Camminare nella capitale inglese significa un sacco di cose. Passeggiare nei suoi parchi,  vedere i suoi monumenti, perdersi per ore nei suoi musei, significa assaporare – proprio come suggerisce Corrado Augias – “l’identità britannica”. Londra è una città davvero molto bella, cosmopolita e decisamente grande, molto grande e soprattutto molto vicina all’Italia. Tanto da far ripetere a molti – ci andrò prima o poi – procrastinando la cosa per mesi e magari anni. Se potete andate, non aspettate.

Per spostarvi consiglio la metropolitana, magari con un abbonamento settimanale perché – London – non è proprio economica. Io sono arrivato in centro prendendo la metropolitana da Liverpool street Station una volta arrivato in treno dall’aeroporto di Stansted. Se siete persone curiose Londra saprà accontentarvi. Rimanendo fedele al suo melting polt ma anche al suo soprannome Londonistan (dovuto al grande numero di pachistani e indiani che popolano la città da anni), la metropoli offre una grande variazione di ristoranti etnici e una grande varietà di prodotti street food. Camden Town è sicuramente una tappa fondamentale in questo senso. Il week end dalle dieci alle 18, c’è un mercato con numerosissimi stand per tutti i gusti e tutte le tasche.

Londra, UK

Per la vita notturna ci sono Soho e Piccadilly Circus, cuore nevralgico della città ma anche King cross si presenta bene. Per gli appassionati di teatro c’è ovviamente Covent Garden. La parte più classica di una tappa a Londra non può non comprendere uno dei suoi simboli internazionali, il Big Ben che si innalza dai suoi 69 metri di altezza e Westminster. Sarebbe un peccato poi, perdere il panorama dal London Eye nota anche come Millennium Wheel. Dalla ruota e dai suoi 135 metri  d’altezza potete ammirare lo skyline della città.

Altra tappa fondamentale, proprio da dove ho iniziato il mio viaggio, è Piccadilly circus da dove mi sono recato nella magnifica Trafalgar square. La piazza che ricorda l’ammiraglio Nelson e la sua vittoria nella battaglia contro Napoleone è incantevole. Si respira la sensazione di grande spaziosità. Buckingham Palace è probabilmente la tappa per eccellenza. Il viale che vi porta alla casa reale è bellissimo, ordinatissimo e molto pulito – consiglio di assistere al cambio della guardia che avviene alle 11.15: da aprile a luglio la cerimonia si svolge tutti i giorni mentre durante l’anno solo a giorni alterni. Incantevole anche Tower of London.

A due passi troverete una delle icone più conosciute Il Tower Bridge. Ponte mobile situato sul Tamigi collega il distretto di Southwark alla Torre di Londra. Il panorama dal ponte è meraviglioso, avete una bellissima vista sulla City compreso il nuovo edifico progettato dall’archistar italiano Renzo Piano, lo Sharp, che svetta nel nuovo skyline. Spunta anche la nave HMS Belfast, nave da battaglia oggi museo.

Tra i molti musei consiglio il British Museum – ingresso gratis – uno dei più grandi ed importanti musei della storia del mondo, si trova nel borgo di Camden. La più importane cattedrale anglicana di Londra, Saint Paul, situata in Ludgate Hill, è alta 111 metri e con la sua architettura rinascimentale barocca si presenta come uno dei punti da non perdere.

Da vedere Baker Street la famosa via dove si trova la casa museo di Sherlock ma Holmes che è un personaggio di fantasia e dunque mai realmente esistito. Nella stessa via troverete Madame Tussaud’s, il museo delle cere. Divertente ma un po’ caro.

Insomma, Londra è una città meravigliosa che racchiude in sé il passato nei suoi monumenti, nelle sue strade e nelle piazze ma anche il futuro come nella city. Se avete modo di andarci fatelo e… enjoy the city!

A proposito dell'autore

Manuel Giannantonio

Giornalista, blogger e scrittore. Ma anche grande appassionato di viaggi e desideroso di vedere il più possibile di quanto questo mondo ha da offrire. Da New York a Istanbul, da Londra al Nepal, da Roma a Mumbai, ogni posto merita una visita.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata