Quest’articolo vuole essere una provocazione. Andrò a confrontare i prezzi di due zone turistiche che hanno ben poco in comune come la ricca Emilia Romagna e la povera ma in crescita Albania. È una comparazione che può essere considerata folle, ma serve per mostrare quanto, purtroppo, la riviera romagnola possa essere cara in confronto ad altre aree turistiche dove il mare è stupendo, come il sud dell’Albania.

Naturalmente sono ben consapevole che l’Albania non è l’Italia. Si tratta di un piccolo Paese in via di sviluppo, con case costruite a metà, discariche a cielo aperto, e una modesta quantità di monumenti da visitare. D’altra parte, però, l’Albania offre un mare fantastico, limpido e pulito. Inoltre i ristoranti offrono ottimo cibo, gustoso e fresco. Queste due cose sono ciò che la maggior parte delle persone cerca quando va al mare, o sbaglio?

La mia Regione, l’Emilia Romagna, offre un sacco di attrazioni quali città storiche, ottimo cibo, atmosfere coinvolgenti e un sacco di servizi in spiaggia. I bagni romagnoli sono forse tra i meglio attrezzati in Europa. Purtroppo, per ciò che riguarda il mare, siamo sinceri, l’acqua è la maggior parte del tempo orribile. Molte volte non merita nemmeno un bagno.

Ciò che veramente trovo assurdo è che, se si va a Rimini, Cervia, Cesenatico… la maggior parte dei proprietari dei “bagni” ti fanno pagare prezzi altissimi per ombrelloni, sdraio, cibo, bevande. Se si dovesse considerare la qualità dell’acqua marina, credo che tali prezzi potrebbero essere considerati una vera e propria follia.

A volte l’acqua ha un odore sgradevole ed è piena di mucillagine. Viene da pensare che se i prezzi dovessero basarsi sulla qualità del “mare”, allora forse in Albania dovrebbero esserci i prezzi romagnoli e viceversa.

Per darvi un’idea della differenza, ecco il nostro confronto provocatorio tra il costo dei prezzi in Albania e gli stessi servizi in Emilia Romagna.

Prezzi in spiaggia: Romagna contro Albania

Parcheggio

Dhermi, Riviera albanese (tutto il giorno): tra 100 e 300 LEK = 0,70-2,15 €

Rimini, Emilia Romagna, parcheggio vicino alla stazione ferroviaria: 1 €

Due sdraio e ombrellone (tutto il giorno)

Saranda, riviera albanese: 500 LEK = 3,60 €

Marina di Ravenna, Emilia Romagna: 15 € (domenica e festività anche di più)

Pranzo in un ristorante sul mare

Himarë, riviera albanese, pranzo per 2 persone con insalata greca, patatine fritte, una birra, una soda, tzatziki, pane: 1200 LEK = 8 €

Rimini, Emilia Romagna, un piatto di pasta: 8-10 € + coperto

Cena in un ristorante sul mare

Lungomare di Saranda, Riviera Albanese, cena per due con fritto di pesce, risotto di verdure, sufflè di spinaci, patate fritte, verdure, formaggio, una birra, un’acqua: 3500 LEK = 25 €

Cervia, Emilia Romagna, fritto di pesce sulla spiaggia: 12-15 € + coperto

(Il coperto è una cosa molto “divertente” che abbiamo solo in Italia, dove ti fanno pagare per l’utilizzo di piatti, forchetta, coltello e bicchiere fino a 2 euro per persona. Il bello è che nei bagni tutti questi elementi sono di carta o plastica. Roba da 0,05 euro.)

Prezzi in spiaggia: Romagna contro Albania

Ciambella appena sfornata in vendita in spiaggia

Ksamil, Riviera albanese: 100 LEK = 0,70 €

Pinarella, Emilia Romagna: 1 €

Frutta

Ksamil, riviera albanese, una borsa piena di fichi (circa un chilo): 200 LEK = 1,5 €

Lido di Savio, Emilia Romagna, una macedonia piccola: 4-5 €

Crepes

Ksamil, riviera albanese: 300 LEK = 2,14 €

Riccione, Emilia Romagna: 3,50-4 €

Bottiglia di acqua grande

Himarë, riviera albanese: 70 LEK = 0,50 €

Lido degli Estensi, Emilia Romagna: = 3 €

Hotel 2 stelle, nel mese di agosto (una notte)

Ksamil, riviera albanese: 4200 LEK = 30 €

Rimini, Emilia Romagna: 60 € (minimo)

Noleggio auto nel mese di agosto (al giorno)

Da Tirana: 30 €

Da Cervia: 35 €

Ingresso a monumenti UNESCO

Antica città romana di Butrint, Albania: 700 LEK = 5 €

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Ravenna, Emilia Romagna = 9,50 €

Prezzi in spiaggia: Romagna contro Albania

Come si può vedere, visitare monumenti o noleggiare un’auto non è tanto più caro in Italia. La differenza maggiore è evidente nei prezzi in spiaggia. Tutto è assolutamente troppo costoso nella riviera dell’Emilia Romagna. Naturalmente non ci aspettiamo di avere i prezzi albanesi in riviera, ma almeno simili ad altre regioni italiane. Basta andare a Senigallia (Marche) e i prezzi sono il 30 per cento in meno.

Quello che suggeriamo ai proprietari dei Bagni è di ridurre i loro prezzi in proporzione alla qualità dell’acqua e del servizio offerto. O la conseguenza sarà probabilmente che la gente eviterà di andare in riviera per un po’, e con i soldi risparmiati se ne andrà in Albania.

A proposito dell'autore

Marco De Stefano

1981, appassionato di politica, rock e scorribande per il mondo. Non parlatemi di pirati, a meno che non vogliate ascoltare decine di storie vere sui più incredibili viaggiatori della storia. Proprio per questo vado matto per la parte d'Europa più piratesca: i Balcani.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: