Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di alberghi diffusi, un modello di struttura ricettiva che si adatta alle peculiarità di alcune zone d’Italia e promuove un concetto nuovo di ospitalità. Il nostro Paese, infatti, è ricco di borghi storici, località di piccole dimensioni poco note ma non per questo meno interessanti delle destinazioni più blasonate. Questi borghi, infatti, hanno spesso caratteristiche uniche sotto il profilo artistico e architettonico, e solo tramite un’adeguata valorizzazione possono mantenere vivo l’interesse dei turisti e dei visitatori occasionali.

Con il termine “albergo diffuso” si intende una struttura che si espande in orizzontale, cioè non concentrata in un’unica location ma presente in diversi punti dello stesso nucleo urbano. Questo consente agli ospiti un’esperienza più immersiva, vivendo a stretto contatto con i residenti e trascorrendo l’intera vacanza in un luogo speciale, da esplorare gradualmente e senza fretta. In altre parole l’hotel diventa non solo il posto in cui ci si riposa, ma il vero protagonista del viaggio, grazie una serie di servizi concepiti ad hoc per la promozione del territorio. Per capire meglio di cosa stiamo parlando segnaliamo due hotel diffusi in Toscana: il Castello di Gargonza e Borgo Scopeto.

Castello di Gargonza

castello di Gargonza - Toscana

Collocato al confine della Val di Chiana con le Crete Senesi, il Castello di Gargonza, una fortezza del XII secolo completamente ristrutturata nel rispetto dello stile originario, ha mutato la sua funzione e oggi dispone di 13 camere situate in diversi edifici del castello. Oltre alle camere, in questo castello è possibile soggiornare negli appartamenti per vacanze che conservano il nome dei personaggi che vi abitarono, come la sarta Niccolina, il guardiacaccia Celso ecc., luoghi che hanno conservato quella magica atmosfera che si può provare solo in una dimora storica.

Hotel diffuso è anche sinonimo di servizi dedicati, infatti il Castello di Gargonza, oltre ai comfort essenziali, è fornito di piscina panoramica e giardini, ristorante di cucina tradizionale toscana, sale riunioni per i business meeting e persino una chiesa romanica dove celebrare matrimoni. Il vantaggio per chi sceglie questa location è avere una gamma amplissima di servizi all’interno di un borgo, un piccolo mondo dove ogni cosa è curata nei minimi dettagli.

Borgo Scopeto

Se vi appassiona l’idea di soggiornare in un relais un tempo abitato da una nobile dinastia, Borgo Scopeto fa al caso vostro: una residenza d’epoca con vista panoramica su Siena (si distinguono la Torre del Mangia e il campanile del Duomo) circondato da uliveti e boschi di lecci dove cresce l’Erica Scoparia, l’arbusto da cui il Borgo trae il nome. Lo splendido giardino settecentesco dà il benvenuto in questo luogo carico di storia; qui il concetto di hotel diffuso si esprime nelle camere, totalmente rimodernate, e nella Villa, un vero e proprio appartamento con ingresso indipendente, adatta per piccoli gruppi.

A Borgo Scopeto non manca nulla per vivere un sogno a occhi aperti: un centro benessere all’interno delle antiche scuderie, dove sperimentare l’innovativa vinoterapia, un rimedio a base delle più pregiate uve locali; il ristorante La Tinaia, specializzato in menù regionali e collocato nell’antica cantina; sale per meeting e congressi e location per set cinematografici; piscina esterna riscaldata con pannelli solari, in altre parole un albergo diffuso che può soddisfare esigenze molto differenti, dalle richieste del turista che ama la natura a quelle del regista in cerca d’ispirazione.

Borgo Scopeto produce inoltre il Chianti Classico nel suo vigneto, uno dei vini più celebrati e amati dagli appassionati del buon bere, che è possibile degustare nelle eleganti sale interne o direttamente presso la cantina, dove i tour guidati consentono di apprezzare al massimo questi prodotti DOC.

Come trovare altri alberghi diffusi in Toscana

Per individuare e prenotare questo genere di strutture ricettive il web è uno strumento essenziale: i castelli, le dimore d’epoca e le maison di charme in Toscana sono state selezionate e raccolte in una collezione esclusiva, Relais in Toscana, che ci presenta il meglio dell’offerta dedicata al turista esigente che desidera scoprire i borghi più incantevoli di questa regione.

In conclusione, gli hotel diffusi non sono una semplice moda ma una nuova visione dell’ospitalità e del turismo sostenibile, il cui obiettivo è far rinascere i luoghi storici e suggestivi che costituiscono la peculiarità del Belpaese.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

2 Risposte

  1. Giovanni

    A chi piacciono sistemazioni particolari consiglio di dare un’occhiata al nuovi portale BnB Genius,ci sono tantissime soluzioni splendide!

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: