Cosa fare e vedere nei dintorni di Trapani e in Sicilia occidentale?

Angelo (siciliano DOC) ha preparato una lista dei 10 posti da visitare in un viaggio in Sicilia occidentale.

1 – Centro Storico di Trapani

Il Centro Storico di Trapani riflette in pieno l’essere dell’intera Sicilia, terra di conquiste e di culture diverse. Un insieme di epoche storiche che caratterizzano al meglio ogni angolo della città. Palazzi e chiese che raccontano Trapani e il suo passato.

Da pochi anni ristrutturato, il centro storico offre la possibilità di godersi piacevoli passeggiate nelle vie principali come la Via Garibaldi, la Via Torrearsa e il Corso Vittorio Emanuele dove sorge la Cattedrale di San Lorenzo. A pochi metri, in via San Francesco D’Assisi, troviamo la Chiesa del Purgatorio, famosa per ospitare i Misteri, pregiati gruppi scultorei che rappresentano la morte e la passione di Gesù Cristo. La Processione, una delle più lunghe in Italia, si svolge il Venerdì Santo e interessa l’intera città.

Le Mura di Tramontana ovvero le vecchie mura della città, nel lato nord trapanese, offrono ai visitatori un panorama molto suggestivo a pochi passi dal mare.

2 – Erice

Un “must” è Erice, uno dei borghi più belli d’Italia. Situato sul Monte Erice offre panorami indimenticabili dal suo giardino “Balio” che circonda il Castello di Venere. Degna di nota è la Cattedrale ericina e il centro studi internazionale Ettore Majorana (centro sismologico).


3 – Riserva di Monte Cofano

Monte Cofano, con la sua inconfondibile forma, vi farà da guida per raggiungerlo. Per chi ama il trekking o la mountain bike, un comodo sentiero, permette di effettuare il periplo della costa. Per i piu’ audaci e con buone doti atletiche si propone la salita in vetta. Sulla cima si potrà ammirare un panorama mozzafiato che spazia a 360°. Davvero un’esperienza unica. Posto raro, nello stesso luogo mare (Sabbia e Roccia), natura con macchia mediterranea e montagna. La Riserva con la Baia di Cornino appartiene al comune di Custonaci. Famoso per il suo marmo. Di Rilievo il Santuario di Maria SS di Custonaci.

Foto by Peer.Gynt

4 – Riserva Naturale dello Zingaro

Un vero paradiso terrestre. 1600 ettari di vegetazione, sentieri per attraversare la riserva da punta a punta. Calette meravigliose con acqua cristallina. Tuffarsi a nuotare tra i pesci per nulla intimoriti dalla vostra presenza. La Cala dell’Uzzo una vera meraviglia e il lago di venere una vera chicca. Famosa è la nostra escursione in Catamarano o in Barca. Con una durata di 4 ore si attraversa in compagnia tutta la Riserva dello Zingaro e ci si ferma per una sosta bagno e snorkeling. La Riserva estasia i visitatori quindi deve essere un must durante la vostra visita nel trapanese.

5 – Isole Egadi

Favignana, Levanzo e Marettimo si specchiano su Trapani. Le tre isole negli ultimi anni hanno acquisito una certa notorietà turistica e sono sempre più preda di visitatori da tutta Europa. Favignana con Cala Rossa (la costa più bella d’Italia, Cala Azzurra, il Bue marino). Essendo un’isola piana è quella più ricercata con un vero e proprio centro abitato. Lido Burrone una grande spiaggia che attrae molte famiglie con bambini. Levanzo invece è un’isola tranquilla, ideale per il relax totale immersi nella natura. Da segnalare Cala Minnula e la Grotta del Genovese uno dei più importanti siti archeologici d’Italia, con le sue incisioni e pitture rupestri risalenti al paleolitico superiore (9680 a.C.)..

Marettimo è la più distante dalla costa trapanese. Marettimo è affascinante ed è un’isola rocciosa. Degne di nota sono le diverse grotte, raggiungibili solo dal mare (famosi sono i giri dell’isola in barca) con i fenomeni carsici, i fondali marini, alcuni dei quali sono parte della riserva naturale delle Egadi. Il punto più alto dell’isola è il Monte Falcone (686 m). L’isola è percorsa da vari sentieri ideali per il trekking.

Foto by COLINA PACO

6 – San Vito Lo Capo

Famosa località balneare che nel 2012 su un sondaggio effettuato da Tripadvisor fu definita la spiaggia più bella d’Italia. Con tre chilometri di spiaggia dorata San Vito Lo Capo si estende dal Golfo di Macari fino alla parte occidentale della Riserva dello Zingaro. Tipico luogo balneare estivo, San Vito Lo Capo propone spesso eventi di grande rilevanza come il Festival del Cous Cous e il Festival degli Aquiloni.

foto superdealer100
7 – Saline e Mothia

Trapani fu famosa per la lavorazione e produzione del sale, un tempo monopolio di stato e bene di gran valore. Al giorno d’oggi la produzione è calata notevolmente ma le saline di Trapani e Paceco sono area protetta gestita dal WWF ITALIA. Le Saline si estendono nella parte Sud di Trapani e nello Stagnone di Marsala. Tramonti mozzafiato, riflessi del sole sulle vasche rendono i luoghi suggestivi e indimenticabili. Luoghi ideali per alcune specie di volatili come i fenicotteri rosa, il cavaliere d’Italia, germani reali e tante altre specie che attirano fotografi da tutta Europa.

Lo Stagnone nell’antichità, in particolare in epoca fenicia, era un luogo strategicamente importante per la presenza di Mozia, influente e sicuro centro commerciale fenicio per gli scambi tra Oriente e Occidente. Mozia sorge sull’isola di San Pantaleo ed è una delle aree archeologiche più ricche del trapanese. L’isola permette piacevoli passeggiate e la visita al museo archeologico Whitaker.

 

8 – Segesta

Segesta, piccolo sito archeologico, dove potrete ammirare un imponente tempio in stile Dorico, ancora in piedi per come è stato lasciato (incompleto). Sul Monte Barbaro sono visitabili le rovine della città, mentre sulla collina è possibile raggiungere (anche per mezzo di un bus navetta) un teatro, in parte scavato nella collina, da cui è possibile ammirare un panorama stupendo.

foto coralgarrido

9 – Selinunte

Il più grande parco archeologico d’europa, Selinunte fu una città greca, adesso i ruderi della città sono sul territorio di Castelvetrano. La città era in prossimità del mare, fra due fiumi e posta sopra due alture. Nel sito archeologico, sull’acropoli vi sono alcuni templi insieme ad altre costruzioni secondarie, mentre altri templi si trovano su di una collina poco lontana. Degne di nota sono le località balneari adiacenti a Salinunte, Marinella e Triscina.

10 – Scopello

Subito dopo la Riserva dello Zingaro troviamo Scopello una frazione di Castellammare del Golfo. Scopello si affaccia sul mare e probabilmente prende il nome dai suoi faraglioni (scopelos in greco). Punto d’interesse la tonnara, una delle più importanti e antiche tonnare della Sicilia. Grazioso l’antico baglio e sempre a Scopello troverete una bella spiaggia di ciottoli, Guidaloca, lunga 400 metri a forma di arco. Una torre cilindrica risalente al XVI secolo è posta a guardia di questo tratto di costa.

 


Qualche informazione sull’autore del post, Angelo – Vivo a Trapani, sono stato un laureando in Comunicazione Pubblica all’Università di Palermo fin quando ho deciso di occuparmi di Turismo e di far in modo che più persone possibili possono conoscere la mia terra e tutte le sue sfaccettature.

Dirigo un portale turistico www.turismotrapani.com con annesso INFO POINT in Centro Storico a Trapani. Possiedo anche una location Angelo Apartments anche essa in pieno centro storico. Innamorato della mia famiglia, mia moglie polacca e due bimbi. Gabriel 1 anno e 4 mesi e Roberto soltanto 4 mesi. Quindi di lavoro faccio soprattutto il Papà. Mi piace tanto viaggiare ma al momento mi son fermato per via dei miei bimbi ma tra poco cresceranno e ricomincerò. Vado spesso in Polonia per motivi familiari.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: