Tra le tante perle della nostra Italia, benché poco note a volte, esistono cittadine che uniscono arte e storia, scenari naturali come in pochi altri paesi al mondo. Una di queste è Erice, paesino posto in cima a un monte nel trapanese, che col suo centro medievale, la posizione panoramica e le tante testimonianze del passato, sa offrire ai visitatori svariati motivi per trascorrerci qualche giorno.

Foto mineomarcello

Qui non mancano infatti le attrazioni da visitare: dal lato ovest si accede al centro abitato tramite tre porte normanne aperte nelle antiche mura, mentre su quello est troneggia il castello di Pepoli, risalente sempre al periodo normanno e secondo maniero del paesino, assieme al castello di Venere, di epoca medievale. 

Nonostante le piccole dimensioni, a Erice sorgono numerosi edifici da ammirare, e tra questi oltre sessanta chiese, tra cui senza dubbio la Matrice, eretta in onore della Madonna Assunta all’inizio del 1300 e al cui interno sono collocate diverse statue marmoree di importante valore artistico. O la chiesa di San Giovanni Battista, con un portale gotico ancora intacco.

Al suo antico passato medievale, Erice è molto legata, tanto che l’evento più risonante e seguito in città è la Settimana di Musica Medievale e Rinascimentale, che ogni anno richiama appassionati di musica antica e che fa riecheggiare le stradine e i selciati dei vicoli di armonie dal sapore magico. La manifestazione è nota a livello internazionale e sostenuta dai dipartimenti di musica di diverse università estere. In quei giorni alloggiare in città è difficile se non si è prenotato prima, anche considerando le piccole dimensioni dei fascinosi hotel di Erice, dai quali volendo si può partire anche alla volta di escursioni nei dintorni. Da Erice infatti sono numerosi gli itinerari meritevoli di essere percorsi.

La Riserva Naturale Orientata dello Stagnone di Marsala regala ricchezza di flora e fauna, e lungo la strada per raggiungerla occhieggiano seducenti mulini a vento di eredità cinquecentesca. E altrettanto bella è la piccola isola di Mozia, dove i reperti Cartaginesi e Greci abbondano.

Con tante bellezze da scoprire, Erice è un’ottima destinazione per una vacanza di relax lontano sia dalla quotidianità e dallo stress, che dal turismo di massa. Periodo consigliato per visitarla, l’inverno, con un po’ di nebbia che le dona un’atmosfera ancora più incantata la sera. Ma non dimenticate un maglione! > Dove dormire ad Erice

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: