In Umbria, tra la cornice dei monti Sibillini, a 1400 metri d’altezza, si trova l’altopiano di Castelluccio in cui ogni anno tra la fine di maggio e i primi giorni di luglio avviene la fioritura simultanea di varie specie floreali: l’intero altopiano si trasforma in un mosaico di colori, con variazioni di toni che vanno dal verde, al giallo al rosso vivo. Per gli amanti della fotografia e dei colori vivaci si tratta di un posto unico nel suo genere.

Umbria - Altopiano di Castelluccio

L’altopiano di Castelluccio venne anche definito il “Tibet d’Italia” da Maraini, per la pace e la tranquillità che lo contraddistingue. Il piccolo paese di Castelluccio aggiunge a questo luogo un aspetto ancora più da cartolina. Il paese in sé è un borgo modesto con qualche negozio di souvenir e un paio di ristoranti, ma è una buona base d’appoggio per escursioni a piedi, in mountain bike o a cavallo.

Umbria - Altopiano di Castelluccio

Come succede spesso nella maggior parte delle località turistiche italiane, pace e tranquillità sono messe in pericolo durante i fine settimana e i giorno festivi, quando fiorde di motociclisti, automobilisti e villeggianti di ogni genere invadono l’altopiano e il piccolo paese di Castelluccio portando caos e confusione. Per la massima serenità, andateci nei giorni feriali ed evitate i mesi più caldi (luglio e agosto).

Altro luogo d’interesse nella zona è la cittadina di Norcia: visitate il Monastero di San Benedetto composto da giovani monaci benedettini prevalentemente americani, con barba lunga e capelli rasati.  Compongono una comunità solida in sintonia e comunione con la Chiesa Romana Cattolica.

Umbria - Norcia

Veniamo accolti da Padre Benedetto che ci spiega come i primi monaci si siano trasferiti nella cittadina di Norcia, città natale di San Benedetto, nel 2000. Padre Benedetto continua spiegandoci come l’intera comunità riesce a sostenersi con la produzione e vendita di birra artigianale, oltre che a donazioni provenienti sopratutto dagli USA. Accanto al monastero si trova infatti un “punto vendita” della birra Nursia dove viene venduta non solo la pregiata birra, ma anche souvenir del Monastero.

Umbria - Norcia, la birra

Il maiale allo brado di Norcia è invece una scommessa di un agricoltore della zona che è riuscito a creare un allevamento di maiali che vivono alla stato brado su una superficie di circa 100 ettari nei campi appena sopra Norcia. L’allevatore Giuseppe Fausti segue regole basilari ma efficaci: nutrimento genuino senza l’utilizzo antibiotici o altre sostanze chimiche.

Allevatore di maiali

 

Informazioni utili

  • Dove dormire: Palazzo Seneca a Norcia. Hotel accogliente, ben curato e in pieno centro. Ottima base per escursioni nella zona e per Castelluccio

Per saperne di più sul mondo dei padri Benedettini e della loro birra, vi proponiamo questo breve video:

 

 

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: