e cinque maschere di carattere che completeranno la parata.

Carnevale di Putignano

Un tema attuale quello della diversità, intesa come ossimoro dell’esistenza, come valore, come risorsa e anche come diritto. “Un tema con il quale ci siamo dovuti confrontare parecchio soprattutto in quest’ultimo anno – spiega Giampaolo Loperfido, Presidente della Fondazione del Carnevale di Putignano – spesso si ha timore del diverso, finché non lo si conosce, e in un mondo cosmopolita come quello attuale è importante apprendere e arricchirsi dal prossimo.”

“Nella strategia di promozione della Puglia sul piano culturale e turistico il Carnevale di Putignano è uno dei grandi eventi su cui la Regione ha deciso di puntare – ha spiegato Loredana Capone, Assessore Regionale all’Industria Turistica e Culturale – un appuntamento che ripropone la tradizione, ma che sa evolversi ogni anno. Un evento che contribuisce a rafforzare quella immagine della Puglia autentica per le sue tradizioni ancora vere e sentite, ma anche contemporanea perché sa rivisitare le sue tradizioni per parlare ad un pubblico sempre più vasto ed internazionale.”

I carri - Carnevale di Putignano

“Siamo pronti per scrivere una nuova storia moderna che è vecchia di 622 anni”, ha commentato Giampaolo Loperfido. “Il Carnevale è ormai una manifestazione pop, ma è anche una tradizione che si rinnova e si evolve ogni anno – ha spiegato il sindaco di Putignano Domenico Giannandrea– un attrattore turistico che richiama nella cittadina di Putignano un pubblico sempre più numeroso”

Anche quest’anno torna “Farinella tra i banchi” , un progetto di approfondimento e intrattenimento rivolto alle scuole primarie sulla tematica principe del Carnevale di Putignano: la Maschera. Il punto di partenza è Farinella, la maschera disegnata da Mimmo Castellano l’illustratore che nel 1953 ne ha dato tratto e colori. È questo un modo per conoscere, dalla voce della Maschera, aneddoti legati alla storia di questo personaggio; ad avvalorare tale happening culturale, la presenza del Presidente della Fondazione, Giampaolo Loperfido che analizzerà gli aspetti, tra folklore e semiotica, della maschera stessa.

Farinella - Carnevale di Putignano

Farinella è molto più di un iconico personaggio carnascialesco. “Dietro le vesti del jolly, in abito multicolore con cappello a due punte munite di sonagli – spiega Giampaolo Loperfido – nasconde l’antico volto gastronomico della cittadina murgiana.” Sì perché la farinella – sfarinato di ceci e orzo macinati e tostati – in un tempo lontano è stato il pasto di generazioni di contadini al lavoro nei campi.

Sostituta del pane, questa polvere color ocra ha sempre avuto le caratteristiche di un comfort food nutriente, genuino e, soprattutto, pratico take away a reale km 0: conservato in un sacchetto di tela da appendere alla vita dei pantaloni, veniva consumato tal quale in accompagnamento ai fichi freschi o secchi (in base alla stagione). Ma, ad un certo punto, ha conquistato perfino i palati dei signori come ingrediente di sostanza per ricette più ricche e goderecce sino a legare il suo gustoso sapore al nome della maschera simbolo del Carnevale datato 1394.

Informazioni pratiche

Anche per questa edizione del Carnevale di Putignano la viabilità cittadina sarà gestita e regolata attraverso una serie di varchi, posti nei principali punti di accesso al paese. L’anello esterno di Putignano sarà isolato attraverso i suddetti varchi per permettere l’accesso gratuito ai residenti, esibendo il proprio documento d’identità, o previo il pagamento di un ticket parcheggio. A seguire, tutti gli ospiti saranno indirizzati verso le aree di parcheggio appositamente istituite.

Il ticket ha un costo di 10,00 € per le auto; 20,00 € per i camper e le auto con roulotte; 50,00 € per i minibus e 100,00 € per gli autobus.

Ulteriori dettagli sul sito www.carnevalediputignano.it dal quale è possibile anche scaricare la “Farinella Card”, strumento utile per usufruire di sconti e agevolazioni.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata