Nella nostra storia abbiamo viaggiato e scritto tanto, ma mai c’era capitato fino ad ora di poter raccontare un’avventura di questa portata. Portare, anzi meglio dire condurre una barca a motore vera e propria, e come teatro abbiamo scelto l’affascinante Laguna di Venezia.

Questa idea all’apparenza audace è in realtà alla portata di tutti e non è nemmeno necessaria la patente nautica. Le barche di Charter Boat infatti sono degli autentici camper acquatici depotenziati e portati ad un livello di sicurezza sufficiente per navigare nei canali veneti; alla portata quindi di ogni persona che abbia comunque un minimo di confidenza con il mare e le piacevoli avventure che ne possono derivare.

Le barche dispongono di ogni confort: parliamo quindi di cabine doppie per dormire, angolo cottura con forno, salottino, bagno, pozzetto e molti altri confort, oppure un impianto stereo da non trascurare. Il numero di posti a bordo varia da quattro fino a dodici.

Laguna di Venezia in barca

Tutto quello che c’è bisogno di fare prima di partire è la cambusa – termine da lupi di mare per spiegare il concetto del riempire di provviste la nave per il tempo in cui si decide di stare a mare – e via, si è pronti per salpare.

Non avete mai avuto a che fare con una barca? Non avete idea della differenza tra poppa e prua? L’unico nodo che avete fatto nella vita è quello delle vostre scarpe? Il solo pensiero di dover affrontare un ormeggio o una secca vi terrorizza? Non c’è problema, un addetto di Charter Boat vi fornirà ogni dettaglio utile ed indispensabile per navigare in sicurezza e poter affrontare ogni canale.

Vi verrà fornita una mappa di navigazione della Laguna di Venezia con spiegazioni facili e dettagliate che vi permetteranno di gestire la situazione senza alcun problema. Per di più vi verrà fornito anche un indispensabile portolano (manuale di navigazione) per poter attraccare sempre in massima sicurezza e l’indispensabile mappa delle maree che per molti potrà risultare la cosa più affascinante e fiabesca tra gli elementi a disposizione: attraverso un calendario lunare dettagliato si potrà prevedere con esattezza di quanti centimetri la marea sarà più o meno elevata rispetto alla normalità, di ora in ora, consentendovi così di analizzare al meglio ogni ormeggio e secca.

Laguna di Venezia in barca

Charter Boat prevede svariati itinerari per godersi una settimana di completo relax tra sole e mare. Oltre alla corteggiatissima Laguna di Venezia troviamo infatti i circuiti Riviera del Brenta, Fiume Po, Laguna di Grado e Marano e il circuito Mantova-Ferrara.

Noi abbiamo scelto la tratta della laguna veneta per testare con i nostri sensi l’emozione di vedere Piazza San Marco da un’altra prospettiva, la comodità di avere un ormeggio privato a due passi da Venezia e – con un supplemento – anche l’esclusività di poter ormeggiare direttamente dentro la marina di Venezia.

Laguna di Venezia in barca

Nel nostro itinerario partito dalla bella Chioggia, la sorellina più timida di Venezia, con un imbarco notturno che ci ha permesso di vivere da locali sia l’euforia del venerdì sera a forza di spritz, sia la meraviglia del mercato del pesce nella maniera più pura.

Laguna di Venezia in barca

Un mondo di colori, e schiamazzi e urla e rumori che si mischiano ai profumi forti ma estasianti del pesce fresco, ancora vivo.

Tra un panino al latte appena sfornato e un paio di fette di coppa appena tagliata, salpiamo alla volta di Pellestrina, dove con un facile ormeggio “all’inglese” – termine tecnico per spiegare un ormeggio laterale – facciamo due passi su quest’isola ferma nel tempo, dove tranquillità e pace la fanno da padroni. Tante bici tutt’intorno sottolineano la via ciclabile percorribile (charterboat.it ti offre anche la possibilità di portare una bici in barca) e ovviamente gelaterie e ristorantini di pesce fresco sono pronti a soddisfare ogni esigenza del viaggiatore.

Lasciando Pellestrina, la navigazione procede sui 9-10 nodi orari e passando dalla verdissima penisola di Alberoni con i suoi maestosi pioppi e platani sede anche di un campo da golf e più avanti Malmocco, un tempo l’insediamento romano Matemaucus.

Laguna di Venezia in barca

E una volta lì, in un attimo eccola apparire, la maestosa Venezia. Non fate caso al traffico marittimo, se rispetterete tutte le norme e le velocità consigliate non avrete nessun problema a raggiungere Piazza San Marco da una prospettiva privilegiata. E poi ancora l’esperienza unica di intravedere e sfiorare il Canal Grande, immettendosi poi in quello della Giudecca con la possibilità di circumnavigare l’isola.

Laguna di Venezia in barca

L’ormeggio offerto si trova a “Le Vignole”, un isoletta immersa nel verde dove i Veneziani trascorrono i loro week end in quella che sembrerebbe un’isola selvaggia e rustica ma che è in realtà un posto rinomato e di puro relax.

La sera sperimentiamo la cucina della nostra barca, mettendo sui fornelli spaghetti alle vongole e cape sante per deliziare i nostri palati con del pesce squisito acquistato la mattina.

Laguna di Venezia in barca

Il giorno dopo una visita alle movimentate e colorate isole di Murano e Burano è d’obbligo e ci ha permesso di godere colori e scorci diversi da quelli di Venezia, ammirando poi soprattutto la grande arte locale di lavorazione del vetro. Tradizione secolare della laguna che porta al vertice mondiale mastri vetrai dalle creazioni a dir poco uniche e che sapranno soddisfare ogni tipo di richiesta e budget.

Laguna di Venezia in barca

Il nostro fine settimana si conclude con una dolce navigazione sul Canale delle Scoasse permettendoci di vedere il Lido di Venezia che da sempre funge da protezione alle furie del mare e alle minacce nemiche, oggi sede dell’importante Festival Internazionale del Cinema.

Tornando in marina, a Chioggia, ancora nei nostri occhi la maestosità di Piazza San Marco e la gioia di godere Venezia dentro e fuori la sua meravigliosa atmosfera e affascinate storia. La storia della città più bella del mondo.

Foto di copertina: Michela Simoncini

A proposito dell'autore

Denis Strickner

Molto Travel e poco Blogger.
 Condividere emozioni, sentimenti e sensazioni con le persone che amo. Questa è la mia missione. Raccontare storie e luoghi a cuore aperto è quello che so fare meglio ed è quello che continuerò a fare, per sempre.


Post correlati

2 Risposte

  1. angelaf1984

    Sembra un ‘esperienza davvero unica ed emozionante! In questo caso l’invidia è d’obbligo… Ma per rimediare mi informerò sicuramente su queste confortanti barche messe a disposizione da Charter boat.

    Rispondi
  2. Venezia Help

    FANTASTICO!!! esperienza straordinaria, un modo nuovo per vedere Venezia da un’altra prospettiva. chi ama i viaggi in mare sarà entusiasta di questa opportunità!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: