Day 8-9 – Transmongolica (Il racconto del Day 7 lo trovate qui > Visita a Ekaterinburg, Russia: day 7 del nostro viaggio in Transmongolica)

55 ore di treno. Non credo ci si possa rendere conto di quante siano senza averle vissute e ora che l’ho fatto spero non si ripeta. Non è tanto per la mancata pulizia del bagno o la ridotta dimensione delle cuccette è proprio la mancanza di cose da fare e il tempo che sembra non passare il problema. Siamo diretti a Irkutsk; unica tappa intermedia a Novosibirsk giusto per mangiare un boccone e sgranchirai un po’ le gambe.

Prendere un treno in Russia è più difficile del normalePerchè? Beh partiamo dal fatto che le scritte sono tutte in cirillico quindi per trovare il nome della vostra fermata dovete quantomeno riuscire a tradurlo nel nostro alfabeto. Ma la problematica principale è un altra, decisamente più curiosa. In russia non c’è un unico fuso orario, quindi attraversarla tutta vuol dire affrontare fino a 5 fusi orario diversi. Eppure le stazioni funzionano tutte basandosi sull’orario di Mosca.

Eh? Ebbene sì. Per Prendere un treno a Ekaterinburg alle 16 ora locale vuol dire cercare sul tabellone un treno in partenza a mezzogiorno. Potete immaginare la confusione.

Detto questo ormai siamo diventati pratici e non abbiamo avuto problemi a trovare il nostro treno. Una volta saliti bisogna cercare la propria carrozza, capire se si è nei letti sotto o sopra e sperare di avere dei compagni di cuccetta poco chiassosi. Nel nostro caso troviamo un ragazzo russo che non parla una parola di inglese e che dorme veramente tanto.

Il resto delle ore passa tra film e letture, settimane enigmistiche e giri al vagone ristorante tanto per cambiare un po’ aria. Il vagone ristorante offre un po’ di tutto da bere e mangiare ma è stranamente sempre vuoto. I passeggeri si limitano a bere tè e a mangiare zuppe/noodles in scatola poichè all’inizio di ogni carrozza vi è un distributore di acqua calda dov’è ciascuno può andare a riempire la propria tazza o ciotola.

I treni non sono veloci e fanno tantissime fermate intermedieIl tempo di fermata in ogni stazione varia dai 2 minuti ai 40 e i dati sono riportati su un foglio appeso in corridoio così ci si può fare un idea di quanto stare giù. Ah e non dimenticatevi che il bagno chiude mezz’ora prima di ogni fermata e riapre mezz’ora dopo, quindi regolatevi!

Dopo 25 ore di viaggio arriviamo alla nostra sosta a Novosibirsk, capitale della siberia. Abbiamo giusto il tempo di andare a mangiare qualcosa. Optiamo per un ristorante con vera cucina siberiana e decidiamo di provare qualche pietanza insolita: carpaccio di renna, patè di alce e brasato di orso. Si, non è uno scherzo: questa è la cucina che offre questa parte della Siberia.

Impressioni? Tutto veramente squisito. In particolare l’orso.

Purtroppo è già ora di tornare sul treno. Altre 30 ore ci aspettanoFare la Settimana enigmistica, giocare a carte, bere te.. insomma solita routine da Transmongolica. Il paesaggio però inizia a cambiare. Dai boschi passiamo ad incredibili distese di neve, dai palazzoni russi si passa alle casette dei piccoli villaggi.

Arrivo previsto a Irkutsk alle 12 di domani. Non vediamo l’ora di visitare questo paese e di fare la nostra prima gita sul lago Baikal.

Non perdetevi la parte più suggestiva del viaggio. A domani 🙂 

[amazon_link asins=’1742207332,8865490586,B00WEHN1SA,B00IGCUBRG’ template=’ProductCarousel’ store=’nonsoloturist-21′ marketplace=’IT’ link_id=’411017eb-d365-11e6-9c17-4dec44e25908′]

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: