Una delle destinazioni più incantevoli di tutto il Mediterraneo, la Corsica è un’esperienza adatta a chi ama la vita da spiaggia così come agli appassionati di escursioni in montagna. Nei suoi 1000 chilometri di costa sono incluse oltre 200 spiagge diverse in grado di soddisfare qualunque esigenza balneare. Le acque cristalline consentono di godere dei fondali marini fino a 15 metri di distanza, una condizione ideale per chi desidera praticare un po’ di snorkeling o fare qualche immersione. Mentre per immergersi nella natura che arricchisce la fascia costiera senza disturbare la fauna locale, ci si può avventurare su un kayak e magari spingersi fino al deserto delle Agriate, una regione situata a nord dell’isola che si estende da San Fiorenzo fino a qualche chilometro prima di Isola Rossa.

Al suo interno, invece, l’isola offre una straordinaria varietà di paesaggi, da picchi rocciosi a dolci colline, passando attraverso dense foreste e villaggi rurali dal fascino senza tempo. Quasi la metà dell’isola costituisce il Parco regionale della Corsica, che nei suoi 350.510 ettari comprende anche la Riserva della Biosfera della Valle del Fango e il Villaggio delle Tartarughe.

Corsica (di Terence S. Jones)

La prima nave privata a collegare la Corsica con l’Italia fu il traghetto Corsica Express, che poteva trasportare fino a 600 passeggeri e 60 autoveicoli ed era stato varato dalla Corsica Line nel 1968. La compagnia, fondata da un armatore corso di nome Pascal P. Lota, è oggi nota come Corsica Sardinia Ferries e dopo quasi 45 anni di attività continua a collegare il continente con le principali isole del Mediterraneo, in particolare Corsica e Sardegna. Nota per il suo impegno in favore dell’ambiente, la compagnia infonde i suoi principi ecologici anche nella formazione suo personale e sulle sue navi: le boutique di bordo non utilizzano alcun sacchetto di plastica, mentre in tutti gli uffici della compagnia la carta è riciclata così come quella di tutte le brochure e del materiale informativo diffuso al pubblico.

I cinque porti sulle coste della Corsica verso cui fanno tappa le navi della Corsica Sardinia Ferries includono la capitale Ajaccio, cosmopolita città che diede i natali a Napoleone Bonaparte, la vivace e colorita Bastia, con il suo centro medievale e il caratteristico vecchio porto, e la popolare Calvi, sede di resort e moderni complessi alberghieri. I traghetti per la Sardegna approdano invece a Santa Teresa e a Golfo Araci, due delle porte di ingresso verso un’altra isola la cui bellezza rende il Mediterraneo una fonte inesauribile di meraviglia e di incanto.

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Post correlati

3 Risposte

  1. traghetti per la Sardegna

    ma vi risulta davvero che i traghetti di Sardinia Ferries arrivino anche a Santa Teresa di Gallura oltre che a Golfo Aranci? Sul loro sito c’è solo Golfo Aranci

    Rispondi
  2. traghetti per la Sardegna

    è vero, è indicato nella mappa, non ci avevo fatto caso; ma non c’è tra le descrizioni e non è prenotabile. O non è ancora confermata o è un errore… mi sa che è la seconda…

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: