La posizione privilegiata, rispetto alle città del Nord Italia e del Centro Europa, è senza dubbio uno tra i principali elementi di forza del porto turistico Marina di Varazze, attivo tutto l’anno. Questo approdo ligure rappresenta un punto di partenza ideale per raggiungere la Costa Azzurra e la Riviera dei Fiori, il Golfo del Tigullio e le Cinque Terre, la Corsica e le coste toscane.

Quella che viene considerata la struttura più moderna della Riviera di Ponente, si estende su una superficie di circa 232.000 metri quadrati, consente l’ormeggio a yacht a motore e barche a vela fino a 35 metri, per un totale di 800 posti barca.

Il contesto architettonico, realizzato nel rispetto dell’ambiente, è stato progettato da uno dei più prestigiosi studi italiani: quello degli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola di Torino, affiancati da Pietro Venezia di Varazze. Si tratta di otto edifici ispirati agli stabilimenti liguri dei primi del Novecento, costruiti in legno iroko e pietre a vista con tetti in rame antichizzato che si fondono con il suggestivo panorama circostante.

Marina di Varazze

Tutti i fruitori del Marina, possono beneficiare del massimo supporto a bordo e a terra, con servizi di “Luxury Concierge” su richiesta: noleggio di biciclette, di auto di lusso, babysitting a bordo, rifornimento cambusa, catering e sommelier a bordo, organizzazione di tour culturali ed enogastronomici nella zona del basso Piemonte, dog-sitting , assistenza tecnica e riparazioni.

Negli ultimi due anni, con il Marina di Varazze Fest, è stato approntato un  fitto programma di eventi musicali ed attività di intrattenimento  così come le iniziative per coloro che amano il mare: corsi di vela, appassionanti  match race, regate e veleggiate dedicate ai ragazzi diversamente abili. L’ormai consolidata collaborazione con Varazze Club Nautico e Lega navale Italiana permette di organizzare: battute di pesca, minicrociere. Corsi di sub, canoa, sci nautico, paracadutismo ascensionale SUP e traino gonfiabili.

Prosegue inoltre la collaborazione tra Comune di Varazze e Parco del Beigua per la pianificazione di giornate dedicate allo sport  outdoor, alla scoperta delle meraviglie dell’entroterra. Con l’ ausilio delle Terme di Genova verrà messa a disposizione una SPA-“sopra il mare”, in un elegante gazebo per trattamenti estetici sotto le stelle. Nel mese di giugno, Marina di Varazze riserverà un week end agli appassionati di un marchio che ha contribuito a scrivere la storia della nautica italiana: Sangermani, il cantiere di Lavagna, dalle cui officine, fin dagli ultimi anni dell’Ottocento nascono imbarcazioni in legno realizzate artigianalmente.

Marina di Varazze

Ci saranno altre giornate per coloro che amano i “gioielli d’epoca” con moto e auto d’epoca, come il 2 giugno con splendide vetture costruite tra il 1900 e il 1940 partecipanti al raduno “A spasso nel Tempo”.

Liliana Molin Pradel, responsabile marketing, ha affermato: “Marina di Varazze ha avviato una politica di rilancio della propria offerta con un ampio ventaglio di offerte commerciali personalizzate per tipologia di imbarcazione e stile di utilizzo della struttura, il miglioramento dei servizi e dell’offerta di svago estivo si sono dimostrati una scelta fin qui, vincente.”

Marina di Varazze

Il giardino Botanico di Punta Aspera è un affascinante angolo dedicato alla flora autoctona: un suggestivo percorso pedonale realizzato su fondo in pietra conduce a un giardino di circa 4500 metri quadrati. La sua particolarità è quella di essere in parte costruito sopra i capannoni degli artigiani della Marina: grandi vasche di vegetazione prendono il posto del cemento costituendo un essenziale elemento di riduzione dell’impatto ambientale.

Una vera e propria perla verde incastonata nell’ affascinante contesto portuale in cui l’arte del tempo libero, del gusto e del “saper vivere” è sempre più a portata di mano.

Foto di copertina: Herman Rhoids

A proposito dell'autore

Giuseppina Serafino

Oltre alla passione per la scrittura, un modo per "viaggiare" con le parole nelle molteplici sfaccettature della realtà, mi piace dedicarmi al trekking e al cicloturismo. Ho iniziato a viaggiare a quattro mesi, quando i miei genitori si sono trasferiti dal sud a Milano per motivi di lavoro, ripetendo lo stesso percorso, ogni anno, fino alla maggiore età. Ho visitato molti stati europei organizzando meticolosamente il viaggio e documentandolo grazie alla mia inseparabile macchina fotografica.

Post correlati

Lascia un commento