Barcellona è una città multiculturale e piena di cose da fare, dove non ci si annoia mai! Non mancano aree verdi, parchi e giardini, luoghi molto frequentati non solo per la loro bellezza ed originalità, ma anche perchè offrono angoli in cui ci si può rilassare per una siesta, oppure sdraiarsi ammirando il cielo nelle giornate di sole (e perchè no, prendere una tintarella).

Parco della Ciutadella: per molto tempo questo è stato l’unico parco della città, costruito negli antichi terreni della fortalezza della citta (da lì il suo nome Ciudadela), seguendo il modello dei giardini di Lussemburgo e di Parigi. Si trova bel quartiere Ciutat Vella e ha un’estensione di 17,42 ettari, senza tenere in conto lo Zoo di Barcellona. È uno dei parchi più grandi della Città Condal e ha tanti cose di interesse: la cappella, il palazzo del governatore e l’arsenal della Esposizione del 1888, l’ Umbraculo, l’Hivernaculo, il Muse di Geologia e il Muse di Zoologia. Ha molte zone verdi.

Il Parco Guell: questo parco non è il più adeguato per sdraiarsi sull’erba, ma più per passeggiare e contemplare la sua bellezza. È, senza dubbio, il più famoso di Barcellona, opera di Gaudì, però l’ingresso non si paga. Si trova nel quartiere Carmelo, abbastanza lontano dal centro, e fu costruito tra il 1900  e il 1914. Si tratta di uno dei massimi esponenti del modernismo catalano. Contiene la Casa-Museo di Gaudì che è a pagamento

Labirinto dell’Horta: è un giardino storico situato nell Horta-Guinardó. Di fatto è il più antico che si conserva nella città. Sta situato nell’antica proprietà della famiglia Desvalls, vicing alla sierra di Collserola, e include un giardino neoclassico del secolo XVIII e un giardino romantico del secolo XIX. Visitarlo è meraviglioso. Inoltre, abitualmente non è molto turistico. Fu usato per il film El Perfume in una delle scene. Ci sono diverse statue e opere di grande bellezza.

Palazzo Reale de Pedralbes: situato nella zona alta della città, tra il 1919 e il 1931 fu la residenza della Famiglia Reale Spagnola nelle visite della città. Attualmente nel palazzo alberga il Muse dell Ceramica e il Muse di Arte Decorativa. Il comune di Catalogna cederà questo recinto per accogliere la futura sede del segretariato dell’Unione per il Mediterraneo. La proprietà che ha origine nel secolo XVII, fu aquisita nel 1862 da conte Eusebi Guell. Antoni Gaudì partecipò alla ricostruzione. Ci sono diverse opere e sculture, come la fonte di Ercole, ripartita per tutto il parco e anche qui ci sono molte zone verdi.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: