Qualche settimana fa ho partecipato come “spettatrice” al mio primo “social media reality”. Cos’è vi chiederete voi?! Ve lo spiego così…

Prendete un’esperienza di viaggio interamente condivisa sui social network e un gruppo di partecipanti giovani e simpatici, scelti dopo un casting durato un mese e pronti a tutto per conquistare qualche ora di celebrità. Poi aggiungete due registi d’eccezione come Diego e La Pina di Radio Deejay. Se poi tutto questo è firmato da Venere, specialista europeo del booking online, capite bene che ci sono tutti gli ingredienti giusti per un format di successo! Eh sì, perchè è proprio di un format che si tratta: un “Grande Fratello 2.0” che ha catapultato partecipanti, organizzatori e professionisti che hanno seguito l’evento, in un viaggio fatto di sorprese, splendide località turistiche e tante risate.

Tutto inizia con un viaggio a bordo del treno Italo con destinazione sconosciuta, almeno per i partecipanti (inizialmente 12, poi diventeranno 6) del Venere Social Media Reality. L’interno, più che un treno, sembra uno studio televisivo: si susseguono presentazioni dei concorrenti davanti alle telecamere, tanta musica e giochi fino alla tappa intermedia del viaggio che è Roma, dove scendono i primi concorrenti eliminati. Il viaggio prosegue poi per Napoli, per prendere un pullman con destinazione ancora ignota e che verrà finalmente svelata una volta varcati i confini della… Puglia! Saremo infatti tutti ospiti del lussuosissimo Boscolo Hotel di Bari!

Venere Social Media Reality - Bari

Dopo un aperitivo in terrazza, per cena assistiamo divertiti ai giochi ideati per i partecipanti e ai simpatici siparietti che animano la serata, il tutto mentre assaggiamo ottimi piatti della tradizione pugliese, talvolta rivisitati, tutti a base di ingredienti locali, come gli ottimi cavatelli ai frutti di mare.

Nonostante la stanchezza dopo un viaggio durato circa 7 ore, dopo cena decidiamo di visitare Bari vecchia: il centro storico, racchiuso dalle mura, svela dei gioiellini romanici come la Basilica di San Nicola e la Cattedrale di San Sabino, mentre un groviglio di viuzze illuminate dei colori caldi dei lampioni, insieme ai palazzi storici che si ergono su una pavimentazione bianca candida, regalano un’atmosfera davvero suggestiva. L’indomani, mentre i partecipanti del Venere Social Media Reality svolgono divertenti prove in spiaggia e in hotel, noi abbiamo una splendida gita in programma: andremo prima ad Alberobello e poi a Polignano a Mare, ma sempre tenendo un occhio vigile sui social che coprono la diretta del reality.

Alberobello è conosciuta in tutto il mondo per i suoi trulli, una fama confermata dalla presenza di numerosi turisti stranieri che affollano le vie del centro suddiviso in due rioni: Monti e Aia Piccola, entrambi riconosciuti Patrimonio Mondiale UNESCO. A Polignano a Mare, lo splendido paese che ha dato i natali al grande Domenico Modugno, ci siamo persi tra i candidi vicoli e ci siamo soffermati in ogni sua terrazza sul mare a scattare foto e a goderci il paesaggio. E poi lo confesso: nonostante avessimo pranzato con la lunch bag offerta dall’hotel, non abbiamo resistito a una merenda con frittura di calamari e vista mare!

Questo che vi ho raccontato è il viaggio dal mio punto di vista, ma se volete gustarvi le puntate del Venere Social Media Reality questo è il link, oppure leggete la diretta sui social tramite l’hashtag #VenereReality!

Buon divertimento!

A proposito dell'autore

Valentina Macciotta

Sono orgogliosamente sarda e milanese di adozione. Lavoro come SEO Copywriter e Community Manager Freelance, coltivando le mie più grandi passioni: i viaggi, la scrittura e la fotografia. Ho un diploma da sommelier e un blog personale in cui parlo dell’Italia da vedere e da gustare: www.enogastronovie.it.
Amo l’Italia, ma ho la valigia sempre pronta per viaggiare e scoprire nuovi luoghi di cui innamorarmi!
Collaboro da tempo come blogger e PR per Non Solo Turisti.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: