Come disse il filosofo cinese Lao Tzuanche un viaggio di mille miglia inizia da un primo passo . Nel nostro viaggio alla scoperta del Giappone, questo primo passo non può che essere rappresentato dalla capitale del “Paese del Sol Levante”: Tokyo.

Che siate dei viaggiatori di lungo corso o ragazzi alla prima esperienza, che siate dei geek o non conosciate la differenza tra un cellulare e uno smartphone, che siate degli otaku (termine giapponese per indicare appassionati di manga ed anime) o degli avidi lettori di Murakami e Mishima, Tokyo riuscirà in ogni caso a stregarvi lasciando impressi in voi dei meravigliosi ricordi.

Megalopoli per eccellenza, Tokyo necessita di almeno cinque giorni pieni per poterne avere un’idea complessiva.

Tokyo, Giappone

Cinque consigli pre-partenza

1. Visitare la città senza un’attenta pianificazione e il supporto di una o più guide è, a mio parere, praticamente impossibile. Per questo motivo vi invito a consultare quanti più siti internet possibile per poter organizzare già in Italia la vostra visita. Questo non significa che il piano non sia flessibile né che non possa essere modificato “in corso d’opera” ma rappresenterà un importante punto di partenza.

2. Se pensate di visitare Tokyo nei mesi di luglio e agosto sappiate che non soffrirete mai così tanto il caldo in tutta la vostra vita. Temperature elevate ed umidità saranno i vostri grandi nemici ma, se come me non avete la possibilità di visitare il Sol Levante in altri periodi dell’anno, sappiate che ne vale assolutamente la pena.

3. Se soffrite di allergia a determinati alimenti fatevi scrivere, da qualcuno che conosca il giapponese, il nome di questi e mostrate il foglietto nei ristoranti. Fatta eccezione per i ristoranti di un certo livello per turisti quasi nessuno ha il menù in inglese né camerieri in grado di comprendere un inglese che non sia basilare.

4. Per poter approfondire la vostra conoscenza della cultura giapponese leggete uno degli scrittori che hanno reso grande la letteratura giapponese: Kazuo Ishiguro, Yukio Mishima, Haruki Murakami o Banana Yoshimoto. Quest’ultima particolarmente consigliata se siete alla ricerca di un libro piacevole e leggero.

5. Il miglior quartiere dove alloggiare è, senza dubbio, quello di Shinjuku che, oltre a essere uno dei più interessanti e suggestivi, è perfettamente collegato al resto della città attraverso la fitta rete metropolitana.

Tokyo, Giappone

Cinque cose da fare a Tokyo

1. Passare un pomeriggio in un Neko Café. Che cosa è un Neko Cafè? Una delle grandi “follie” giapponesi. Sarebbe un normale caffè se non fosse per il fatto che… è interamente popolato da gatti di tutte le specie. Qui potrete sorseggiare una bevanda, giocare con i gatti e – ovviamente – comprare cibo per attirare a voi i teneri animali! All’ingresso pagherete un biglietto che comprende, generalmente, un’ora di permanenza nel caffè e una bevanda analcolica.

2. Se siete appassionati di videogiochi, trascorrere un paio d’ore all’interno di una delle tantissime sale videogiochi di Tokyo è un’esperienza assolutamente imperdibile. Da Tekken a Metal Slug, da Gundam a Pokemon, tutti i vostri desideri da videogiocatori incalliti potranno essere realizzati. Le migliori sale videogiochi si trovano nel quartiere di Akihabara o nel quartiere di Shinjuku.

3. Ammirare il panorama cittadino durante la notte dallo Sky Deck (terrazza) della Mori Tower situata nel famoso quartiere di Roppongi o dal Tokyo Sky Tree dove si trovano due osservatori panoramici aperti al pubblico (Quartiere di Sumida, Orari 8-22, prezzo 2060 Y-3090 Y).

4. Andare a prendere un caffè in uno dei tanti Maid Café ovvero una caffetteria a tema. Caratteristica fondamentale di questi caffè è la presenza di cameriere vestite in tema e l’utilizzo di un linguaggio tipico dell’epoca. Oltre ai “classici” in tema vittoriano o francese, oggi si trovano caffè a tema Resident Evil, Gundam, horror e via discorrendo.

5. Fare un bagno in un Onsen – nome giapponese per “fonte termale” – è sicuramente un’esperienza da fare in Giappone. Nonostante le migliori fonti termali siano lontane da Tokyo, nei dintorni della megalopoli si trovano comunque alcuni siti interessanti raggiungibili in treno o in bus.

Neko caffè - Tokyo, Giappone

A proposito dell'autore

Gustavo Minervini

Nato a Napoli, attualmente vivo e studio giurisprudenza a San Sebastian dove mi sono trasferito per l'Erasmus. Fin da piccolo innamorato dei viaggi, della fotografia e della gastronomia. In viaggio amo assaggiare i piatti della cucina locale. La mia città preferita è Istanbul. Il mio sogno: visitare la Terra del Fuoco.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata