Negli ultimi anni la sempre maggiore attenzione nei confronti della sostenibilità ha sviluppato grande interesse nei confronti del turismo sostenibile e dell’ecoturismo. Oltre quindi alla scelta della meta, che è da sempre un momento cruciale nella pianificazione di un viaggio, ci si preoccupa molto della difesa dei valori del territorio e della necessità di danneggiarlo il meno possibile: diventa, pertanto, importante anche la decisione su quale mezzo considerare o meno per il prossimo eccitante spostamento alla scoperta del mondo.

Si può quindi certamente optare per una vacanza in bicicletta, mezzo di trasporto ecologico per eccellenza, nonché ottimo strumento per l’attività fisica, il trasporto o di semplice svago e hobby. L’utilizzo della bici ha un impatto ambientale pressoché nullo, costi molto modesti, effetti positivi sulla salute: il cicloturismo è, infatti, quella forma di turismo nella quale ci si sposta in bicicletta.

In Europa e nel mondo ci sono moltissimi percorsi dedicati ai viaggiatori in bici (percorsi EuroVelo, ad esempio), senza dover necessariamente attendere il prossimo anno per l’inaugurazione della pista ciclabile più lunga del mondo in Canada.

Foto by McQuaide Photography

Foto by McQuaide Photography

Per allenarsi quindi anche solo a percorrere una breve parte dei 24mila kilometri canadesi, si può intanto “ripiegare” sulla capitale mondiale della bicicletta: Amsterdam.

Gli olandesi e le loro biciclette sono davvero inseparabili. Appena giunti in città vi renderete conto che la bici non è considerata come un mezzo di trasporto, bensì come uno stile di vita. Piste ciclabili, bike sharing, strutture per ciclisti: non fatevi abbattere dal maltempo, abbandonatevi a questo “stile di vita”, vedrete voi stessi che il miglior modo per spostarsi lungo i canali e le vie affollate è proprio la bicicletta.

Noleggiare una bici per tutto il proprio soggiorno è di sicuro uno dei modi più convenienti e plausibili per visitare Amsterdam. I vari Info Point sparsi per la città forniscono mappe di “Amsterdam in bici” con percorsi, officine e tutte le indicazioni utili, mentre i principali noleggi sapranno consigliarvi la bici adatta a voi e al vostro itinerario (city bike, mountain bike, ecc.).

Unica accortezza, presentatevi con un abbigliamento adatto, magari acquistato precedentemente (per tutto quello che riguarda abbigliamento, accessori e bici stesse consigliamo Bikester.it), zaino in spalla e sarete pronti per partire!

Foto di diana andreea dragoman

Partendo dal centro città, vi renderete già conto che la “Venezia del Nord” ha tutto: piazza Dam è il cuore della città, sempre animata da persone e artisti di strada e nella quale si trovano il Palazzo Reale, la Chiesa Nuova e il Nationaal Monument (l’obelisco di 22 metri per ricordare le vittime della Grande Guerra). Da lì è facile dirigersi nel famoso quartiere a luci rosse e fare un giro tra le vetrine insieme ai tanti curiosi turisti.

Se poi il vostro soggiorno ad Amsterdam vi regalasse addirittura una giornata di sole, diventa assolutamente imperdibile una pedalata a Vondelpark, polmone verde della città, esattamente come un giro al Bloemenmarkt, il mercato dei fiori: si trova su un canale ed è galleggiante. Potrete poi riposarvi un po’ dopo i vostri ciclo-spostamenti in almeno uno dei tanti musei: celeberrimo quello di Van Gogh, si trova accanto al Museo Stedelijk di arte moderna e contemporanea e al Rijksmuseum, famoso per la collezione d’arte fiamminga. Nello spostamento tra un museo e l’altro noterete, inoltre,  la famosissima scritta “I amsterdam”.

Foto di Adam Smok

Infine, quando vi troverete nel Jordaan, quartiere più hypster e famoso d’Olanda con le sue mille gallerie d’arte, negozi di moda, musica, caffè e ristoranti, vi accorgerete, tra le varie casette tipiche olandesi, di una ordinata fila che si snoda lungo il canale proprio davanti ad una di queste: riconoscerete così la Casa di Anna Frank, luogo carico di storia ed emozione.

Se volete regalarvi un’ultima chicca, dirigendovi nel Pijp, una delle zone più vive della città (noto come il quartiere latino di Amsterdam), si trova l’Albert Cuyp, il più grande mercato all’aperto d’Europa: qui si vende veramente di tutto! Il Pijp è, inoltre, noto per la Heineken Experience in quella che è stata la prima fabbrica della famosa birra, adesso trasformata in questo particolare tour; ricordiamo di fare molta attenzione nel riprendere la bici al termine del tour, magari è meglio che, in questo caso, torniate a piedi!

Foto di Moyan Brenn

Canali che si snodano attraverso le case tipiche olandesi, pianure e parchi pieni di tulipani, artisti, musicisti e ciclisti locali che si spostano in modo agile e a volte aggressivo, considerando la bicicletta come una naturale prosecuzione del proprio corpo: dit is Amsterdam!

Foto di copertina di Moyan Brenn

A proposito dell'autore

Francesca Tantussi

Negli ultimi 8 anni ho vissuto in Germania, Spagna, Australia, Italia, Argentina e Irlanda, ma continuo a pensare che il meglio debba ancora venire. Scrivo di viaggi perché è una delle poche cose che so fare e perchè sono loro che scrivono me, giorno per giorno, avventura dopo avventura.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata