Anche quest’anno Torino ripete la manifestazione inaugurata nel 2011 con un grande successo di pubblico. Non solo. Il comune garantisce che questa edizione di “A Torino un Natale coi fiocchi” sarà ancora più memorabile, con tante attività in programma giorno per giorno, ciascuna con un particolare percorso tematico. Un indicatore importante, a detta dell’assessore alla cultura Maurizio Braccialarghe, di come il capoluogo piemontese stia concentrando tutti i suoi sforzi per diventare “un’importante meta turistico-culturale”.

Il presepe in piazza (foto nataleatorino.it)

Le celebrazioni cominceranno il primo dicembre, con balletti sui pattini, spettacoli acrobatici, cori gospel e concerti di musica religiosa, classica e jazz, e si concluderanno in piazza San Carlo, dove una “lunga festa di musica, immagini e divertimento” culminerà con il brindisi al 2013, animata da un Djset e dall’animazione video sulle facciate di “Un mondo di emozioni”.

I sei differenti percorsi tematici includono il “Natale dell’arte”, che prevede l’esposizione del quattrocentesco “Ritratto di Lionello d’Este” di Pisanello al piano terra di Palazzo Madama. Il “Percorso della spiritualità” porterà invece in scena concerti, spettacoli teatrali, letture e danze nei luoghi di culto e di aggregazione della città, mentre il “Percorso delle tradizioni di Natale” – otto date tra il primo dicembre e il sei gennaio – vedrà protagonista lo spettacolo del Cirque Carillon in piazza Castello.

Le varie tematiche non potevano certo dimenticare i bambini, che grazie al percorso a loro dedicato potranno assistere tutti i giorni, fino al sei gennaio, ai racconti interattivi di fiabe inedite “A mille ce n’è di fiabe da narrar”. Il “Percorso della città delle montagne” si animerà con una mostra al Museo della Montagna e un concerto corale presso il Conservatorio Giuseppe Verdi, mentre il “Percorso del ghiaccio” accoglierà le esibizioni degli artisti cinesi di Harbin che realizzeranno opere in ghiaccio negli angoli più attraenti della città. Per tutti gli altri eventi, compreso il tradizionale Mercatino di Natale, è bene visitare il sito dedicato, poiché ce ne è davvero un lungo elenco da scoprire.

Mercatino di Natale (foto nataleatorino.it)

La festa, però, non si limita alla sola città. Tra le proposte dell’ente Turismo Torino e Provincia rivolte a visitatori italiani e stranieri spiccano il Royal Bus, con cui raggiungere le Residenze Reali di Moncalieri, Rivoli, Stupinigi e Venaria, e il Christmas on the Bus, che tutti i sabati del mese trasforma il City Sightseeing Bus in una festa animata dalla musica dal vivo del quartetto Quattro note motrici. Tutti i dettagli e le informazioni sui costi sono disponibili sul sito dell’ente turistico.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: