Nel nostro ultimo viaggio nelle Marche non abbiamo semplicemente visitato Loreto e la sua Basilica, ma abbiamo sorvolato, con il nostro drone, il Santuario della Santa Casa, luogo sacro, definito da Giovanni Paolo II il “vero cuore mariano della cristianità”. Il santuario è stato per secoli ed è ancora oggi uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più importanti del mondo cattolico.

Giornata infrasettimanale di fine agosto, poca gente, giornata bellissima: queste sono le condizioni ideali per usare il drone in pubblico. In luoghi affollati purtroppo il drone attrae ancora l’attenzione di molti curiosi con domande sul suo funzionamento, costo, autonomia, ecc. Mi fa piacere rispondere alle domande delle persone che per la prima volta vedono un drone, ma allo stesso tempo faccio fatica a concentrarmi sul volo, su cosa filmare e fotografare, ma sopratutto a fare attenzione a non schiantarlo.

Bella esperienza comunque, sempre un’emozione particolare filmare dall’alto le bellezze italiane, sopratutto luoghi sacri come il Santuario della Santa Casa a Loreto.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: