Momenti imbarazzanti in viaggio o in vacanza

Leggendo una recente intervista pubblicata dal nostro amico Jeff di Career Break Secrets mi sono ritornati alla mente alcuni momenti imbarazzanti che ho “sperimentato” durante i miei viaggi. Decisi allora di ricercare  nei miei vecchi diari di viaggio,  storie “imbarazzanti” raccontatemi da altri viaggiatori: ne trovai moltissime. Da qui l’idea di iniziare una discussione su questo tema in cui tutti voi lettori potete partecipare con le vostre testimonianze.

imbarassing moments

Considerando che sono l’artefice di questa iniziativa, comincerò con il raccontare un episodio tra i più imbarazzanti della mia vita che mi capito’ proprio qualche mese fa.

Durante un tragitto in autobus in Argentina, il mio stomaco era davvero messo male: avevo bisogno del bagno il prima possibile e siccome il bus era dotato di una toilette, decisi di usarla. Fino a qui nulla di strano; il problema e’ che il suo uso era consentito solo per urinare, come messo ben in evidenza sulla porta. Trovandomi in una situazione in cui non ero in grado di controllare il mio intestino, decisi di usare la toilette in ogni modo, convinta che non sarebbe successo nulla di grave.

Niente di più sbagliato: dopo qualche istante l’autobus si fermo’, trascorsero alcuni secondi di silenzio surreale nei quali non capii bene che cosa stava succedendo. All’improvviso si sente l’urlo disumano dell’autista che mi incita ad aprire la porta. Mi sistemo come posso, esco in fretta e furia ritrovandomi di fronte l’autista che mi grida in faccia: “il bagno e’ solo per urinare, altre persone stavano aspettando che tu uscissi e se avessi avuto bisogno di fare altro me lo avresti dovuto dire che avrei fermato il bus”. Cercai di spiegargli che non avevo avuto tempo di avvisarlo e che il mio intestino stava per esplodere. Mi scusai dell’accaduto, ovviamente senza effetto: ritornando al suo sedile stava ancora imprecando ad alta voce al mio indirizzo. Viola in faccia ritornai al mio posto sentendomi lo sguardo di tutti gli altri passeggeri addosso.

Forza, raccontaci  la tua “brutta” esperienza aggiungendola qui sotto e la pubblicheremo in questo articolo… per la gioia dei nostri lettori! Non ti preoccupare, potrai rimanere nell’anonimato se la cosa ti imbarazza tanto..

Questo articolo e’ stato scritto fa Felicity. Traduzione a cura di Marco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: