Una delle capitali europee adatte a qualche giorno di vacanza o anche solo un weekend è Berlino, città tra le più affascinanti d’Europa, trasgressiva, divertente, con tanto da vedere e da fare. Neanche il tempo di uscire dalla stazione centrale e fare un giro per le vie del centro che si può già percepire un’atmosfera vibrante di una città giovane e allo stesso tempo stimolante.

Non è sicuramente una delle mete più economiche d’Europa: in generale i costi sono tendenzialmente più alti della media Europea. Per esempio: una cena in un ristorante di medio livello costa sui 50€ a persona. In un ristorante di categoria inferiore il prezzo è sulle 25€ a persona. Un cocktail in discoteca costa sui 8/9 €, un cappuccino in un bar 3€, una birra piccola in un pub sui 4€, la Berlino Welcome Card costa 19,50€ e si viaggia gratis per 2 giorni sui trasporti pubblici.

 

Cosa vedere a Berlino

La Porta di Brandeburgo, simbolo della Germania riunificata. Lungo il viale che conduce alla Porta ci sono palazzi magnifici, per non parlare del Teatro dell’Opera, la Cattedrale di Sant’Edvige e sempre nelle vicinanze si trova l’isola dei Musei: qui sono concentrati alcuni dei più grandi e famosi musei del mondo.

Da non perdere Piazza Potsdamer, una delle piazze più importanti della città nonché il cuore pulsante della metropoli, contornata da numerosi e moderni grattacieli. A proposito di piazze, Alexanderplatz è una delle più celebri e conosciute, oltre ad essere la più grande della città. Passeggiate, fotografate, ammirate, assaggiate qualche prodotto tipico della cultura tedesca, godetevi una delle città più trendy del mondo.

La sera in determinati quartieri emerge un po’ di più il lato trasgressivo di Berlino. Da vedere sono anche gli artisti di strada che in questa città danno decisamente vita a opere eccezionali, riuscendo a rendere ancor di più il concetto di arte e design in maniera creativa. Molto curati sono anche i numerosi parchi pubblici, troppi da essere visti tutti in un solo viaggio.

 

 

 

Da non perdere il Duomo di Berlino che è la chiesa principale della capitale tedesca, la Torre della Televisione, simbolo della Berlino dell’est, il Giardino Botanico, che è uno dei più importanti a livello mondiale con migliaia di specie di piante, il Mercato dei Gendarmi, che è una famosa piazza della città nota per l’armonia dei suoi monumenti, la Casa delle Culture del Mondo, luogo che permette di incontrare e dialogare con persone di tutto il mondo e dove al suo interno si svolgono numerosi spettacoli di vario genere.

Merita certamente una visita uno dei luoghi dove la storia ha lasciato il segno, testimonianza e mix tra arte e storia: la East Side Gallery lungo tratto del muro della ex Berlino est che attualmente  è una galleria d’arte a cielo aperto con oltre cento dipinti murali. Creati da artisti di tutto il mondo stimolati dal susseguirsi di eventi storici straordinari e dalla percezione di un cambiamento tangibile a livello mondiale, Berlino nel 1989 celebra la caduta del Muro, celebra la libertà e quello spirito di riconciliazione tanto atteso e sperato: questo grande muro di opere d’arte rappresenta il grande desiderio di libertà.

E infine da visitare è quella parte definita la Finestra del Ricordo dove ci sono moltissime fotografie delle persone decedute durante la guerra: mi ha impressionato soprattutto vedere che ci siano persone di tutte le età, persone che hanno perso la vita semplicemente per il desiderio di un futuro migliore e di una vita dignitosa. Il Memorale del Muro di Berlino rattrista un po’ ma è quasi obbligatorio da vedere: sono ancora evidenti le ferite mai cicatrizzate di questa città.

Foto di Andre Jean Banja

Foto di copertina di Thomas Druyen

A proposito dell'autore

Marco Agostino

Calabrese nato e cresciuto. Amo viaggiare, conoscere nuovi luoghi ed organizzare viaggi progettando itinerari alternativi. Penso che ogni viaggio è importante, unico, e siamo noi a renderlo tale.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata