L’Irlanda oltre alla splendida Dublino, alla costa frastagliata, ai pub e all’ottima birra, ha molto altro da offrire. Se la meta principale del viaggio è la capitale, nei dintorni si sviluppano svariate visite culturali molto interessanti che renderanno il tour irlandese unico e indimenticabile.

Un esempio di gita fuori porta inizia con una frizzante mattina fatta di caffè sorseggiato a lato di una villa palladiana, proseguendo con la giornata si può assaggiare il pesce appena pescato e incontrare simpatiche foche in porti da cartolina.

Alle porte di Dublino, Irlanda

Il luogo in cui i sensi si amplificano, con colline color porpora, altissime cascate e giardini in cui perdersi si trova alle porte di Dublino.

Nella contea Dublino Nord ad esempio si trova il pittoresco paesino costiero di Malahide, nella zona di Fingal, che ha mantenuto l’atmosfera di villaggio di una volta, placido e immutabile, nonostante lo sviluppo economico. E come tutti i paesini irlandesi che si rispettino, possiede molti pub con musica dal vivo, i negozietti caratteristici e tanti ristoranti multietnici, turchi, grechi, italiani che fanno di Malahide la capitale dei buon gustai sulla costa est.

Castello di Malahide, Irlanda

Castello di Malahide (Foto www.shutterstock.com)

Ma a rendere tanto famosa questo villaggio è sicuramente il suo castello, il Castello di Malahide, uno dei più antichi d’Irlanda. Per staccare dalla frenesia della capitale, questo luogo è ideale per dedicare un pomeriggio al relax e alla natura grazie al bellissimo parco che lo circonda. Il Malahide è uno dei castelli più antichi d’Irlanda: costruito nel XII secolo, diventò la residenza della famiglia dei Talbot fino al 1976. Si dice inoltre che il castello di l’attuale dimora di ben cinque fantasmi, che potrebbero farsi “vedere” durante uno dei ghost tour organizzati ogni settimana.

Per maggiori informazioni: Castello di Malahide

Per gli amanti della costa e del buon pesce, Howth, uno dei graziosi villaggi costieri che circondando la baia di Dublino, è una tappa obbligatoria. Vagabondando per le stradine si arriva dritti al porto con il faro di Baily che grazie alle scogliere immacolate rende Howth un vero paradiso per gli escursionisti. Si tratta di un piccolo villaggio di pesca costruito attorno al bel porto, può vantare una delle viste più spettacolari sulla costa di Dublino. Per concludere la visita a Howth non può mancare in tavola il salmone affumicato e il tradizionale e imperdibile fish and chips.

Howth, Irlanda

Infine, per immergersi completamente nell’atmosfera irlandese bisogna entrare in contatto con l’antico mondo dello sport gaelico, in particolare dell’Hurling e del Cash Gaelic Games, questi sport sono un misto tra il calcio, il rugby e l’hockey. Di tradizione celtica, sono gli sport più popolari e nelle immediate vicinanze di Dublino si può facilmente vedere una partita dal vivo e gustare lo spirito della sport da vicino.

Hurling in Irlanda

Il gioco del hurling (foto www.shutterstock.com)

Per gli irlandesi la partecipazione a questi giochi è un simbolo della propria identità culturale, quindi avvicinarsi a quel mondo significa apprendere le tradizioni e il folklore di questa terra antica e stupenda. Per gli amanti dello sport o semplicemente per i viaggiatori curiosi, in Irlanda c’è la Cash Gaelic Games School, ovvero un luogo dove imparare la teoria e poi la pratica del gioco del Cash Gaelic dove si combinano ritmo veloce, abilità magistrale e passione.

L’esperienza Daytripper nella Games School comprende una mezza giornata di attività tra cui una panoramica della storia e della mitologia degli sport nazionali e poi la messa in pratica delle regole creando piccole sfide con i partecipanti.

Il Gaelic nello stadio di Dublino, Irlanda

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata