A circa 7km a est di Candidasa si nasconde quella che viene definita una delle più belle spiagge della costa sud di Bali, Pasir Putih, ormai chiamata anche dai local “White Sand Beach”, che altro non è che la traduzione del nome originale: non posso che confermarne la bellezza!

Ci si arriva con un po’ di tenacia, avviso, perchè quando scrivo “si nasconde”, non lo scrivo per vezzo letterario, ma perchè è vero!

Usciti da Candidasa, bisogna seguire le indicazioni per Perasi, un tranquillo villaggio brulicante di gente e piccoli templi, e da lì ingegnarsi a vedere i cartelli per la spiaggia! Gli ultimi due chilometri sono di strada sterrata, in quella che è quasi giungla: armatevi di pazienza e non disperate, non vi siete persi, la spiaggia vi aspetta alla fine del sentiero.

Consiglio: la cosa migliore è affidarsi ad un driver esperto, che vi ci porta ad occhi chiusi, se proprio non volete avventurarvi. Direi di lasciar perdere i Bemo, i tipici “pullmini” locali, perchè se passano, non si sa quando passano.

All’ingresso della spiaggia vi verranno chieste 3.000 rupie (0,26€), dopodichè sarete liberi di sdraiarvi al sole, o affittare dei lettini con ombrellone da uno dei warung proprio lì sulla sabbia. Il prezzo? Dipende.

Dipende se decidete di pranzare al warung, allora probabilmente pagherete solo il pranzo, o dipende da quello che avete in tasca (a me per lettino con ombrellone e coca cola hanno chiesto 25.000 rupie (2,16€), ma non avendo il resto da darmi, alla fine ne hanno volute solo 10.000!).

In ogni caso, il conto si fa a fine giornata, non vogliono niente prima.

Per chi è appassionato di snorkelling, il suggerimento è quello di farlo la mattina: non c’è vento, quindi l’oceano è molto più tranquillo, non smuove il fondale e la visibilità è ottima.

A proposito di vento, colgo l’occasione per condividere il suggerimento che mi ha dato il mio driver: per visitare Bali, i mesi migliori sono quelli di agosto, settembre e ottobre, mesi secchi; l’unica differenza è che agosto è molto più ventilato, soprattutto nel pomeriggio, appunto, mentre a settembre e ottobre, oltre a non esserci pioggia, non c’è nemmeno vento: a voi la scelta, in base alle vostre esigenze!

Dove si trova?


Visualizzazione ingrandita della mappa

A proposito dell'autore

Maledettamente curiosa, ho trovato nei viaggi e nella scrittura quello che mi permette di tenere un po’ a bada questo spirito irrequieto che mi mette alla prova da trent’anni. Amo i libri, la cucina (ahimè!) e amo tutto ciò che è bello (dicono che è perché sono bilancia, ma ci credo poco). Da pochissimo nel mondo dei blog, mi ci sono buttata con tutte e due le scarpe… staremo a vedere che succede!

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: