La grande avventura per la grande mela nasce a cavallo del 2010-2011, quando, quasi per gioco, faccio una proposta ai miei amici: “Facciamo un viaggio a New York ?”. Sorprendentemente sono tutti entusiasti: la mia cara amica Giulia sa che di me c’è da fidarsi, così convince altre due amiche. Ora che il gruppo c’è comincio a prendere subito informazioni e dopo pochi giorni vado subito nella mia agenzia di fiducia.

Tiziana, la mia consulente di viaggi, stila subito un preventivo; mi conosce bene e sa che io voglio sempre il prezzo più conveniente, così cerchiamo insieme la soluzione migliore. Dopo una lunga ricerca tra compagnie aeree che aumentano le tariffe in maniera a dir poco discutibile, riusciamo a trovare il volo giusto e prenotiamo un hotel  fantastico a un prezzo stracciato.

Io sono pratico di prenotazioni online, ma con il supporto dell’agenzia evito di annoiarmi con le pratiche burocratiche come il visto e assicurazione. Cosa manca? Un programma! Io voglio sempre vedere un sacco di cose e visto che il tempo a disposizione è sempre poco, organizzo tutto nei minimi dettagli.

Ecco che cosa abbiamo visto.

Raggiungiamo la città con il taxi. Dopo una bella doccia siamo pronti per scoprire la grande mela! Times Square è a 100 m!

Centinaia di flash e insegne luminose ci circondano ma non possiamo incantarci a guardarle siamo solo all’inizio. Continuiamo a camminare e dopo pochi metri troviamo l’Hard Rock Cafè, il Levi’s Store, Gap, MACY’S! Ferme tutte! Non dobbiamo prosciugare la carta di credito! Raggiungiamo la Fifth Avenue ammirando l’Empire State Building. Proseguendo raggiungiamo il Flatiron Building. Ormai è sera, entrando dentro Eataly ci sembra di essere tornati in Italia.

Cena e poi passeggiata fra i teatri di Broadway.

La mattinata dopo la passiamo al Moma, uno dei musei d’arte moderna più famosi al mondo. Pranzo al Rockefeller Center.  Proseguiamo per la Fifth avenue con sosta alla St. Patrick’s Cathedral e al Seagram Building. Poi shopping: Tiffany & Co, e il centro commerciale a 5 piani nella Trump Tower ma non dobbiamo stancarci troppo la giornata è ancora lunga!

Ci dirigiamo verso il palazzo delle Nazioni unite  con sosta per assaggiare un po’ di “cucina americana”: ess-a-bagel. Tudor City e Chrysler Building. Cena. Torniamo al Rockefeller Center. Poi su al 70° piano: sul Top of the Rock, la vista è mozzafiato!

Andiamo nel Financial District vicino a ciò che rimane del World Trade Center. Giusto un paio di “block” più a nord entriamo nel palazzo della banca centrale americana: 25 metri sotto il livello del mare i nostri occhi vengono abbagliati da migliaia lingotti d’oro provenienti dalle banche centrali di moltissimi altri Stati mondiali… ci troviamo nel posto più sicuro del mondo!

Ritiriamo il simpatico omaggio (un sacchettino con alcune banconote tritate) e procediamo per le tanto viste e discusse strade del polo finanziario più potente del mondo sino a giungere alla famosissima Wall Street.  Poi tappa al Century 21outlet! Fuori le carte di credito!

Sosta e pranzo a Battery Park. Nel pomeriggio visita della Statua della Libertà ed Ellis Island. Messi di nuovo i piedi sulla terra ferma  ci dirigiamo verso Little Italy o meglio, ciò che ne rimane dopo l’espansione di Chinatown. Gli ultimi passi della giornata li faremo in quel di Soho, dove i negozi sono molto convenienti.

L’indomani torniamo sulla Fifth avenue… ma niente shopping! Oggi Guggenheim Museum e Metropolitan Museum. Pranzo e riposo a Central Park. Eccoci quindi nel film “una notte al museo” tra i dinosauri del American Museum of Natural History.

Quale giorno migliore della domenica per andare a vedere un concerto gospel ad Harlem?!? Dopo essere usciti dalla chiesa andiamo finalmente a pranzo per un buon gospel brunch nei ristoranti tipici. Oggi ci rilassiamo!  Raggiungiamo Central Park West, passando dagli Strawberry Fields, dove  si trova il Time Warner Center e il Lincoln Center, poi prendiamo la metropolitana e ci dirigiamo verso l’Empire State Building. La vista è spettacolare! Si vede anche l’Hudson  e il molo 83,  da dove prenderemo il battello per la crociera con Circle Line.

Il giorno dopo visitiamo il Museo delle cere Madame Tussaud’s New York. Un po’ di cultura con una breve visita alla NY Public Library ma tranquille vicino ci sono i negozi di Times Square! Poi Madison Square Garden e passando dalla Madison Square ci dirigiamo verso Union Square dove possiamo assaggiare i prodotti genuini del greenmarket.

Nel pomeriggio girovaghiamo per Brooklyn, un bagnetto a Coney Island e un giro sulle giostre.

L’indomani si parte per una nuova avventura dal Port Authority Bus Terminal destinazione divertimento. Atlantic City, a breve distanza da New York, è una Las Vegas virtuale sull’oceano, con giochi eccitanti, outlet con merce esente da tasse, ristoranti raffinati e intrattenimento con personaggi famosi. Ragazze non perdete tutti i soldi al casinò perché domani si fa shopping!

Scarpe comode, cartina in mano e carta di credito in tasca… comincia la caccia al miglior affare! Woodbury Premium Common Outlet siamo arrivati! W il cambio favorevole!

Un viaggio spettacolare che purtroppo non posso fare tutti gli anni, ma posso sempre viaggiare con la mente organizzando viaggi per gli amici.

[divide]

Ecco una serie di consigli che ho preparato per la mia amica Angela.

  • New York non è solo una città, ma anche uno stato. Cerca di vivere ogni minuti al massimo perché è unico e irripetibile: metti da parte la noia e la stanchezza e VIVI New York!
  • Compra una buona guida e una mappa perché tutte le strade sembrano uguali, anche se in realtà è molto semplice muoversi: Manhattan è divisa in street ( da sud a nord in ordine crescente) e avenue ( da est a ovest in ordine crescente) quindi riuscirai facilmente a trovare anche un piccolo negozio.
  • Per raggiungere il tuo hotel puoi prendere un taxi (molto costoso ma anche comodo e veloce) negli appositi spazi (non fidarti di quelli abusivi) oppure puoi prendere una specie di monorotaia che ti porta alla fermata della metropolitana.
  • In città puoi muoverti tranquillamente a piedi, così vedi tutti gli angoli più suggestivi, ma ti conviene fare un abbonamento settimanale alla metropolitana, così puoi raggiungere in breve tempo ogni luogo senza fare troppa fatica.
  • New York rappresenta tutte  le culture del mondo e anche la cucina è un mix di gusti. La cucina cinese è molto sviluppata e sicuramente il gusto si avvicina molto a quello cinese. A China Town  sembra di entrare in Asia: puoi trovare un sacco di ristoranti con prezzi molto buoni.
  • La cucina giapponese è un’altra ottima scelta; sushi freschissimo e a prezzi vantaggiosi. Locali per tutte le tasche sparsi per tutta la città.
  • La cucina americana è molto buona anche se poco dietetica. Hot dog in ogni angolo delle strade, hamburger di ogni dimensione nei fast-food. Ti consiglio Virgil’s Real BBQ 152 West 44thSt (zona Broadway) per mangiare la vera cucina americana e Stardust (zona Times Square) dove puoi mangiare mentre i camerieri  cantano poiché sono attori dei musical (ottimi i dolci).
  • In tutta la città ci sono molti deli, cioè dei self service con cucina internazionale con il cibo a peso, dove puoi mangiare velocemente ad un prezzo ragionevole.
  • Se vuoi mangiare in maniera sana, molti supermercati come Food Emporium e Whole Foods hanno cibi pronti, insalate di tutti i generi e sushi che puoi consumare comodamente in appositi spazi con tavoli. Oltre ai grandi supermercati trovi molti negozi, soprattutto la catena Duane Reade, dove puoi trovare la farmacia, prodotti di prima necessità e cibi pronti. Puoi fare la colazione anche qui con ottime ciambelle e pane fresco.
  • Magnolia Bakery è sicuramente una tappa da non mancare per gli amanti dei dolci!
  • In America i vestiti costano in genere molto meno! Ti consiglio i marchi nazionali come Levi’s, Gap, Guess, Tommy Hillfinger, Ralph Lauren, Banana Republic, Victoria’s Secret, Abercrombie& Fitch, Converse, Aeropostale, Nike. Puoi perderti nel magico mondo dei giocattoli da Fao Schwarz dove puoi ritornare bambina!
  • Se vuoi fare una bella passeggiata nel verde puoi percorrere a piedi la Highline, una ex linea della metropolitana trasformata in un bellissimo percorso verde sopraelevato.

Infine

  • compra un adattatore perché le prese elettriche sono diverse
  • la carta di credito (va bene anche una prepagata) è essenziale perché i contanti in tagli da 50 $ non sono sempre accettati
  • tieni a portata di mano il numero dell’assicurazione per qualsiasi esigenza
  • la valigia deve avere la chiusura TSA
  • scarpe comode perché si cammina un sacco

Buon Viaggio!

 

A proposito dell'autore

miki

Ho 25 anni… di viaggi! Prima con la famiglia in giro per tutta Italia, poi crescendo, in giro per l’Europa e non solo… Purtroppo sono uno studente di Architettura e il tempo non c’è mai, però a volte ne approfitto per unire lo studio e il divertimento. Il mio motto:” Low cost High pleasure”.

Post correlati

3 Risposte

  1. Davide

    Bell’articolo sulla mia citta’ preferita! Consiglio per chiunque voglia andare a NYC: salvatevi un paio di giorni per girare Brooklyn (magari prenotatevi l’ostello o l’albergo proprio li, risparmierete un botto): Williamsburg, (fermata Bedford Avenue) in particolare e’ meravigliosa, piena di locali frequentatissimi aperti letteralmente tutta la notte.
    Tip: Da Williamsburg potrete prendere un traghetto (costa un paio di dollari) che porta a Wall Street passando sotto a tutti i meravigliosi ponti della Grande Mela garantendovi una vista indimenticabile 🙂

    Rispondi
  2. Konnich

    Consiglio: prendete l’autobus per andare da manhattan al Bronk’s sarà un’esperienza indimenticabile, vi sembrerà di essere in una commedy degli anni 60.

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: