Torino è una città che viene troppe volte sottovalutata, specialmente quando si parla di vita notturna. Al contrario Torino, oltre ad essere assai fervente sotto il profilo culturale – basti pensare al suo museo egizio – lo è anche sotto quello del divertimento. Questa città ospita infatti tantissimi bar, vinerie, pub inglesi, cocktail bar, circoli sociali e soprattutto discoteche. La maggior parte dei locali è concentrata nella cosiddetta zona dei Murazzi (lj murass nel dialetto piemontese), che si estende lungo la riva del Po da ponte Vittorio Emanuele I a ponte Umberto I.

Qui, sotto le arcate dei portici, il capoluogo piemontese si anima dal tardo pomeriggio sino all’alba. Piccolo trucco per risparmiare: fate la tessera dell’Arci e dell’AICS utile per l’ingresso a praticamente tutti i centri sociali e culturali; mentre per le discoteche provate a chiedere qualche invito ridotto o gratuito nei bar e nei negozi di via Po.

Se volete risparmiare anche sulla sistemazione, consultate il portale online HostelBookers che offre tante offerte su dove dormire a Torino. Dopo aver scelto l’ostello, l’hotel o il bed & breakfast è giunto il momento di decidere in quale locale dei Murazzi trascorrere la serata!

I migliori locali dei Murazzi a Torino

Alcatraz: sul lato destro dei Murazzi, accoglie tutti gli amanti della musica elettronica da mezzanotte in poi. Il locale è molto frequentato e propone quasi sempre serate divertenti e a tema.

Fluido: proprio sulla riva del Po è il luogo ideale dove trascorrere una bella serata d’estate con gli amici. Prima di scatenarvi nelle danze la sera, potrete trascorrere qui anche il pomeriggio gustandovi un ricco aperitivo.

Le Arcate: esattamente a metà strada tra piazza Vittorio Veneto e Corso Vittorio Emanuele. Qui potrete ballare a ritmo della musica dance del momento e bere ottimi cocktail.

The Beach: un’associazione culturale sulla sponda sinistra del fiume. The Beach è uno dei ritrovi nevralgici per la movida torinese. L’edificio è moderno ed appena ristrutturato, con acciaio, vetri smerigliati e videoproiezioni. Suona qui anche una delle più note band torinesi, i Subsonica.

Jam Club: prima che cali la notte e i dj alternino alla console musica house, R ‘n’ B e commerciale, potete concedervi un po’ di relax sulla terrazza del locale, mentre sorseggiate raffinati cocktail. Un’oasi di pace in mezzo al trambusto della vita notturna torinese.

Un po’ di storia…

Con il termine Murazzi venivano inizialmente indicati gli approdi e i ricoveri delle imbarcazioni. Il nome prende origine dagli imponenti muri eretti nel XIX secolo al fine di proteggere il centro di Torino dalle piene del Po. Dopo un progressivo abbandono dell’area, i Murazzi hanno ripreso vita verso la metà degli anni Settanta, anche e soprattutto grazie alla concessione di licenze per l’apertura dei locali che poi ne avrebbero determinato la fama tra i giovani.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

2 Risposte

  1. elisa

    Che meraviglia i Murazzi! Sono il motivo per cui torno sempre volentieri a Torino! Peccato che in questo momento molti siano stati chiusi. speriamo ritornino alla ribalta.

    Mi segno tutte le dritte in agenda, alcuni li conoscevo già, altri sono da provare!

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Hai ragione Elisa: peccato che molti (se non tutti) siano ormai chiusi ma speriamo fiduciosi in una futura riapertura 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: