Le isole della Grecia sono da sempre una meta turistica molto amata dagli italiani, ma oltre alle destinazioni più conosciute e turistiche, esiste una parte più genuina e sconosciuta di questo incantevole paese: un esempio è l’isola di Serifos.

Situata tra le isole di Kithnos e Sifnos, è una delle più piccole isole dell’arcipelago delle Cicladi, a poche ore di viaggio dal Pireo ed è perfetta per gli amanti delle vacanze low cost e delle destinazioni inusuali e incontaminate.

Foto di Domenico Bucci

Poco sviluppata turisticamente e quindi molto più tranquilla rispetto alle altre isole, è una meta molto amata dai greci. Serifos è impareggiabile in quanto a bellezza delle spiagge e prezzi bassi: ha una costa rocciosa caratterizzata da calette e piccole spiagge molto suggestive e le tariffe sono molto più basse rispetto alle altre isole delle Cicladi, Mykonos in primis.

Questa piccola isola secondo la tradizione fu sede di un villaggio di Ciclopi, i giganti che minacciarono il viaggio di Ulisse, e vicino a Kondalas è possibile visitare la famosa Grotta dei Ciclopi.

Il capoluogo, Chora o Serifos, è arroccata sulla cima di una collina, da dove domina il mare e le spiagge, a 5 km dal porto. Da qui è possibile vedere la splendida baia di Livadi e l’isola di Sifnos.

La città sorge intorno a un castello veneziano ed è circondata da mulini a vento: uno spettacolo da non perdere.

Foto di ciccipaccatiello

Oltre a Chora, è possibile esplorare l’entroterra dell’isola che, essendo più selvaggio rispetto alle altre Cicladi, si presta a camminate e trekking.

In alternativa è possibile noleggiare un quad o un’auto per visitare meglio l’isola e le sue magnifiche spiagge: Psili Amos, la più famosa dell’isola, con acque cristalline e tamerici sulla spiaggia, Megalo Livadi, Agios loanis, Dio Gialuodia, Koutalas, Agios Sostis, Ganema e molte altre.

Molte di queste spiagge sono paradisi incontaminati, alcuni da raggiungere attraverso stradine impervie e camminate più o meno lunghe, ripagate dai paesaggi indimenticabili, fatti di spiagge solitarie, acque incontaminate, tamerici e alberi sotto cui rinfrescarsi. Serifos è chiamata infatti l’isola dagli alberi ombrellone, dove ripararsi dal sole, rinfrescati dal vento dell’isola, il Meltemi.

Foto di DanielComics

Ma Serifos non è solo spiagge: è possibile visitare il monastero fortificato di Taxarchion, e fare un tour a sud dell’isola, per le vecchie miniere e le rovine dell’attività estrattiva di ferro, molto importante intorno al 1940.

Ti è venuta voglia di partire? Per raggiungere la stupenda isola di Serifos basta imbarcarsi dal porto del Pireo viaggiando in traghetto (clicca qui per prenotare il tuo traghetto) o in catamarano.

Foto copertina di Jack-56

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata