Marcel Proust scrisse:

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi

Forse voleva dire che viaggiare consente di acquisire conoscenze ed adottare nuove prospettive sul mondo. Ma solo se si è davvero aperti all’altro ed al diverso, si puo’ giungere ad una vera conoscenza del luogo visitato e di se stessi.

Poesie di viaggio nasce come rubrica dedicata alla poesia come viaggio di scoperta interiore ed esteriore, un angolo dedicato a poeti amanti dei viaggi, affermati ed emergenti, con biografie, composizioni poetiche ed interviste.

 

Il Gabbiano

Il gabbiano

imita
per burla
l’umana voce.
Io emulo
il volo suo
con il volto serio
e le mani trepidanti.

Luna

Mi inchino al cielo,
alla sua Signora
dal collo lungo e diafano.
Complice degli amanti,
sorella di ombra
e chiaroscuro,
ha occhi di miele
e ciglia di latte.
Mi inchino al cielo
ed alla sua Monnalisa.

A proposito dell'autore

Mara Giglio

Nasco il 24 Novembre 1977 sotto il segno del Sagittario. Dopo la Maturità Classica, mi laureo in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Milano. Maturo esperienze nell’ambito giornalistico ed impiegatizio. Parallelamente mi occupo con passione dell’accudimento degli animali, in particolare dei cani. Da sempre affascinata da ogni espressione creativa, sono un’amante della poesia e della letteratura. Innamorata del mare e della natura, amo viaggiare, ho vortici nei capelli, occhi curiosi e colleziono attimi come se fossero oggetti preziosi. “I segreti delle orchidee” è il mio primo libro di poesie. Anteprima: http://bit.ly/SbnHFb

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: