Appunti di viaggi in treno per chi ancora ama sognare guardando fuori dal finestrino

Nell’era dei viaggi in aereo low cost, bisogna comunque saper amare il treno: un mezzo lento, non per i ritardi ma proprio per il ritmo di viaggio e il modo in cui le sensazioni del viaggio ti avvolgono, gradualmente, intensamente – proprio il panorama che cambia piano piano dal finestrino.

Il viaggio in treno è un viaggio che riesci a sentire nel suo complesso: seduto nel vagone ti accorgi di muoverti, così come osservi il paesaggio che lentamente muta in qualcosa di diverso, altri colori, altra natura, altri profili cittadini e poi serenamente si arriva a destinazione. In molti lo amano perché rilassa, perchè un mezzo di altri tempi che ha saputo comunque stare al passo con la modernità: vuoi goderti il viaggio? Scegli un treno tradizionale. Non puoi aspettare e vuoi arrivare subito a destinazione? C’è l’alta velocità.

E anche in confronto alla macchina, il treno è libertà, perché l’automobile, tutto sommato, è un ulteriore bagaglio da portarsi dietro. E poi diciamolo, c’è qualcosa di fantasiosamente romantico nello sfogliare orari e destinazioni, perdersi tra i nomi di stazioni pittoresche e i neologismi di quelle più moderne – e una vena nostalgica ci assale quando si legge di treni e linee ormai scomparsi.

Bene, se dopo esserti immaginato seduto in un vagone accanto al finestrino, da solo o in compagnia e il tuo irrefrenabile istinto di viaggiatore sta avendo la meglio, prendi al balzo l’occasione e lanciati in un viaggio indimenticabile.

Spesso non si sa da dove iniziare, per questo suggerisco sempre di prendere una cartina geografica e un pc e pianificare il viaggio. La cartina geografica (anche se alcuni potrebbero ritenerla superata) aiuta a immaginare il percorso, senza contare l’aspetto poetico della scena. Il computer servirà invece per prenotare i biglietti, basta andare su un sito come Trainline.it e cercare in due click arrivo, destinazione e quant’altro.

Trainline è un’innovativa biglietteria online (disponibile anche con applicazione mobile di OS e Android) che propone in un’unica e intuitiva piattaforma biglietti del treno a prezzi competitivi per viaggiare sia in Italia che all’estero. Sul sito si posso acquistare biglietti treno di oltre 48 compagnie ferroviarie in 24 paesi europei e per un totale di 25.000 stazioni coperte. In Italia Trainline è particolarmente utile in quanto mette a confronto prezzi e orari di Trenitalia e Italo permettendo inoltre di approfittare dei vantaggi delle proprie Carte Fedeltà. 

Dunque, è ora di partire. Sì ma dove?

Ecco qualche idea e appunto, per un viaggio da godersi oltre al finestrino. I treni viaggiano tra laghi, panorami di vallate e fiumi tra i più scenografici di sempre. Una vita tra respiri, tragitti e destinazioni che ammaliano fino all’ultimo tratto di binari.

  1. Viaggio da Londra ad Avignone, nel Sud della Francia. Un percorso che dura in tutto sei ore e che strega i suoi passeggeri con i colori straordinari della Gran Bretagna, le visioni mozzafiato della campagna francese fino alla storia che piano piano affiora mentre ci si avvicina alla città dei palazzi papali.
  2. Viaggio da Zurigo a Milano. Altro itinerario da nord a sud, altro spunto per un viaggio indimenticabile (meraviglioso anche il percorso inverso ovviamente): l’idea è di godersi la vista spettacolare sul Lago di Ginevra per poi approdare al panorama su un altro lago bellissimo, il Lago Maggiore, per giungere poi in piena city fino a Milano.
  3. Viaggio da Zurigo a Coira. Partenza dalla pittoresca Zurigo per raggiungere Coira, seguendo le curve di un percorso ferroviario tra la campagna suggestiva di Arosa, nel Cantone dei Grigioni.
  4. Viaggio da Bergen a Copenaghen. Che dire, semplicemente wow. Non c’è espressione migliore visto che questo itinerario in treno è semplicemente impressionante. Panorami impervi, visioni gelate e mozzafiato tra valichi di montagna, fiordi e la maestosità dei ghiacciai.
  5. Viaggio in Costa Azzurra. La linea ferroviaria che va percorre Cuneo-Ventimiglia-Nizza è un percorso di collegamento tra i paesaggi rurali del basso Piemonte e i panorami montani delle Alpi Marittime, il tutto godendo appieno la vista dei pittoreschi paesi del Sud della Francia.
  6. Viaggio da Amburgo a Copenaghen. Un ottimo modo per lasciarsi incantare dalla Danimarca in treno in un viaggia dalla durata di circa 5 ore che offre uno spaccato geografico eccezionale tra fari e mulini a vento, dall’isola di Fehmarn all’isola di Lolland il treno sale a bordo di un traghetto.

L’Italia e l’Europa offrono tantissimi spunti per itinerari da vivere in treno, e sicuramente arrivare a destinazione sulle ferrovie è un’esperienza completamente diversa da arrivare in aereo: ti consente di capire e osservare, carpire e accorgersi di un mondo che cambia secondo la geografia della zona che si attraversa.

La nostra valigia è pronta, la vostra?

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata