Levi è una cittadina nel nord della Finlandia. In passato si notava a colpo d’occhio la lunga influenza storica della Russia di cui tutta la Finlandia era stata una nazione satellite. Oggi ha avuto la nazione un’esplosione economica che è visibile viaggiando in tutta la Finlandia, ma soprattutto in queste lande del nord.

Levi è uno dei più grandi comprensori sciistici della Finlandia. Il territorio, siamo oltre il Circolo Polare Artico, è montuoso, anche se parliamo di montagne diverse da quelle cui siamo abituati qui: il monte più alto misura 531 metri! Chiaramente è un paradiso dello sci di fondo con oltre 230 chilometri di piste. La popolazione dei Sami, una minoranza stanziata in Lapponia, abita in quest’area della Penisola Scandinava. Qui vengono considerati un’etnia artica e i loro usi e costumi, sviluppatisi in un ambiente del tutto inospitale, sono estremamente interessanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Levi è una rinomata stazione sportiva invernale dalle mille risorse e offerte. Innanzitutto lo sci di fondo, tipico di tutta la Finlandia con migliaia e migliaia di chilometri di piste. Il silenzio della foresta rotto solo dal fruscio della slitta e dall’ansimare degli husky nel lungo tramonto artico, la motoslitta lanciata a tutta velocità sul lago ghiacciato nella lunga notte artica, gli hotel di ghiaccio che ogni anno vengono ricostruiti creando un’esperienza sensoriale unica di luci e colori, il safari fotografico in motoslitta di notte, all’estremo nord, per avvistare gli orsi polari, sono tutte esperienze indimenticabili.

Levi (e la Finlandia) è comodamente raggiungibile dall’Italia con qualsiasi mezzo. La via più comoda sono le compagnie low cost che la collegano alle città principali. Si può inoltre arrivare in circa 24 ore di auto dall’Italia a cui vanno aggiunte dalle sette alle nove ore di traghetto dalla Svezia. Se decidete di recarvi in inverno con la vostra auto saranno sufficienti le gomme quattro stagioni. Là il carburante venduto nelle stazioni di servizio, è adatto alle basse temperature. Guidare in inverno è relativamente facile, una volta presa un po’ la mano con le distanze maggiorate per via del ghiaccio. Tenete presente che nell’abitacolo farà comunque sempre freddo!

La rete ferroviaria è sviluppata fino a Rovaniemi (il villaggio di Babbo Natale situato al Circolo Polare Artico). Più a nord ci sono frequenti ed efficientissimi servizi di bus che arrivano praticamente ovunque, raggiungendo Levi e spingendosi fino a Kirkenees, estremo punto della Norvegia, al confine con la Russia, da cui potrete imbarcarvi ogni giorno sul famosissimo Postale dei Fiordi: l’Hurtigruten.

A proposito dell'autore

Viaggio – sempre troppo poco - esplorando il mondo e le sue mete (preferibilmente fredde) non gettonate, da viaggiatore e non da turista. Adoro viaggiare con la mia famiglia in qualsiasi modo e in qualsiasi luogo. Sono una vera esperta di zone relax e, devo ammetterlo, ho un debole per l’Alto Adige, dove la cura di ogni minimo particolare è sempre così perfetta. Il mio motto? Felice sempre, soddisfatta mai!

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: