Quando si dice Rimini, la prima cosa che viene in mente sono le spiagge, il mare e il divertimento. Questa bella città della Riviera Romagnola è infatti conosciuta soprattutto come località balneare, particolarmente apprezzata dai giovani ma amata anche dalle famiglie, che la scelgono per i comfort offerti e per le eccellenti strutture ricettive, come ad esempio gli attrezzati hotel di Rimini a 4 stelle.

Ma Rimini è anche una città a misura d’uomo e quindi risulta particolarmente piacevole visitarla a piedi. Camminando per il centro storico di Rimini, si nota subito come la città abbia mantenuto il proprio assetto urbano originario, con le due strade principali che si intersecano proprio sull’antico Foro, ovvero in Piazza dei Tre Martiri, dove anticamente si svolgeva la vita politica e sociale della città.

In origine la città era “custodita” da quattro porte edificate alle estremità dei due assi maggiori, ovvero la Meridionale, che segnava l’inizio di Via Flaminia, la Settentrionale, che giungeva sino a Piacenza, la Montanara che dava inizio a Via Aretina e la Marina che conduceva sino al porto. Delle quattro porte originarie oggi ne sono rimaste due, ovvero la Porta Montanara e l’Arco d’Augusto, che è l’arco più antico di epoca romana.

Rimini_ponteTiberio_mastro01

Spostandosi nella zona nord della città ci si imbatte in un’altra costruzione di grande pregio, vale a dire il Ponte di Tiberio, che si impone all’attenzione dei visitatori non solo per la sua maestosità ma anche per la perfezione tecnica che ha permesso la sua costruzione. Proprio di fianco al porto sorgeva un tempo l’Anfiteatro, la cui costruzione risaliva al secondo secolo dopo Cristo, come è stato accertato da una serie di accertamenti storici; dell’anfiteatro restano oggi solo alcuni reperti.

In diversi punti della città è possibile invece scorgere i resti delle antiche mura, costruite in epoche diverse; tra i resti di epoca romana più importanti della città ci sono certamente i mosaici pavimentali che stanno appunto a testimoniare l’esistenza di antiche dimore patrizie, costruite in età imperiale.

Essendo una città dalla lunga storia, moltissimi sono i luoghi che è possibile visitare, come la Chiesa di San Giuliano, antica chiesa benedettina, costruita nel IX secolo e all’interno della quale è custodita la Pala di Paolo Veronese. Da qui potete dirigervi a Porta Gervasona e alle Mura Malatestiane della Scala, per poi passare alla Chiesa della Madonna della Scala, eretta nel 1611 e restaurata numerose volte nel corso degli anni.

Particolarmente interessanti sono le mura medioevali di via Bastioni Settentrionali, anch’esse sottoposte a una forte opera di restauro, l’Arco di Francesca o Porta Galliana, il Ponte Tiberio, la cui costruzione fu fortemente voluta da Augusto, sebbene l’opera sia stata terminata da Tiberio. Tra gli edifici civili non perdetevi Palazzo Ricciarelli Briolini, eretto tra il 1508 e 1510, il Palazzo Grampi, situato in Piazza Cavour e sede del Comune, Palazzo dell’Arengo e Palazzo del Podestà, mentre tra gli edifici religiosi vi consigliamo la Chiesa dei Servi, di origini trecentesche, la Chiesa dei Paolotti in Piazza Tre Martiri, la Chiesa di San Giovanni Evangelista, la Chiesa di San Gaudenzo e la Chiesa di San Bernardino, edificata nel 1759 in stile barocco.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: