In Germania si brinda sempre più spesso con un calice di vino. Sebbene l’immagine del Paese sia legata tradizionalmente alla birra, negli ultimi anni i vini tedeschi stanno conquistando sempre maggiore popolarità e apprezzamento anche oltre i confini nazionali. Grazie alla qualità dei vini e al crescente interesse per l’enogastronomia, negli ultimi anni in Germania si è sviluppato un vero e proprio turismo del vino ed è piuttosto semplice trovare validi suggerimenti per una vacanza all’insegna del nettare d’uva e della cultura enologica.

La fine dell’estate e l’autunno sono periodi ideali per visitare le regioni vinicole tedesche e le città che organizzano colorate e coinvolgenti feste per la vendemmia, il vino novello, ma anche mercati a tema che si rivelano vere e proprie esperienze multisensoriali e un susseguirsi di tentazioni gastronomiche.

Castello Vollrads, Germania

Il vino può essere il filo conduttore che porta a scoprire luoghi e paesaggi di grande fascino, seguendo itinerari particolarmente agevoli come le strade tematiche ad esso dedicate nelle diverse regioni. Strade del vino si snodano ad esempio lungo il fiume Nahe, in Sassonia, Land dove si sono da poco celebrati gli 850 anni della viticoltura nella regione con tantissime manifestazioni di grande richiamo. Anche se siamo ormai a fine estate, il calendario è ancora ricco di appuntamenti. Dal 27 al 30 settembre, la località di Radebeul invita alla festa d’autunno e del vino e Meißen il 29 settembre alle ore 10 ha in programma la parata della grande festa del vino che si svolge nel medesimo fine settimana. Dal 5 al 7 ottobre avrà luogo a Diesbar-Seußlitz la 13a edizione della Federweißermeile, la festa del vino novello che propone delizie gastronomiche ed enologiche sassoni. Occasioni da prendere al volo per scoprire un Land ricco di fascino e incredibilmente stimolante dal punto di vista culturale, magari percorrendo la Sächsische Weinstraße, la strada del vino inaugurata nel 1992: 55 chilometri da Pirna attraverso Dresda, Radebeul e Meißen fino ai magnifici villaggi dediti all’enologia nella valle del fiume Elba.

La regione dell'Ahr, Germania

La Renania Palatinato è un Land che ha fatto del vino un vero e proprio simbolo dell’identità regionale. Sono famosi in tutto il mondo i vigneti molto scoscesi lungo le sponde del Reno, della Mosella e dell’Ahr. L’inclinazione che può anche toccare i 65° costringe i viticoltori ad autentiche acrobazie tra rocce, dove l’utilizzo delle macchine è assolutamente impensabile. L’Ahr è la regione vinicola più piccola della Germania, con appena 530 ettari di vigneti che danno un raccolto eccellente, tanto che gli Spätburgunder e Frühburgunder di questa valle sono molto apprezzati a livello internazionale. E tra i bei vigneti sorge la doppia città Bad Neuenahr-Ahrweiler con le sue invitanti terme. Qui l’enogastronomia di alto livello si sposa con il benessere offrendo un mix irresistibile.

Alba sulle vigne del Palatinato, Germania

Nella valle del Medio Reno, incantevole patrimonio UNESCO, le uve Riesling crescono rigogliose anche all’ombra della statua della famosa Loreley, bellissima donna dai lunghi capelli biondi che con il suo canto faceva perdere la testa – e la rotta – ai naviganti, causando numerosi naufragi. Il centro storico di Boppard, nota come la “Nizza del Reno”, è un autentico gioiello tra i cui cortili storici si celano anche invitanti “Strausswirtschaften”, una sorta di locande in vecchie cantine per l’invecchiamento in botte, in antichi torchi e in piacevoli corti interne. Aperte solo pochi mesi l’anno, qui i viticoltori servono i loro vini agli avventori. In questa caratteristica località dal 27 al 30 settembre e dal 4 al 6 ottobre si svolge una grande festa del vino. Il 12 e il 19 ottobre 2013 lungo il romantico Reno si celebra il “Goldener Weinherbst”, l’autunno dorato del vino, e la “Schwimmendes Federweißenfest”, festa galleggiante del Federweisser, il vino novello della regione, tradizionalmente accompagnato dalle Pfannkuchen, deliziose focaccine alle cipolle. In queste giornate si può partecipare a diverse invitanti crociere lungo alcuni tratti del fiume e visitare le caratteristiche località che si affacciano sulle sue sponde.

Cochem, Germania

Le uve Riesling sono eccellenti anche lungo il tortuoso corso della Mosella, costellato da caratteristici borghi con le case a graticcio. Anche qui non mancano le strade a tema: la Strada dei vini della Mosella da Perl a Coblenza, la Strada Saar-Riesling da Konz a Serring oppure l’itinerario Ruwer-Rielsing. Neumagen è la più antica località vinicola, dove è stato trovato un rilievo in pietra che raffigura una barca romana del vino. Se Treviri è famosa per il suo importante passato romano, le colline lungo il fiume sono impreziosite da numerosi castelli medievali, tanto che il tratto tra Cochem e Coblenza è chiamato “la terra delle rocche”. Il romantico Burg Eltz è una delle fortezze più belle della Germania, un magnifico esempio di castello da fiaba che dal XII secolo ha resistito a tutte le guerre. Tra le leggende della regione, forse la più famosa è quella del “Bernkasteler Doctor”: nel 1360, il principe-vescovo Boemund II di Treviri si ammalò gravemente mentre soggiornava nel castello di Landshut e non c’era rimedio o dottore che riuscisse a guarirlo. Un vignaiolo del villaggio si recò al castello con un piccolo barile del suo vino migliore, ottenuto dalle uve di un unico vigneto, e insistette per farlo bere al vescovo, che guarì poco dopo e, in segno di riconoscenza, sancì che il vigneto assumesse il nome di “Doctor”. Per la cronaca: Boemund II morì un paio di anni dopo.

Rovine del castello di Landshut, Germania

Traben-Trabach è da molti considerata una vera mecca, probabilmente anche a causa delle numerose feste del vino che si svolgono tra aprile e settembre e attraggono migliaia di visitatori. I prossimi appuntamenti: dal 22 al 29 settembre 2013 si celebra la settimana della cultura nel Mittelmosel Museum – il museo della Mosella centrale, e dal 27 al 29 settembre intorno alla torre della città si svolge la “Federweißer-Fest”, la festa del vino nuovo con la vendemmia storica. Dal 4 al 6 ottobre 2013, invece, l’appuntamento è con la festa d’autunno e della piazza del mercato. Chi invece si sposta nel periodo del famosi e caratteristici mercatini di Natale, dal 29 novembre 2013 al 5 gennaio 2014 può approfittare dello specialissimo Mosel-Wein-Nachts-Markt.

Ma le feste del vino nelle 13 regioni enologiche della Germania, tra paesaggi incantevoli, tavole imbandite ed elezioni delle reginette del vino, sono davvero innumerevoli. Basta scegliere quali regioni visitare e informarsi un po’ in anticipo per programmare al meglio il proprio tour enogastronomico. A questo punto, non resta che augurare buon viaggio e… Prost, alla salute!

Per maggiori informazioni sulle feste del vino in Germania: www.german-wine-festivals.com.

A proposito dell'autore

Viaggiatrice e sciatrice entusiasta. Traduttrice, interprete, copywriter e travel writer, innamorata della mia professione che mi vede impegnata soprattutto nei campi del turismo e della tutela della natura e dell’ambiente. Curiosa, rispetto le opinioni degli altri anche quando non le condivido. Appassionata di cucina a fasi alterne. Il mio motto: Passion makes the difference!

Post correlati

Lascia un commento