Trascorrere il Natale in un’isola da sogno è senza dubbio qualche cosa di straordinario. Spiagge, vulcani, parchi e natura in cinque lembi di terra tutti da scoprire, per una vacanza davvero indimenticabile.

Mauritius, l’isola degli innamorati

mauritius-svein-magne-tunli

Mauritius è un’isola appassionante e generosa, tra le più ricche ed esclusive dell’Oceano Indiano. Di origine vulcanica, Mauritius offre spiagge bianche lambite da placide lagune turchesi e ogni tipo di attività acquatica. L’entroterra è ricco di cascate, parchi naturali, foreste, coltivazioni di tè, zucchero e spezie.

Impossibile resistere ai paesaggi mozzafiato. Qui il sole splende tutto l’anno e il clima è sempre mite. È un’isola tra le più romantiche al mondo. Un vero paradiso tropicale tutto da scoprire: mano nella mano, per festeggiare un anniversario, la luna di miele o per celebrare le nozze in una piccola chiesa caratteristica. Tra queste la “chiesetta rossa” di Notre Dame Auriliatrice Chapel a Cap Malheureux con una vista imperdibile sull’oceano. Per un soggiorno a cinque stelle ma con un’atmosfera informale e rilassata Outrigger Mauritius Beach Resort

L'isola di Mauritius (foto di Samovar Group)

Barbados, la patria del rum

Barbados è considerata tra le isole più cool dei Caraibi per la sue spiagge meravigliose, il mare cristallino, il clima sempre ventilato e per i suoi innumerevoli campi da golf. Il primo rum della storia è nato qui, nel 1703, anno di apertura delle distillerie Mount Gay. Da allora, questo intenso liquore è parte integrante della vita quotidiana e dello spirito bajan dell’isola. Si possono visitare le distillerie, le piantagioni di canna da zucchero e i rum shop con visite e tour guidati. Per chi invece vuole il top, stando sdraiato al sole, The Crane Beach è considerata la spiaggia di sabbia rosa tra le più idilliache dei Caraibi.

Per tutti coloro che vogliono ricevere un trattamento regale, il Sandy Lane Resort è la scelta migliore. Il Resort è pensato per accogliere gli ospiti in grande stile: dall’accoglienza all’aeroporto in Rolls Royce, allo champagne a colazione, ai bagni in marmo grandi quanto una camera d’albergo. Altre tappe la capitale Bridgetown Patrimonio Mondiale dell’Unesco e la collina panoramica Cherry Tree Hill.

Gomera, l’isola della fonte fatat

la-gomera-diego-delso

Gomera è una piccola isola selvaggia e solitaria appartenente all’arcipelago delle Canarie. È chiamata anche Isola Colombina, in onore di Cristoforo Colombo che si fermò qui per approvvigionarsi d’acqua prima del suo viaggio per le Indie.

la-gomera-valle-gran-rey-himarermePerfetta per una vacanza tutta natura e relax. I paesaggi da cartolina aspri e selvaggi e  le temperature miti tutto l’anno, rendono l’isola una meta ideale anche per le vacanze invernali. Poche spiagge e mai affollate. Tra le più belle Playa y la Calera e Gran Rey. Per gli amanti del trekking, vi sono sentieri che portano al grande polmone verde, il Parco Nazionale di Garajonay, Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Foto by Wolfgang Staudt

Nei pressi della cittadina di Vallehermoso c’è una fonte fatata chiamata Los Chorros De Epina, con sette cannelle.  La tradizione vuole che le donne debbano bere dai numeri pari iniziando da sinistra per potersi sposare entro l’anno.

Praslin, dove fa sempre caldo

Praslin è la seconda isola più grande delle Seychelles. Qui fa sempre caldo perché le temperature oscillano sempre tra i 24 e i 32 gradi. L’isola è verdissima. Basti pensare alla foresta vergine di Fond Ferdinand, dove cresce la palma del coco de mer simbolo dell’isola. Il coco de mer è il più grande dei frutti e arriva a pesare fino a 15 chilogrammi. L’isola regala lembi di terra incontaminata dove fioriscono le orchidee, piante carnivore e alberi dall’aspetto preistorico.

Le spiagge sono davvero da cartolina: massi levigati dalle forme tondeggianti, disseminati su spiagge di sabbia corallina. Tra le più belle Anse Lazio e Anse Georgette, dove la sabbia ha le sfumature rosa e il mare è una palette di colori blu. Qui arrivano le famose tartarughe giganti a deporre le uova, uno scenario unico al mondo. Splendidi resort offrono servizi nel segno della filosofia “ il lusso a piedi scalzi”, come il Paradise Sun, elegante chalet in stile creolo.

Eleuthera, l’Eden è qui

The Moorings catamaran in the Abacos

Sottile striscia di terra, Eleuthera è una delle isole più belle dell’arcipelago delle Bahamas. Famosa per le sue spiagge di sabbia rosa finissima e per il mare turchese è sicuramente l’eden terrestre. Lungo le 35 miglia di coste non c’è che l’imbarazzo delle scelta! Tra le più belle French Leave Beach, Winding e Ten Bay.

Lo snorkeling e il diving non sono un’opzione ma un obbligo: sui fondali marini, intorno alla barriera corallina, vivono specie endemiche dal manto coloratissimo che si lasciano ammirare e fotografare senza problemi. Le città dell’isola sono piuttosto fatiscenti ma ricche di atmosfera. Il lungomare è conteso tra chiese bianche, beach bar dai balconi in legno e negozi che vendono dipinti colorati.

A nord dell’isola si attraversa un istmo oltrepassando il Glass Window Bridge. La strada e le rocce si stringono d’improvviso sotto gli occhi meravigliati dei turisti sospesi tra le acque calme del Mar dei Caraibi e quelle agitate dell’Oceano Atlantico.

bahamassmokey727

Cinque isole all’insegna del mare, relax e natura all’insegna del lusso e per un Natale indimenticabile! Non occorre pensarci molto ma solo fare le valigie.

Foto di copertina nocharm

A proposito dell'autore

Giovanna Meda

Ho girovagato per il mondo come modella e ho lavorato per i più grandi stilisti italiani. Il mondo della moda mi ha sempre affascinato sin da quando ero bambina, ma la passione per i viaggi in destinazioni esclusive e la mia curiosità di apprendere nuove culture superano ogni limite.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata