Partire e viaggiare in piena libertà alla scoperta di un Paese straniero… ma una volta a destinazione, qual è la soluzione ideale per svolgere gli spostamenti necessari? Chi viaggia da solo dovrebbe considerare seriamente i mezzi di trasporto pubblici: più economici e meno inquinanti di una macchina, sono anche il luogo ideale dove fare nuove amicizie e condividere le proprie esperienze con altri viaggiatori. Ma se la rete di infrastrutture nel Paese ospitante non dovesse essere all’altezza, o il bisogno di maggiore libertà di movimento si dimostrasse insopprimibile, il noleggio di un’auto potrebbe essere la soluzione ottimale a tutte le nostre esigenze.

on-the-road-2

In molti Paesi dell’Unione Europea è possibile guidare semplicemente con la nostra patente italiana. Inoltre è in corso l’introduzione di un modello unico di patente per garantire maggiore controllo e sicurezza sulle strade: dal 19 gennaio 2013, infatti, tutte le patenti di guida rilasciate nei paesi dell’Unione hanno lo stesso aspetto. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito istituzionale della comunità europea.

La nuova patente europea

Nei Paesi extraeuropei occorre badare agli accordi bilaterali siglati con l’Italia come singola nazione  o come membro dell’Unione Europea. Tali accordi variano in base a numerosi fattori e tenersi aggiornati non è molto facile. Potrebbe essere utile a tale riguardo consultare il sito del Ministero degli Esteri o quello dell’ambasciata del Paese verso cui siamo diretti, oppure ci si può rivolgerere direttamente a un’autoscuola.

In alcuni casi, oltre alla nostra patente, potrebbe essere necessario un permesso internazionale di guida o addirittura una patente internazionale, o ancora una traduzione giurata della patente nella lingua del Paese ospitante. La patente internazionale viene rilasciata tramite il modello TT26, vale 3 anni a partire dalla data del rilascio o fino alla data di scadenza di validità della patente nazionale, e deve essere richiesta presso un’autoscuola autorizzata.

La patente internazionale, inoltre, non è valida per circolare in Italia, è valida per tutte le categorie di veicoli indicate nel libretto, deve sempre essere accompagnata dalla patente nazionale in corso di validità e smette di essere valida nel momento in cui il titolare stabilisce la propria residenza nel Paese in questione.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: